-5°

Provincia-Emilia

Rave party: muoiono due giovani - E a Reggio blitz dei carabinieri

Rave party: muoiono due giovani - E a Reggio blitz dei carabinieri
3

Rave party di Ferragosto tragici in Puglia e in Molise: due giovani sono morti ieri mattina dopo  essersi sentiti male nel corso di queste lunghe maratone a base di musica e, spesso, sostanze stupefacenti.
E Carlo Giovanardi,  sottosegretario con delega al contrasto delle tossicodipendenze,  tuona: «Bisogna perseguire gli organizzatori dei rave».
La prima vittima nel Salento, dove circa 2 mila giovani hanno occupato alcuni terreni privati nelle campagne tra Castro Marina e Marittima di Diso per partecipare a un rave party non  autorizzato. Una ragazza potentina di 23 anni, Laura Lamberti,  presente alla manifestazione, è morta ieri mattina,  presumibilmente per overdose. Sarà comunque oggi l’autopsia a  chiarire le cause del decesso.
Intanto, i partecipanti al rave,  arrivati da tutta Italia e ai quali si sono aggiunti centinaia  di giovani stranieri in vacanza in Salento, hanno deciso –  convinti da carabinieri e sindaco – di levare le tende anzitempo  rispetto ai due-tre giorni di durata della festa originariamente  previsti.
Stessa scena in Molise, in località Bocca della Selva  (Campobasso), dove un 26enne di origini israeliane è morto durante un rave chiamato «Legal tecnica». Il giovane ha  avvertito un malore ed è stato soccorso da due suoi amici che  lo hanno accompagnato all’ospedale di Campobasso dove, però, è  arrivato già morto.
 Tutto lascerebbe pensare ad una morte dovuta all’assunzione di  sostanze stupefacenti, anche perché sempre nella mattinata al  pronto soccorso di Campobasso sono arrivati altri altri due  ragazzi che partecipavano allo stesso rave, ai quali sono state  riscontrate intossicazioni.
Duro il commento di Giovanardi. Queste morti, spiega,  «dimostrano quanto sia necessaria una continua opera di  prevenzione e di repressione dei fenomeni collegati alla droga. Si tratta ora di  identificare e di perseguire con la massima severità gli  organizzatori di questi happening».

 

E A REGGIO ARRIVANO I CARABINIERI - I Carabinieri di Reggio Emilia hanno fatto saltare un rave party non autorizzato nell' alto appennino reggiano. Ieri pomeriggio infatti a Ponte Governara nel comune di Villa Minozzo i Carabinieri hanno individuato la 'location' in una zona impervia e ben nascosta dove gli organizzatori stavano montando tendoni ed enormi impianti acustici. E' subito scattato l'allarme ed e' partita una proficua azione di mediazione con gli organizzatori e con i numerosi giovani gia' presenti per farli allontanare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • reggianini valerio

    19 Agosto @ 03.05

    Sono un ragazzo di venti anni non mi drogo bevo solo qualche birra ogni tanto. Sono andato alla festa annulata a villa minozzo e le cose scritte nell’articolo sono assolutamente non vere e diffamatorie, nessun cartello ineggiante droghe o alcool è stato appeso, nessuna giovane mamma era presente.Erano invece presenti bravi ragazzi che amano la natura e consacrano i posti più belli dell’italia con una festa con musica elettronica(che niente a che vedere con i rave techno in cui sono morti i ragazzi) ho trovato un’organizzazione seria e responsabile,pensate,c’era anche la raccolta differenziata. non fatevi incantare dai media non tutte le feste sono uguali e non è giusto fare di tutta l’erba un fascio e trattare così dei bravi ragazzi che pensavano a fare una festa in cui si poteva socializzare con persone di tutta italia e persino dall’estero, spero mi crediate perchè sono assolutamente sincero in quanto indignato da come sono andate le cose.. grazie.

    Rispondi

  • baba

    17 Agosto @ 18.27

    bisogna distinguere i rave party in 2 categorie: teknival e goa..ai goa(cm qello ke doveva esserci sugli appennini d reggio emilia) nn è mai morto ness1!xkè il principio nn è radunarsi x sballarsi ma x il piacere d stare insieme..x sentire qel genere di musica..meglio se in 1 posto immerso nel verde nella natura..ci sono dj professionisti ke suonano..si cambiano ogni 2 ore..l ambiente è decorato con pannelli e teloni colorati...e si cerca d far di tutto x kiedere i permessi e per renderli legali..ma è difficile ke le autorità acconsentano sempre..\r\ndi teknival non me ne intendo tanto(sono qelli ke fanno vedere in tv ke si fanno nei capannoni piuttosto squallidi, la musica nn è la stessa dei goa). vi posso assicurare ke d goa ce ne sono una decina ogni fine settimana x tt l\'anno..e nn se nè mai sentito parlare..qindi distinguiamo i raduni x drogarsi e sballarsi snz testa da quelli dove ci s va per stare insieme ed ascoltare della buona musica!

    Rispondi

  • victor

    17 Agosto @ 12.41

    ..quale tristezza vedere queste persone (ragazzi e non)che spazzano via la voglia di stare insieme e divertirsi con il bisogno di evadere e gettare via il proprio cervello. Nel mio passato ci sono statii i concerti con la volgia di trasgredire ed evadere,solo avevamo la consapevolezza di fare le cose con la testa,anche se essa da portare "via" in quei giorniRagazzi non mandate alle ortiche quel grande organo che è il cervello. La vita,il nostro corpo ha la possibiltà di averne solo uno,dunque fate attenzione,cercate di capire quello che vi viene scritto da chi prima di VOI ha fatto queste esperienze,belle ma c'è altro,molto altro,riflettete.Auguri a tutti voi..

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

DATI

Collecchio, boom di nascite

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery