Provincia-Emilia

Terme di Salso: preoccupazione e presidio

0

Comunicato stampa Cgil

Sono ormai anni che in perfetta solitudine i sindacati di categoria tentano di far capire all’amministrazione comunale di Salsomaggiore alle altre istituzioni coinvolte nella proprietà delle aziende termali che se si vuole proseguire nell’attività turistico termale e continuare ad ospitare eventi di respiro nazionale occorre cambiare passo, occorre una gestione strategica delle aziende e del territorio di lungo periodo e soprattutto occorre il contributo e la regia di tutti i soggetti presenti sul territorio.

Fino a qualche ora fa nessuno aveva capito ciò che il sindacato andava dicendo a tutti i tavoli di trattativa, da quelli con gli enti locali a quello con l'azienda presso l'Unione Industriali, evidentemente servivano due figure di levatura nazionale che una doccia fredda dopo il bollore estivo svegliassero la classe dirigente della città dal torpore nel quale era precipitata.

La dott.sa Mirigliani ha tirato la prima secchiata lamentando la scarsa qualità degli alberghi di Salsomaggiore. “Strano – sottolinea Francesca Balestrieri, segretaria generale della Filcams Cgil provinciale - che nessuno abbia obiettato che non sia vero, come accade regolarmente quando a porre lo stesso problema è la Cgil”.

Il resto lo ha detto a mezzo stampa il dott. Valori, il quale ha tratteggiato un quadro della realtà tanto vero quanto crudo, che racconta le aziende e la città termale come realtà pressoché abbandonate a se stesse e vicine al tracollo economico.

“Spiace doverlo riconoscere – aggiunge Francesca Balestrieri - ma purtroppo le due analisi sono talmente vere da essere disarmanti. Il dott. Valori attraverso uno sforzo illuminato, ha tracciato un progetto di rilancio che ha folgorato l’intera classe dirigente salsese, la parola di un luminare non può venire messa in discussione ed allora via tutti quanti a sostenere il progetto a scatola chiusa in modo incondizionato. La vera notizia è che in quella proposta sembra che la condizione sine qua non per il rilancio e per la sopravvivenza stessa sia la privatizzazione delle aziende. Un’ipotesi sulla quale siamo disponibili ad un confronto ma che rappresenta un’operazione, in un momento, che suscita profonde preoccupazioni per il futuro dei lavoratori e della città”.

“Chissà perché quando in tante occasioni eravamo noi a sollecitare analisi e progetti a lungo termine e di più ampio respiro sul rilancio delle aziende termali e del territorio nel suo insieme, tutti ci rispondevano che non avevamo a cuore la città e che in ogni caso bastava solo lavorare un po’ di più (magari in nero), dare fiducia incondizionata al gruppo dirigente e tutto si sarebbe risolto. Ora delle parole non ci fidiamo più, attendiamo fatti concreti dai dirigenti delle aziende termali, i quali con licenzia poetica definiscono il tracollo delle aziende un “deficit positivo”: la boutade potrebbe risultare comica se non fosse che la stessa rappresenta un dramma per i dipendenti e per le loro famiglie”.

In ultima analisi, secondo la Filcams Cgil, la verità è che le aziende e la città non potranno sopportare ancora a lungo un gruppo dirigente che in due anni ha solo contribuito ad aumentare il deficit accumulato in precedenza.

Il sindacato e i lavoratori chiedono ora al gruppo dirigente e alle istituzioni che si affronti seriamente il futuro delle aziende termali e della loro gestione, e che non si mettano a rischio posti di lavoro e il patrimonio di tutto l'indotto di Salso.
PRESIDIO DAVANTI
AL PALASPORT
DI SALSOMAGGIORE

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma-Bassano: pareggio 1-1 e finale incandescente Foto

dal tardini

Parma e Bassano si fermano sull'1-1. Con finale incandescente Foto

1commento

nuovo allenatore?

D'Aversa in tribuna al Tardini. Annuncio in serata?

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

12commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

8commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

4commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

tg parma

Referendum costituzionale: domani urne aperte dalle 7 alle 23 Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

cesenatico

Insegnante mortifica e minaccia un alunno, denunciata dai carabinieri

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

sesso

E' italiano il primo strumento che misura l'intensità dell'orgasmo

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento