12°

Provincia-Emilia

Soragna: il principato compie trecento anni

Soragna: il principato compie trecento anni
Ricevi gratis le news
0

di Bruno Colombi


SORAGNA - Per la storia locale, domani è una data importante e significativa. Il 4 agosto di trecento anni fa, nel 1709, l’imperatore Giuseppe d’Austria sancì con un proprio diploma il titolo di Principe del Sacro Romano Impero e di Soragna per il marchese Giampaolo IV Meli Lupi e per i suoi successori. Da marchesato, Soragna diventò, quindi, principato.
Un titolo che in realtà  gli era già stato assegnato cinque anni prima, con l’iscrizione del feudatario di Soragna tra i principi del Sri: un riconoscimento che, a causa della guerra in corso per la successione spagnola, non potè però essere formalizzato nel relativo diploma imperiale, cosa che invece si verificò il 4 agosto del 1709.
Venne, in questo modo, premiata la fedeltà del marchese Giampaolo all’Impero ed alle sue vicende: una fedeltà che valse al signore di Soragna importanti amicizie e considerazioni alla corte di Vienna, nonché appoggi e protezioni da parte del principe Eugenio di Savoia, comandante dell’esercito imperiale in Italia, sul territorio parmense, su cui l’Austria continuava a vantare il proprio dominio. Elevando Soragna a proprio principato, l’impero volle ancora una volta opporsi al predominio spagnolo in Italia, riaffermando che il Ducato di Parma e Piacenza non era un feudo del Papa, territori che lo stesso pontefice aveva assegnato ai Farnese, ma un suo dominio. Non stupiscono quindi tutte quelle azioni avverse che la corte di Parma mise in atto in più sedi contro i Meli Lupi e che si conclusero addirittura con la concessione, per il signore di Soragna, del diritto di «battere moneta con le insegne delle proprie armi». Si arrivò anche alla confisca del feudo da parte del Maggior Magistrato, ma il principe di Soragna, sostenuto da Vienna, riuscì sempre ad uscirne fuori, grazie anche all’esborso di quei 4 mila fiorini d’oro previsti dai capitoli che Giampaolo onorò con l’invio a Vienna di consistenti carichi di oggetti in oro e argento.
A parte le vicende personali del neo principe, la notizia del titolo ottenuto venne accolta a Soragna con manifestazioni di giubilo, tra cui il suono a festa dopo la mezzanotte di tutte le campane delle chiese del paese, rocca compresa. Seguirono messe solenni, canti del Te Deum, cerimonie religiose con la partecipazione delle autorità comunali e di numeroso pubblico. Non mancarono - come scrivono le cronache del tempo -  «ripetuti spari di archibuggiate in segno di allegrezza». Nel diploma imperiale, oggi custodito nell’archivio della Rocca di Soragna, venne inoltre per la prima volta definito lo stemma Meli Lupi - con i quarti raffiguranti l’aquila nera imperiale, il lupo rampante, il cervo dei Meli e le bande rosso e oro verticali della nobiltà veneta - e con l’aggiunta della corona e dell’ermellino costituenti l’attributo del titolo principesco.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gf vip, eliminata Cecilia, la piccola Belen. Grave lutto per Ignazio Moser

televisione

Gf vip, eliminata Cecilia. Lutto per Ignazio. L'ultimo bacio tra i due Video

1commento

Tutta mia la città! Tieni sempre aggiornata la tua parmigianità

GAZZAFUN

Tutta mia la città! Tieni sempre aggiornata la tua parmigianità

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli autovelox dal 20 al 24 novembre

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

Lealtrenotizie

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

INTERVISTA

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

Pericolo

Piste ciclabili coperte di foglie: insidia per le bici

Lutto

L'imprenditore Savini stroncato da un malore

Rugby

In meta nel nome di Banchini

Sissa

Usciti per un rosario: i ladri rubano auto, gioielli e anche i tortelli

Lutto

Venturini, l'imprenditore dal cuore grande

Salsomaggiore

Auto medica fuori strada, infermiera all'ospedale

Felino

La maggioranza scricchiola dopo l'uscita di due consigliere

polizia

I ladri entrano dal balcone, raffica di furti in città: otto in tre ore. Ecco l'elenco

10commenti

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

34commenti

mafia

Riina arriverà a Corleone in nottata: subito dopo la tumulazione. E c'è chi gli rende omaggio

1commento

Anteprima

Riina, intervista alla figlia di Ciaccio Montalto: "34 anni di di dolore" Video

Tg Parma

Colpo in una carpenteria, bottino 40 mila euro

2commenti

Tg Parma

Centri vaccini in provincia, la Regione: "Riapriranno" Video

Appennino

Piccola scossa di terremoto a Terenzo: 2.0

Tg Parma

La regista Archibugi presenta all'Astra "Gli sdraiati" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd, la partita non è nelle regioni rosse

di Luca Tentoni

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

Molestie

Travolto anche Lasseter, il direttore creativo della Pixar

usa

Trump, come tradizione, grazia due tacchini per Thanksgiving Foto

SPORT

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

L'ACCUSA

"Tavecchio mi molestò'". Lui: "Ho dato mandato ai legali"

SOCIETA'

archeologia

Piramide di Cheope, trovata una camera segreta, potrebbe custodire il trono

video

Spettacolare inseguimento in moto della polizia Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery