21°

31°

senza luce e gas

Emergenza neve: storie dal blackout. Iren: 90 interruzioni

Emergenza neve: storie dal blackout. Iren: 90 interruzioni
Ricevi gratis le news
8

La valanga di telefonate dei lettori a Gazzettadiparma.it: "Per oltre 30 ore senza luce, gas e acqua"

Ore 8.40 di questo sabato circondati dalla neve. "Siamo da 30 ore senza luce, senza gas, e senza acqua". La voce è disperata. La telefonata arriva da Torrile e la signora chiede aiuto alla Gazzetta: "Perchè ormai non so più chi chiamare: all'Enel non si riesce a mettersi in contatto con nessuno. E dalle 3 di venerdì che la situazione è così e non ci danno notizie".

Altra telefonata, pochi minuti dopo. Questa volta dalla zona Botteghino, e stavolta il sentimento che esplode al di là della cornetta è la rabbia: "Dalle 5 di venerdì siamo senza luce e riscaldamento, è una vergogna. E Iren non ci dà comunicazioni". (La stessa lettrice ci ha poi richiamato per dire che la situazione è tornata alla normalità poco prima delle 10, ma dopo aver cercato più volte e inutilmente di contattare il numero verde Iren).

Terza telefonata, ore 9: "Chiamiamo da Toccalmatto e Cannetolo: siamo da 30 ore senza elettricità e senza acqua. Ma nessuno sa darci informazioni su cosa fare".

E poi via via si aggiungono Vigatto, Eia, Basilicanova ("Basterebbe che ci dicessero qualcosa: siamo disponibili a cercare un albergo, piuttosto che restare al freddo". E anche Coltaro: "Sembra che non gliene freghi niente a nessuno - racconta amara la signora - Siamo senza luce dalle 3 di venerdì. Nell'arco della giornata di ieri coi cellulari ancora carichi abbiamo chiamo più volte l'Enel. Hanno preso nota e detto ogni volta che mandavano un operatore, mi hanno mandato fuori al gelo opiù volte a controllare il contatore, quando sapevano benissimo che c'era un cavo tranciato: ed è ancora lì. Ci sono 10 gradi in casa e non sappiamo più cosa fare. Qui in paese siamo senza negozi e le scorte le abbiamo nei congelatori. E fra poco sarà tutto inutilizzabile".

Nella serata di ieri erano oltre 12 mila le utenze - tra quelle Enel e quelle Iren - in tutta la provincia rimaste ko.

"A Fontanelle di Roccabianca, nella zona dove abito io siamo senza luce dalle 01.00 di venerdì - scrive Sonia - .Capiamo la criticità della situazione ma non si possono lasciare delle famiglie per 35 ore senza luce e gas. Nel caso ci fossero dei bimbi come nel nostro caso ... abbiamo 14 gradi in casa. Al momento (ore 12.30 di sabato) la luce non è ancora tornata.
Ci siamo dovuti spostare dai miei genitori che possiedono un generatore. Ieri sera i tecnici dell'Enel hanno lavorato fino ad un certo orario, poi però se ne sono andati, beati loro in una casa calda, dicendo che sarebbero tornati oggi.
Scusate ma se noi tardiamo di un giorno il pagamento l'Enel ce lo fa pagare, e in questo caso chi ci risarcisce? Non era possibile mandare un'altra squadra per sostituirli?".

Continua intanto a suonare il telefono dei vigili del fuoco. Già alle 9 c'erano una settantina di interventi in coda tra città e provincia per cavi elettrici strappati e rami crollati.

Fidenza: albergo per chi è al freddo

“Il Comune di Fidenza estende l'attività di soccorso organizzata per la scorsa notte, garantendo il trasferimento delle persone in difficoltà in albergo per tutto il tempo necessario fino al ripristino dell'energia elettrica. La notte scorsa circa 600 utenze di Fidenza sono rimaste senza corrente elettrica. Enel continua a lavorare per riportare l'energia dopo 30 ore di black out che ha colpito 9.000 utenze in tutta la provincia di Parma, 20.000 nel reggiano e via crescendo fino al bolognese. Enel confida di ripristinare tutto entro sera, almeno nella grande maggioranza delle zone interessate dalla mancanza di energia”.
Lo rende noto il sindaco di Fidenza, Andrea Massari, chiedendo anche oggi ai media e ai cittadini – utilizzando la comunicazione istituzionale e la sua pagina facebook www.facebook.com/andreamassarifidenza – di diffondere la notizia affinché siano segnalati casi rimasti isolati e in stato di bisogno (famiglie, bambini, anziani, malati, disabili, ecc.) a causa del black out che è perdurato per buona parte del giorno e per tutta la notte in alcune frazioni di Fidenza e in tutta la fascia collinare.
Per attivare i soccorsi e il trasferimento in albergo, il primo cittadino invita a contattare la centrale operativa della Polizia Municipale (0524.205011) oppure il numero verde 800.451 451.
All'appello lanciato ieri sera dal Sindaco per mappare i casi più critici o le zone sparse ancora al buio, hanno risposto tantissimi fidentini, anche sui social con commenti e condivisioni, che hanno favorito la diffusione dei numeri da chiamare in caso di necessità.

Traversetolo e Torrile: punti di emergenza

A Traversetolo il Comune ha allestito un punto di accoglienza al palasport . Manca la luce da ieri mattina a Vignale e Cazzola.

La situazione a Torrile

Ore 17 - Iren: 90 interruzioni a macchia di leopardo. Ecco il nostro impegno

Comunicato Stampa:

È stata ripristinata l'erogazione dell'elettricità nella zona di Eia: grazie all'ausilio di un gruppo elettrogeno che assicura l'energia alle utenze, si sta procedendo alla riparazione del guasto sulla linea a media tensione, localizzato nel mezzo di un campo arato.

Le interruzioni a Vigatto, principalmente in strada Puglia e nelle aree limitrofe, sono state localizzate sulla linea a media tensione ed è prevista la restituzione dell'elettricità nel tardo pomeriggio di oggi.

La linea a media tensione Coloreto - Budellungo che alimenta le frazioni di Marore, Coloreto, aree limitrofe ed una parte della periferia sud-est della città è stata completamente ripristinata.

Novanta sono state le segnalazioni di interruzioni di bassa tensione sparse a macchia di leopardo in tutta la citta: cinquanta sono state completamente risolte, dieci sono in fase di riallaccio, e le restanti venti sono in fase di verifica. Comunque, dalla serata di ieri non se ne sono aggiunte altre.

È stata restituita l'erogazione dell'acqua alla frazione di Torre Caiara, in comune di Traversetolo, grazie alla installazione di un gruppo elettrogeno.

Al momento non si registrano ulteriori richieste di intervento. La situazione in città e nelle aree di competenza è comunque tenuta costantemente monitorata dal centro di telecontrollo di Strada Santa Margherita.

L'IMPEGNO DEGLI UOMINI E DEI MEZZI DI IREN PER IL TERRITORIO DI PARMA

Un enorme impegno di uomini e mezzi ha permesso, in tempi rapidi, di far fronte alla emergenza creatasi a seguito delle abbondanti e straordinarie precipitazioni nevose di questi giorni che avevano determinato severe difficoltà nella distribuzione dell'energia elettrica in città e nelle delegazioni, e nella erogazione degli altri servizi gas, acqua e ambientali.

Per risolvere i problemi alla rete elettrica sono mobilitati tutti i mezzi disponibili e sono costantemente impegnate 7 (sette) squadre di operatori interni ed esterni e 5 (cinque) tecnici per ciascun turno di lavoro, per un totale di 60 (sessanta) persone al giorno. L'erogazione dell'acqua potabile ha richiesto 15 (quindici) persone impegnate sui tre turni lavorativi. 40 (quaranta) sono i tecnici e gli operativi impegnati nei servizi ambientali, 12 (dodici) i tecnici e gli operativi impegnati sui tre turni per assicurare il servizio di teleriscaldamento. Sono inoltre impegnati gli operatori addetti ai Numeri Verdi, i centralinisti, il personale di collegamento con il servizio di Protezione Civile, gli operatori del telecontrollo e della sala radio, ed altri.

Sono queste le persone che, lavorando sui tre turni ed in condizioni al limite della praticabilità, mobilitando tutti i mezzi a disposizione, rendono possibile il progressivo ritorno della situazione alla normalità.

Una testimonianza concreta della vicinanza di Iren al territorio di Parma ed ai suoi abitanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    07 Febbraio @ 20.35

    Iren e' fortunata che dei contatori ha il monopolio perché sono pessimi, in un azienda privata sarebbero tutti a casa. Ma pantalone paga sempre. E comunque nessuno farà nulla

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    07 Febbraio @ 19.21

    la rivolta di atlante

    NON AVERE CENTRALI NUCLEARI COME LA FRANCIA . LA SVIZZERA , LA GERMANIA E LA SLOVENIA E' STATA UNA DELLE SCELTE PIU' FACILI E POPOLARI DI TANTI PARLAMENTARI ORA PENSIONATI E FELICI. ... FELICI DI VEDERE QUANTO SONO STATI FESSI I LORO ELETTORI . ADESSO NEVICA COME NON E' MAI NEVICATO DAL 1954 .... PENSAVATE DI ESSERE AI CARAIBI ?? FORTUNA CHE PARMA A TANTI ALBERI E COSI' TANTA LEGNA ... BUON MEDIOEVO !! E GRAZIE ANCHE PER LO SMOG DA RISCALDAMENTO , ME NE ERO SCORDATO. PERO' ADESSO SI' CHE SIAMO VERDI .... DAL FREDDO. P.S. PER CERTE COMUNICAZIONI NON SERVE IL COMUNE ... BASTEREBBE IL BUONSENSO ... E NON SERVE NEANCHE GOOGLE PER CERCARLO SI DOVREBBE FORMARE DA SOLO CON LA VITA QUOTIDIANA. OPPURE CHIEDETE A UN CONTADINO , SE C'E' FREDDO E BUFERA SI STA' VICINO ALLA STUFA E FERMI.

    Rispondi

  • popsylon

    07 Febbraio @ 18.12

    Ma quelli che girano con lo spazzaneve sono gli stessi che guidano i camion della spazzatura? Perchè la raccolta non è avvenuta nella zona Cittadella, e almeno due righe potevano scriverle per dire che il servizio non sarebbe stato possibile!

    Rispondi

    • Michele E

      07 Febbraio @ 19.28

      C'è scritto sulle istruzioni della raccolta che con la neve non passano, d'altra parte dove passerebbero? dove li metti i bidoni con un culo di neve?

      Rispondi

      • popsylon

        07 Febbraio @ 22.59

        Il quartiere era pieno di bidoni e non tutti hanno il regolamento stampato in fronte.

        Rispondi

  • Samuele

    07 Febbraio @ 18.09

    MIchelazzo non hai niente da dire è sulle 90 interruzioni e la gente al freddo e buio ? Solo quando hai da sputare veleno sul sindaco ti sforzi..

    Rispondi

    • Maurizio

      07 Febbraio @ 20.50

      Dirà dirà, magari si inventa un complotto di pizzarotti ai dani dell'odiata provincia....

      Rispondi

  • Monia

    07 Febbraio @ 17.57

    Siamo nel 2015 e posso dire che e uno schifo rimanere 36 ore senza luce e quindi riscaldamento con un bimbo di 5 anni malato con la bronchite e 8 gradi in casa..le telefonate al enel inutili nessuno rispondeva..almeno un operatore che ti rispondesse x spiegare qualcosa..ho pensato ha comprarmi un generatore del costo di 300 euro...ripeto uno schifo

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti