13°

30°

Provincia-Emilia

Un piranha pescato nel Po

Un piranha pescato nel Po
20

SISSA -  Paolo Panni

I pesci piranha nel fiume Po? Quella che fino a poco tempo fa poteva sembrare una leggenda che, col passare del tempo, ha acquisito credibilità dopo diversi avvistamenti, pare trovare la sua clamorosa conferma proprio nelle acque del nostro territorio. Nel Grande fiume, nell’area compresa fra Torricella di Sissa e Torricella del Pizzo, proprio in questi giorni ne sarebbe stato pescato uno di grosse dimensioni. A prenderlo è stato Mauro Bonazzi, un espertissimo pescatore di Guastalla che, del Po, conosce ogni angolo e maneggia con straordinaria esperienza la canna da pesca. Proprio pochi giorni fa Bonazzi ha scelto le acque del Po fra il Parmense ed il Cremonese con l’intento di trascorrere una normalissima giornata dedicata alla sua grande passione per la pesca. Pensava di prendere qualche cefalo, qualche carpa o, perché no, anche qualche siluro.

Ed invece ha tirato a riva un pesce mai visto prima nelle acque del fiume. Il suo occhio di pescatore abilissimo ed esperto lo ha portato a sospettare immediatamente di un possibile pesce piranha. Fra l’altro alcuni esemplari di questa varietà ittica esotica, e tutt'altro che mediterranea, sarebbero stati avvistati, di recente, nelle acque del Po reggiane. Bonazzi, vista anche la vicinanza, si è recato a Motta Baluffi (Cremona), all’Acquario del Po per chiedere la consulenza del direttore della struttura rivierasca Vitaliano Daolio, esperta guida di pesca professionale. Daolio, dopo un accurato esame non ha praticamente avito alcuna esitazione nel «battezzare» il pesce. Quello in questione, con estrema probabilità, è un piranha della varietà Piranha Pygocentrus Nattereri, conosciuto comunemente come Piranha (Piraña) rosso, con gli esemplari adulti che raggiungono anche dimensioni di 30 centimetri. Si tratta di un pesce d’acqua dolce appartenente alla famiglia Characidae, ben diffuso in Sudamerica, nei bacini del Rio delle Amazzoni, dei fiumi Paraguay e Paraná bacino fluviale e del fiume Essequibo. E’ inoltre particolarmente diffuso anche nella zona paludosa del Pantanal, in Mato Grosso. Mato Grosso, appunto, e Paranà: ma qui siamo sul Po, nel cuore della Valle Padana.

Altre informazioni sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sam

    20 Marzo @ 07.29

    Questo non è un red belly, ma un Piaractus brachypomus. Per nulla predatore nè carnivoro. Bei direttori mettono all'Acquario del Po. Si rifaccia un ripassino caro Sig Daolio, ha mostrato incompetenza e superficialità.

    Rispondi

  • mattia

    25 Agosto @ 11.08

    Allora non sono l'unico! Anche io ho un geco verde smeraldo che da qualche sera mi fa compagnia sul muro del terrazzo di casa, in oltretorrente. Evidentemente con le temperature in aumento e gli inverni sempre più miti, anche da noi si sono adattati, resta il fatto che sono sicuramente esemplari liberati in natura perchè non trovo credibile l'ipotesi di spostamenti così lontani per la penisola.

    Rispondi

  • gian luca

    25 Agosto @ 09.39

    Per integrare le specie " strane" di animali presenti sul nostro territorio ieri sera sul muro del mio garage c'era un geco : fino ad ora li avevo visti solo in sardegna puglia calabria , qualcuno sa se l'areale di diffusione del geco si sta spostando a nord oppure è possibile che sia un esemplare sfuggito a qualcuno? P.S. Meglio cmq tenere in casa un geco ( che tra l'altro si nutre di insetti ) che ragni velenosi , serpenti ed affini come fa qualcuno che poi se ne disfa liberandoli in giro , complimenti vivissimi a questi fenomeni.....

    Rispondi

  • mattia

    25 Agosto @ 09.30

    Pardòn, ho dimenticato di dire che il lago non fu assolutamente svuotato, ma furono calati alcuni sub per verificare la presenza, ma si sa che i pesci, quando vedono una persona aggirarsi nei dintorni, non stanno lì a farsi fotografare...

    Rispondi

  • Francesco

    24 Agosto @ 18.29

    Va bene "Afro ti amo" , però a Lei risulta che il laghetto sia stato vuotato per manutenzuione dopo l' avvistamento dei "siluri" ? In caso affermativo , i "siluri" c' erano o non c' erano ? La "Gazzetta di Parma" ne ha dato conferma ? Ma ora, parlando del laghetto del Parco Ducale , mi è venuta un pò di nostalgia dei vecchi tempi. L' acqua era relativamente pulita e c' era un piccolo molo di legno dal quale si potevano affittare barche a remi , con cui fare un giretto sull' acqua. Vabbé , non era una gran "crociera", ma , per passare mezz' ora in un giorno di festa , era bello. Poi c' erano anche i "morosi" che filavano diritti con la barca all' isolotto centrale , e sparivano per un po' tra le frasche. Non ho mai capito perché. Adesso non c' è più niente. Niente pontile , niente barche , niente "morosi" (almeno sul laghetto...), acqua sporca ..... Che peccato ! Ma, forse , non c' è più l' ambiente adatto.....sfaccendati con facce torve... spacciatori.... Per quanto qualche individuo un po' "equivoco" c' era anche ai vecchi tempi (pedofili) . Vabbé , è un "amarcord" che non c' entra niente coi pesci...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpe a forma di piccione ... follie giapponesi

pazzo mondo

La signora con le scarpe a forma di piccione: dal Giappone al giro del web video

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

 Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

tv

Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

1commento

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

PARMA

Gag, solidarietà e... abbracci gratis: i clown di corsia in piazza Garibaldi Foto

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere

PILOTTA

Chiude l'anno luigino: la memoria in tre libri

salso

Terme, via libera alla liquidazione

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

iren

Traversetolo, guasto all'acquedotto: possibile mancanza di acqua

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

gran bretagna

Computer in tilt, aerei della British Airways ancora a terra

WEEKEND

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

Inghilterra

All'Arsenal l'FA Cup. Conte, sfuma la doppietta

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover