-5°

Provincia-Emilia

Un malore stronca Ron Shmueli. Era sotto accusa per il Cavanà

Un malore stronca Ron Shmueli. Era sotto accusa per il Cavanà
2

 Chiara Cacciani

Aveva rigettato con forza le accuse, aveva già assistito alla prima sfilata dei testimoni in aula per  l'incidente probatorio. Ma la decisione del giudice sul caso Cavanà, Ron Shmueli non potrà ascoltarla. 
Lo psichiatra 54enne, origini israeliane ed ex direttore sanitario della comunità per minori con problemi psichiatrici di Pellegrino, è morto giovedì pomeriggio, dopo essersi sentito male mentre stava giocando sui campi da tennis di Zoagli, il paese in provincia di Genova in cui abitava da tempo. 
Lo stesso del quale non poteva varcare i confini: gli arresti domiciliari nella sua villa gli erano stati revocati dopo due settimane dal fermo con l'accusa di maltrattamenti ai danni dei «suoi» ragazzi. Ma da quello stesso giorno di «ritrovata libertà» - il 30 aprile scorso -   il medico aveva comunque  l'obbligo di dimora nel comune di residenza. 
Appassionato di sport, giovedì pomeriggio Shmueli - una compagna e due figlie giovanissime - aveva appena iniziato una partita di tennis con un amico quando improvvisamente si è accasciato a terra, probabilmente colpito da infarto. I militi della Croce bianca di Rapallo hanno tentato più volte di rianimarlo,  inutilmente: l'uomo è morto durante il trasporto all'ospedale di Lavagna.
          La bufera  che si era abbattuta sul Cavanà è datata 15 aprile scorso, quando i carabinieri si erano presentati alla porta di Shmueli per eseguire il provvedimento di arresto firmato dal gip Paola Artusi su richiesta del pm  Francesco Gigliotti. Maltrattamenti che avrebbero causato lesioni ai ragazzi ospiti della comunità, ai quali sarebbero stati somministrati farmaci anche a scopo punitivo (le ormai tristemente famose «fialature»): queste le accuse contestate. Al medico psichiatra erano stati subito concessi gli arresti domiciliari nella villa di Zoagli, e insieme a lui erano stati indagati per maltrattamenti altri sette tra educatori e operatori transitati dalla comunità  intorno al 2007. 
Esattamente il periodo in cui nella struttura ha lavorato  Lorenzo Vecchi, l'educatore parmigiano che con il suo esposto in Procura ha fatto partire le indagini. Una lunga indagine condotta dagli uomini del Nas.
 «Nei miei confronti c'è una forma di accanimento. Le iniezioni sono state sempre somministrate con la volontà dei pazienti e a scopo terapeutico. Non si è mai verificato nessun maltrattamento», si era difeso davanti al giudice Shmueli. E all'indomani della morte i suoi più stretti collaboratori sostengono: «Se ne è andato nel momento  più difficile della sua vita, sia dal punto di vista umano che professionale. Senza fare inutili polemiche, di sicuro le accuse rivolte lo avevano provato nell’anima e nel fisico». 
L'inchiesta però continua: tra giugno e luglio davanti al gip sono comparsi sette dei ragazzi chiamati a testimoniare da difesa e accusa. Ne mancano ancora una decina, e a settembre sono attesi i prossimi appuntamenti in aula. Perchè se la vicenda giudiziaria di Shmueli è ormai conclusa, restano in piedi le accuse ai suoi sette collaboratori. Nel frattempo restano chiuse le  porte del Cavanà: dal 24 aprile il sindaco di Pellegrino ha revocato l'autorizzazione al funzionamento, e per gli ospiti  sono state  trovate soluzioni alternative. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 09 Aprile @ 12.54

    Se adoperarsi per donare qualche anno di serenità a dei poveracci è una colpa allora quest' uomo era un criminale.

    Rispondi

  • alice

    22 Dicembre @ 17.47

    io ho conosciuto Ron...era una persona straordinaria.con tutti.e soprattutto con i suoi ragazzi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

5commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Rotterdam, dimenticate i tulipani e gli zoccoli

IL VIAGGIO

Rotterdam, dimenticate i tulipani e gli zoccoli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

4commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

28commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Bonassola

Il parroco difende l'amore gay, il vescovo frena

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto