PROVINCIA

Appello al governo: «Mancano i soldi per aggiustare le strade»

Fellini: «L'azzeramento dei fondi alla Provincia mette in ginocchio tutto il territorio»

Appello al governo: «Mancano i soldi per aggiustare le strade»
2

«Abbiamo riaperto le strade, dopo le frane e i crolli, ma ora l’azzeramento dei fondi dello Stato alle Province mette in ginocchio tutto il territorio». È questo il tenore della lettera che Andrea Fellini, assessore provinciale alla Viabilità, ha invitato ai ministri del governo Renzi.
Un vero e proprio grido d’allarme. «Sindaci e cittadini si rivolgono a noi, ma non siamo più in grado di dare risposte», scrive Fellini, nella lettera inviata in questi giorni a Maurizio Lupi, Maria Elena Boschi e Gian Luca Galletti, titolari dei dicasteri delle infrastrutture, delle riforme e dell’ambiente. Le risorse dallo Stato sono state azzerate – sottolinea l’assessore provinciale – questo ha procurato disservizi enormi che, anche in una Provincia da sempre virtuosa come quella di Parma, si sono tramutati in pesanti disagi per i cittadini». «Oggi siamo in condizioni disperate, - prosegue la lettera - solo dall’inizio dell’anno abbiamo 18 milioni di euro di danni sulle nostre strade a cui non possiamo fare fronte e l’intero territorio conta decine e decine di milioni di danni inflitti da eventi climatici e dissesti».
Non ci sono i soldi per pagare gli spazzaneve, il prossimo inverno – ribadisce l’assessore – e nemmeno quelli per intervenire sulla viabilità. La provincia di Parma è la seconda in Italia per movimenti franosi attivi e, per quanto riguarda il dissesto idrogeologico, il Parmense è il territorio con la maggiore estensione collinare-montana di tutta la Regione (2.584 chilometri quadrati, circa il 75% di tutta la superficie dell’intera provincia). Fellini ricorda ai ministri la frana della Val Bardea (che interessa Capriglio e Pianestolla), la frana di Pietta a Tizzano, quella di Lalatta del Cardinale, nel Comune di Palanzano, e la frana di Sauna, nel Comune di Corniglio; il crollo del Ponte di Gramignazzo e la frana di Boschetto. Assieme alla lettera, c’é l’elenco delle segnalazioni di dissesto che i Comuni hanno inviato alla Provincia dal dicembre 2013 al marzo 2014, e le priorità trasmesse alla Regione Emilia-romagna, con l’appello di «destinare, con urgenza, a queste aree una parte del fondo per la messa in sicurezza del territorio e prevenzione del rischio idrogeologico», di definire «tempi certi e modalità semplificate per la concessione di rimborsi dei danni», e di mettere in campo tutti gli strumenti a disposizione per dare un’adeguata risposta alla popolazione, e per far ripartire l’economia e la vita delle comunità coinvolte. «Noi, come istituzione, siamo finiti ma è indispensabile che qualcuno si faccia carico dei problemi che ci sono sul territorio e che aiuti, non noi, ma i cittadini ad uscire da questa drammatica situazione. – è il messaggio lanciato al Governo - chi ha deciso l’abolizione delle Province ora intervenga per dare un po’ di sollievo a Sindaci e popolazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    25 Agosto @ 11.34

    Giorgio R.

    Diranno che i soldi per le strade non sono quelli che paghiamo per ospedali gratis a decine di migliaia di clandestini e pseudo profughi ma.... le entrate quando arrivano vengono distribuite le uscite ma....se le uscite sono troppo sbilanciate per il mercato umano che fa guadagnare alcuni italiani a discapito di tutta una società NON ci sono soldi per fare le cose! Siamo in mano alla malavita che negli anni ha VOLUTO creare confusione in tutto. Io non mi ci ritrovo. Non siamo PD o PDL o altro siamo stufi di pagare e essere presi in giro !

    Rispondi

  • Gio

    25 Agosto @ 11.29

    Giorgio R.

    Ci sono da mantenere decine di migliaia di NON profughi che vorrebbero andare in nord Europa ma vengono rispediti al mittente perché NON profughi. Il "falso" buonismo all'Italiana ci fa spendere centinaia di milioni di Euro per accogliere TUTTI indistintamente e senza vederne le identità. Si spenderebbe meno ad andare a estirpare il problema la da dove vengono ma.....NON ci sarebbero lauti guadagni per tanti italiani. La malavita in primis ci guadagna perché assolda disperati e non per lo spaccio della droga....svegliamoci ci sono sempre più offerenti e........delinquenza. Come quelli che vendono sulle spiagge o in città che risultano senza reddito e vanno poi nei nostri ospedali a decine di migliaia GRATIS !! Io sono stanco di vedere prese in giro persone, oltre a noi Italiani vecchi e nuovi, che rischiano la vita per arrivare qui. C'è la malavita dietro a ciò. Per quanto ci riguarda non possiamo durare molto. Ci hanno persino aumentato l'iva al 22% (solo in Italia) per poi vedere dare il contentino dall'Europa per l'accoglienza. Si sa che l'iva per metà va a Bruxelles che elargisce fondi per questo o per quello...anche l'accoglienza. Avanti così NON va bene per nessuno e ormai se non accade qualcosa siamo dentro a una spirale e ci vogliono abituare a tutto. Rapine continue, furti vari e NON si può dire nulla. La malavita sta prendendo le nostre vite e quelle dei nostri figli se riusciamo a farne. Prima vengono i figli di quelli che arrivano a tre o quattro alla volta. Noi dobbiamo pagare ! Uno Stato è come una grande famiglia e se si può si accoglie se NON si può NON si può !! E qui entra la logica della malavita .....più poveri per fare case "obbligatorie" a chi non le ha (e non le ha nessuno di chi arriva) e farle pagare a NOI. Noi avanti così taceremo e non faremo nulla ? Ci suicideremo come sta capitando a tantissimi ?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery