11°

29°

Provincia-Emilia

Aperta un'inchiesta sulla morte di Argia

Aperta un'inchiesta sulla morte di Argia
10

Il pubblico ministero Paola Dal Monte ha aperto un'inchiesta sull'incidente avvenuto ieri a Manzano di Langhirano, nel quale ha perso la vita la 42enne Argia Lazzari. L'auto sulla quale viaggiava con il marito ha sbandato ed è finita contro il muro del cimitero di Manzano. Non è ancora stata fissata la data del funerale.

LA CRONACA DI IERI. Un grave incidente stradale è avvenuto poco dopo le 9 fra Cozzano e Manzano di Langhirano, sulla strada principale. Una donna di 42 anni è morta, mentre il marito è rimasto ferito, ma non è grave.
La Peugeot station wagon della coppia - per motivi da accertare - mentre viaggiava verso Langhirano ha sbandato ed è finita prima contro un albero, poi contro la cancellata del cimitero di Manzano. Un pensionato che ha visto la scena ha subito chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti il personale del 118 (anche con l'eliambulanza), i vigili del fuoco e i carabinieri. I militari conducono gli accertamenti nell'ambito dell'inchiesta condotta dal pm Paola Dal Monte.
La vittima dell'incidente è Argia Lazzari, 42enne. Originaria di Pianadetto, Argia abitava a Quinzano di Sotto. Lavorava come cuoca nel ristorante "Le Botteghe" di Castelguelfo. Argia era sposata con Federico Pedroni, veterinario, che guidava l'auto nel momento dell'incidente.

"ARGIA CI HA INSEGNATO IL RISPETTO PER LA VITA". Undicesima di dodici fratelli, Argia Lazzari era originaria di Pianadetto, frazione del comune di Monchio delle Corti. Lì aveva vissuto tutta la sua giovinezza, lì tornava spesso e volentieri per mantenere vivo il legame con quei luoghi e, soprattutto, con le persone. Solare, disponibile ed estroversa, Argia aveva avuto in gestione, quand’era ragazza, il bar del suo paese: era nato in quel piccolo circolo di Pianadetto il suo amore per la cucina che poi si sarebbe perfezionato divenendo il suo mestiere. «Era puntuale e precisa, lavorava con grande passione - spiega Riccardo Trapassi, titolare del ristorante “Le botteghe” di Castelguelfo dove la quarantaduenne prestava servizio tra tavoli e fornelli -. La conoscevamo bene, siamo originari di Monchio anche noi. Quando avevamo la “Trattoria del Tribunale” iniziò a far parte del nostro “staff”. Adesso avevamo un rapporto più saltuario: veniva quando avevamo bisogno, non tutti i giorni. Ma passava volentieri anche soltanto per stare un po' in compagnia. C'era un legame davvero meraviglioso».
Argia Lazzari si era trasferita a Quinzano di Sotto un paio d’anni fa con il marito Federico Pedroni, con il quale abitava in una bifamiliare, accanto al fratello Mauro e alla moglie, poco lontano dalla curva di Manzano dove ieri mattina è avvenuto il fatale incidente. Le parole di chi la conosceva sottolineano il carattere allegro di una donna dai modi affabili e particolarmente gentili: «Era una persona che incarnava i valori di una volta - racconta l’amico Fabio -. Benvoluta da tutti e tanto buona, che adorava stare in compagnia. Abbiamo trascorso insieme momenti di gioia e spensieratezza... sapeva insegnare il rispetto per la vita e per il suo significato». Anche l’amica Michela la ricorda così, con commozione e stima: «Era spiritosa e brillante. Abbiamo scherzato spesso insieme... aveva un sorriso e una battuta per tutti. Al ristorante ci mancherà molto. Era un’ottima cuoca».
Socievole e alla mano, Argia amava gli animali e insieme a Federico, veterinario, aveva avuto in passato numerosissimi cani che trattava come figli. «Passava spesso nel nostro locale - spiega Luca Rossi, del bar Belvedere di Giarreto -. La vedevo quasi tutti i giorni con Federico. Una coppia unita e piacevole, con cui si stava volentieri in compagnia. Quella di Argia è una famiglia molto cordiale. I suoi fratelli, che hanno un’impresa edile e si fermano per un caffè più volte al giorno, sono come lei: delle gran belle persone». Oltre ai fratelli, Argia lascia anche l’anziana mamma Noemi: «Quando il figlio più piccolo aveva un anno, Noemi perse il marito - aggiunge una vicina di casa della madre -. Avevano fatto tanta fatica ma erano riusciti a cavarsela dimostrando di essere forti. Questa perdita è un colpo durissimo».  (Giulia Coruzzi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefania

    02 Ottobre @ 17.31

    Federico era un mio compagno di classe. Vorrei mandare un telegramma, ma non trovo l'indirizzo sull'elenco. Potete aiutarmi? Grazie. Stefania

    Rispondi

  • stefania

    02 Ottobre @ 17.15

    Federico era un mio compagno di classe. Vorrei mandare un telegramma, ma non trovo l'indirizzo sull'elenco. Potete aiutarmi? Grazie. Stefania

    Rispondi

  • salvatore

    02 Ottobre @ 10.59

    cara argia ho appreso la drammatica notizia alle "botteghe"dove tante serate abbiamo trascorso in allegria,dove io ti parlavo in napoletano e tu cercavi di capire e spesso mi beccavi e sorridevi.....ciao Argia sentirò la tua mancanza anzi già la sento.......

    Rispondi

  • cinzia genova

    01 Ottobre @ 21.29

    Cara Argia se penso a qualcosa di bello della mia infanzia non si può che pensare a te e alla tua bella famiglia,Te fai parte di Pianadetto come quelle montagne, cosi grandi ,come il tuo cuore.Te e la tua MAMMA NOEMI riuscivate a trasmettere felicità e serenità,sempre un sorriso per tutti.Non dimenticherò mai quella sera a capodanno ci hai fatto divertire così tanto a me e Francesca che non sentivamo inemmeno il gelo che ci circondava.Ciao Cara Dolce e Indimenticabile ARGIA.

    Rispondi

  • carla coruzzi

    01 Ottobre @ 14.05

    Apprendo in questo momento la triste notizia.Immediatamente mi rivedo bambina tra le strade di PIanadetto, in compagnia tua e dei tuoi fratelli... Sono passati tanti anni e, ora che sono grande, mi accorgo che quando i miei figli mi chiedono di raccontar loro i bei ricordi della mia infanzia, tra questi ricordi ci sei anche tu. L'ultima volta che ti ho vista eri una ragazzina sorridente, allegra e spensierata. Ed è così che ti ricorderò sempre, cara Argia. Ciao. Carla Coruzzi

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima