-2°

Provincia-Emilia

La Route 66 "conquistata" con l'handbike

La Route 66 "conquistata" con l'handbike
0

Cristian Calestani
Norberto De Angelis ce l'ha fatta. Il suo sogno di percorrere il tragitto della Historic Route 66 in handbike è diventato realtà. Lo scorso 16 luglio De Angelis, 45enne varanese che fu anche campione d'Europa di football americano nel 1987, ha finalmente raggiunto il traguardo, il molo di Santa Monica a Los Angeles, dopo aver percorso quasi interamente i 3.798 chilometri registrati dal suo Gps e che dividono il punto di partenza, Chicago, e quello di arrivo, il molo di Santa Monica. In mezzo ci sono 295 ore di pedalate, il passaggio in otto diversi stati americani (dall'Illinois alla California) e il dispendio di tante energie, come testimoniano le 142 mila chilocalorie bruciate da Norberto nei 55 giorni di marcia. Una marcia che aveva avuto inizio il 28 aprile scorso con la partenza nel pieno del traffico cittadino di Chicago e che, pedalata dopo pedalata, ha condotto Norberto al tanto agognato traguardo.
L'arrivo a Los Angeles
«Il primo pensiero all'arrivo? Finalmente ho finito di faticare. Ero talmente stanco e provato dall'ennesimo passaggio nel traffico cittadino che il mio primo pensiero è stato quello. In quei mesi ho pensato soltanto a pedalare, il mio unico obiettivo era quello di portare a compimento la mia impresa. Solo ora, riguardando le foto, mi emoziono e mi rendo conto di quanto sono riuscito a fare». E' stata questa la prima emozione di Norberto all'arrivo al molo di Santa Monica. Lo ha raccontato nei giorni scorsi nella sua casa di via Alpini d'Italia a Varano. Accanto a lui l'inseparabile dobermann Brando, dal quale è rimasto lontano per alcuni mesi. «Eh sì mi è mancato» ammette con un sorriso, prima di aprire il fitto album di ricordi di questa esperienza unica nel suo genere.
I momenti di difficoltà
«Più o meno a metà percorso - ha spiegato Norberto - ho accusato alcuni seri problemi di salute. A causa della troppa sudorazione, della fatica e anche dello stress psicologico ho avuto la febbre ed altri problemi fisici. Sono stati giorni difficili e per un attimo ho pensato anche di dover rinunciare al completamento del percorso. Ma poi grazie al supporto di Massimo Marenzoni e Marina Schianchi - i miei accompagnatori in quella fase - sono riuscito a ristabilirmi e a riprendere il mio percorso».
Del resto la determinazione di Norberto non si può certo scalfire facilmente. «Sono sempre stato molto motivato - ha aggiunto - la mia volontà era quella di arrivare alla fine dell'impresa. Se non ci fossi riuscito di quest'esperienza sarebbero rimaste soltanto tante parole spese al vento. Ho pensato anche a tutte quelle persone che hanno creduto in me, garantendomi sponsorizzazioni o fornendomi materiali. Non arrivare a Los Angeles sarebbe stata una grandissima delusione».
Il deserto del Mojave
Dal punto di vista del dispendio delle energie fisiche il tratto più difficile che Norberto ha dovuto affrontare è stato quello che lo ha condotto nel temibile deserto del Mojave, in California. «Ho scelto di pedalare nei momenti più freschi, di notte o nella prima mattinata, quando comunque ci sono ben più di 40 gradi. E' stata una fase del percorso molto complicata, durante la quale è risultato molto complesso il recupero delle energie». Una sfida nella sfida che Norberto ha saputo vincere alla grande.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017