-4°

Provincia-Emilia

Caccia allo stupratore della stazione di Reggio evaso dal carcere di Bologna

Caccia allo stupratore della stazione di Reggio evaso dal carcere di Bologna
19

E' lo stupratore della stazione di Reggio Emilia, uno dei due detenuti che erano nel carcere minorile di Bolognae  sono evasi ieri pomeriggio. Si tratta di un ghanese di 20 anni, che doveva restare in carcere fino al 2017 per violenza sessuale e altri reati, e uno slavo di 17 anni recluso per furto.

A riferirlo è una nota congiunta di Cgil e Sappe (sindacato autonomo polizia penitenziaria) che denuncia l’evasione come la conseguenza dei lavori di ristrutturazione in corso da un paio d’anni nella nuova area del Pratello (che si trova alle spalle del vecchio carcere e sempre nella via omonima), che tuttavia ospita già i detenuti (in tutto 15-20).
Ieri i due detenuti erano nella struttura all’aperto adibita per l’ora d’aria. A un certo punto avrebbero chiamato uno dei tre agenti in servizio (un quarto è subentrato allungando il suo turno della mattina) chiedendogli, con una scusa, di rientrare in cella. Ma subito dopo l’hanno aggredito, messo fuori gioco e, aggrappandosi alle grate della struttura, hanno scavalcato la recinzione e si sono allontanati saltando fra container e impalcature «presenti – secondo i sindacati – da quando sono iniziati i lavori di ristrutturazione».
Da qui la denuncia di Cgil e Sappe: Salvatore Bianco, segretario provinciale Cgil, e Vito Serra, segretario regionale Sappe, si chiedono «come sia ammissibile che l’amministrazione penitenziaria abbia deciso di custodire diversi detenuti nella nuova struttura nonostante sia ancora un cantiere aperto? Per quali ragioni si è deciso di correre un tale rischio?». E perchè non è stato inviato «un numero adeguato di personale di polizia penitenziaria?». Inoltre, secondo il Sappe, nella nuova struttura non c'è ancora un generatore elettrico, con il rischio di blackout e problemi anche per i cancelli, tutti ad apertura elettrica. Perciò i sindacati hanno chiesto un incontro con il capo del Dipartimento di giustizia minorile.

E la notizia ha suscitato sconcerto anche e soprattutto a Reggio, dove tutti ricordano l'episodio di due anni fa, quando il ghanese aggredì a massacrò un'addetta alle pulizie della stazionde ferroviaria.

CORREGGIO: STUDENTESSA AGGREDITA MENTRE FA JOGGING - Una studentessa di 24 anni che ieri verso le 21 faceva jogging alla periferia di Correggio (Reggio Emilia) è stata aggredita alle spalle da uno sconosciuto, che le ha coperto la bocca con una mano e ha cercato di gettarla a terra. Ma la ragazza ha gridato e l’aggressore è fuggito. La studentessa ha poi denunciato il fatto ai carabinieri della locale stazione che si sono messi subito alla ricerca dell’uomo, ma senza esito.
I militari hanno collegato l’aggressione ad altri due episodi analoghi avvenuti a fine luglio nella stessa zona. Anche in quei casi le vittime erano state prese alle spalle da uno sconosciuto che poi era fuggito per la reazione delle aggredite. Gli investigatori ritengono quindi che l’autore delle aggressioni possa essere la stessa persona e stanno esaminando varie testimonianze per risalire al responsabile. Tra l’altro, i carabinieri hanno anche lanciato un appello ai correggesi che ritengono di poter dare un qualche contributo alle indagini a presentarsi in caserma. L’indagine è condotta con grande riserbo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianni

    22 Agosto @ 11.54

    Per DON SCOCCOGLIO : AI le idee molto chiare ma tutto ciò (SECONDO ME )non basta non ci sono leggi che possano scoraggiare questi delinquenti Rumeni ,Albanesi ,Cinesi ecc.ecc.vengono in ITALIA perchè tanto nessuno fa niente non li tocca nessuno si divertono e mangiano alle nostre spalle .Mi permetto di dire che alcuni politici e non li difendono pure ! Non mi interessa il colore della pelle , destra o sinistra 30 kg ai piedi e a pulire il TARO Ve la farei passare io certe VOGLIE!!!!!!!

    Rispondi

  • mauro

    19 Agosto @ 12.43

    dico due paroline al klukluxiano Guarda che il ghanese in galera ci deve tornare con un po di pena aggiunta. Quindi io non mi porto in casa uno che deve stare dentro.

    Rispondi

  • Don Scoccoglio

    19 Agosto @ 12.38

    Caro Antirazzista doc, sono felice per te! Hai finalmente capito che noi bianchi ricchi e razzisti siamo in debito verso i nobili Africani per tutto il male che gli abbiamo fatto! Noi siamo debitori a loro! Dobbiamo ringraziarli perchè ci portano la loro cultura e dobbiamo offrirgli i nostri soldi e le nostre donne come riparazione per la schiavitù! Tranquillo, il ghanese è al sicuro a casa della mia amica Katia T., dove nessuno gli farà del male!

    Rispondi

  • gian luca

    19 Agosto @ 11.29

    Io non mi sento nè sono in debito con nessuno : uno stupratore evaso deve tornare dov'era e starci magari anche a lungo e questo è un dato di fatto.... Chi delinque va punito anche se fosse con la pelle blu a pallini rosa : cmq altro dato di fatto inconfutabile è che la stragrande maggioranza di un certo tipo di reati è commessa da cittadini extracomunitari : considerate il rapporto numero reati/presenza sul territorio ..

    Rispondi

  • Antirazzista doc

    19 Agosto @ 09.05

    BAsta con questo clima, è ghanese come Bonsu, e noi siamo debitori verso questo popolo dopo il pestaggio razzista

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

DATI

Collecchio, boom di nascite

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery