14°

Provincia-Emilia

Trebbiatura verso la conclusione

Trebbiatura verso la conclusione
0

di Nicoletta Fogolla
La trebbiatura dei cereali a paglia volge al termine. Il discorso vale anche per le varietà più tardive, sia di pianura sia di collina e di montagna. Quest’anno la superficie provinciale destinata all’orzo è stata assai contenuta.
 I risultati delle prime trebbiature di metà giugno hanno evidenziato delle rese molto scarse (7/8 quintali per biolca) che, con le successive, sono migliorate, fino a raggiungere i 15-16 quintali. Buono il peso specifico, con valori oltre i 65 chilogrammi per ettolitro. «Lo stato fitosanitario - dice Millo Martini del Consorzio fitosanitario provinciale di Parma - delle coltivazioni di grano tenero non ha presentato problemi di rilievo. Si sono riscontrati: un’elevata presenza di mal del piede nei terreni poco livellati, il fusarium sulla spiga, quasi trascurabile e dei leggeri attacchi di septoria. Le produzioni, però, non evidenziano valori entusiasmanti. Le colture uscite dall’inverno presentavano uno scarso accestimento e, di conseguenza, un investimento di spighe per metro quadrato, piuttosto ridotto».
Le produzioni «si sono attestate su valori variabili dai 10 ai 18/20 quintali per biolca, con parametri di peso specifico buoni, a partire da 75/77 fino a raggiungere valori tra gli 83 e gli 85 chilogrammi per ettolitro. Il valore delle proteine è risultato tendenzialmente scarso, per il dilavamento dell’elemento fertilizzante azoto dai terreni, verificatosi nell’aprile scorso, per le ripetute piogge, come pure per le scarse concimazioni fatte dagli agricoltori, che hanno tenuto il pugno troppo chiuso per lo scarso prezzo del cereale sul mercato e per il proibitivo prezzo raggiunto dal concime chimico nella scorsa primavera».
Le varietà migliori sono essere quelle a ciclo di maturazione medio. Martini sottolinea: «Bisogna ricordare che i più positivi valori di trebbiatura sono stati appannaggio di coloro, che hanno dedicato al proprio grano più attenzioni». La previsione di produzione nazionale di grano tenero e orzo risulta stimabile in calo. C'è da sperare pertanto in una risalita dell’attuale prezzo di mercato (all’incirca euro 140/tonnellata), ma tutto sarà condizionato dalle produzioni dei Paesi nostri concorrenti come Francia, Germania, Ungheria, Ucraina. «Gli agricoltori - spiega Martini - che coltivano il grano duro non sono tanti, ma ben consapevoli delle necessità del mercato. Il prezzo è soddisfacente in caso di prodotto con elevate qualità molitorie. Pertanto, risultano zelanti nell’esecuzione di operazioni colturali volte alla qualità, quali le concimazioni azotate primaverili e gli interventi anticrittogamici, nella fase fenologica della levata del grano e durante la fase di botticella-inizio spigatura».
Il raccolto 2009 del grano duro a Parma ha evidenziato «un prodotto un po' scarso a proteine, ma con un peso specifico alto e produzioni con dati variabili dai 10 ai 18/19 quintali alla biolca». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

8commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv