21°

Provincia-Emilia

Giuliano Molossi intervista Irene Pivetti: "Ricomincio da Berceto"

Giuliano Molossi intervista Irene Pivetti: "Ricomincio da Berceto"
Ricevi gratis le news
1

di GIULIANO MOLOSSI

Il passato: pasionaria padana in camicia verde, presidente della Camera, moglie, mamma, conduttrice televisiva («Bisturi» con Platinette), concorrente di «Ballando con le stelle», giornalista. Il presente: fondatrice di una onlus, «Learn to be free», che dà consulenza gratuita a piccole e medie aziende in crisi per creare nuove opportunità di lavoro ed evitare licenziamenti, e assessore alla piena occupazione e alla formazione professionale del Comune di Berceto. E il futuro? Chissà cosa riserverà il futuro a questa elegante, garbata e sorridente signora quarantenne che risponde al nome di Irene Pivetti.

Pivetti la trasformista?
No, la mia vita è stata tutta una sorpresa, le cose che contano sono arrivate per caso. Sono entrata nella Lega per starci un paio di mesi ed è andata che ho vissuto una stagione politica straordinaria, molto coinvolgente, mi sono ritrovata in Parlamento e poi presidente della Camera. L'importante è essere sempre pronti al momento giusto a svolgere con serietà, impegno e responsabilità quello che la vita ha in serbo per te. Non è la Pivetti che è trasformista, è la vita che è sorprendente.
 
Com'è arrivata a Berceto?
Io non sapevo neanche dove fosse Berceto. Mi ha contattato Daniela Agnetti, che è animatrice di un'associazione culturale, e mi ha incuriosito molto raccontandomi di quel gemellaggio con gli indiani lakota. Poi ho conosciuto il sindaco Lucchi, gli ho parlato del mio impegno nel sociale, lui mi ha parlato dei suoi progetti per valorizzare un paese che ha delle potenzialità enormi, ed eccomi qua.

Assessore Pivetti, quali sono stati i primi suggerimenti che ha dato al sindaco?
Quello di realizzare una rassegna cinematografica che valorizzi l'identità e quella di una scuola di sartoria teatrale con il sostegno della Fondazione Fontana. Ma ne abbiamo parlato quando non ero ancora stata nominata assessore.

Nomina che è arrivata, a sorpresa, verso la fine di agosto...
Sì, io ero andata a fare una visita a Berceto e sono tornata a casa assessore, ma questo conferma quel che dicevamo prima sulla imprevedibilità della vita. Comunque sono contenta, è una bella opportunità per fare qualcosa di buono, mi piace l'idea che l'impegno sociale che sto portando avanti abbia un passaggio istituzionale.

E come l'hanno presa i bercetesi?
Credo con molta curiosità, calore e simpatia, ma questo bisognerebbe chiederlo a loro.

Ma lei che impressione ha avuto di Berceto?
Berceto, Italia mi verrebbe da dire parafrasando una famosa trasmissione televisiva di qualche anno fa. Berceto, che è un posto amabilissimo, in uno scenario naturale magnifico, è anche l'espressione dell'Italia migliore, un paese che ha risorse immense che meritano di essere valorizzate. Ne abbiamo tante di queste realtà in Italia.

Lei torna alla politica dopo la rottura con la Lega. Una ferita che si è rimarginata?
L'uscita dalla Lega è stata per me molto dolorosa. Io sono stata espulsa perchè ero contraria alla secessione.

Ma quella della secessione non era una delle solite sparate di Bossi?
Le garantisco che non lo era affatto. Dopo le elezioni del '96 Bossi lanciò la secessione e faceva sul serio. Il clima era molto pesante. Io dissi di no e mi cacciarono.

Cosa pensa dell'attuale situazione politica? Non la trova incandescente?
No, tutt'altro. La trovo animata, se vuole, ma non certo incandescente. Non mi appassiona per niente.

E gli «strappi» di Fini? Cosa ha in mente Fini?
Fini vuol fare il successore di Berlusconi.

Ci riuscirà, secondo lei?
Non lo so, per ora il problema non si pone: non è mica immortale Berlusconi? A parte gli scherzi, Fini è politicamente molto abile e astuto.

Sta facendo politica da presidente della Camera...
Sì, io mi permetto di guardare quello che fa con gli occhi dell'ex, perchè sono stata seduta anch'io dove adesso è lui, e devo dire che a partire da me anche tutti gli altri, da Violante, a Casini, a Bertinotti hanno vissuto drammaticamente il conflitto fra ruolo istituzionale e ruolo politico.

Lei era stata molto rigorosa, aveva ricevuto anche parecchie critiche dai suoi...
Certo, altro che critiche, mi odiavano. Io avevo difeso l'imparzialità del Parlamento, avevo applicato una logica di risparmio selvaggio sul budget, avevo abbattuto del 10 per cento all'anno il bilancio della Camera, tagliando di qua e di là, si immagini come mi volevano bene...

E quindi, tornando a Fini, lui invece sta facendo politica...
Sì, ma solo su temi che non sono partitici ma che invece sono molto trasversali, dal testamento biologico all'immigrazione. Dal punto di vista strategico è una mossa molto astuta.

Lei pensa che possa far cadere il governo per trovare poi un'intesa con Casini e con Rutelli?
Assolutamente no, queste sono cose che si dicono nei salotti. Pur con tutti i difetti, le crepe e le fragilità che ha il Pdl, a me pare che Berlusconi sia solidissimo. Se qualcuno pensa di mandarlo a casa da un giorno all'altro si sbaglia di grosso. L'alleanza con la Lega è robusta, c'è un sistema ormai consolidato di interessi comuni, c'è una solidissima ramificazione di potere, non è mica più l'armata brancaleone che eravamo noi quindici anni fa.

Quindi nemmeno Fini potrebbe pensare di scalzare Berlusconi... Non vuole farlo e non può farlo. E quindi lavora per il dopo Berlusconi... Esatto. Ha la vista lunga.

Lei non ha un po' di nostalgia per la grande politica?
No, io la politica la farò a Berceto. E sarà la politica dei fatti, non quella delle chiacchiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • nicola fiorito

    27 Settembre @ 15.41

    È sempre grande la Presidente Pivetti,1a donna di un intelligenza unica!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY SERIE B LA VITTORIA CONTRO IL FLORENTIA FUNESTATA DA UN GRAVISSIMO EPISODIO

Amatori, Belli colpito da un pugno:

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

14commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

39commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

1commento

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

SOCIAL NETWORK

Motocross: impressionanti acrobazie Video

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro