15°

Provincia-Emilia

Cittadini e sicurezza nelle Terre verdiane

0

Comunicato stampa

Cosa si intende con l'espressione abitare in un territorio sicuro e vivibile? Qual è la percezione reale del fattore sicurezza tra oltre ottantamila cittadini che popolano un'area vasta come quella di tredici Comuni dell'Unione Terre Verdiane? Parte dalle risposte che una rappresentanza degli abitanti delle municipalità verdiane hanno dato a queste domande - commissionate tramite sondaggio alla società di consulenze e ricerca Poleis di Modena per conto dell'ente intercomunale - Massimiliano Grassi neopresidente dell'Unione Terre Verdiane, che ha alle spalle la gestione della delega alla Sicurezza, negli scorsi due anni.
"Vogliamo costruire politiche di sicurezza e vivibilità vicine ai cittadini, ascoltando i bisogni che esprimono in una società caratterizzata sempre più dalla frammentarietà e dal moltiplicarsi dei portatori di interessi particolari. In questo senso desidero impegnarmi affinchè il concetto di "unione" - alla base dell'Unione dei Comuni delle Terre Verdiane che conta 83.540 abitanti  in base all’ultimo censimento Istat - sia un effettivo messaggio di coesione nel proporre un sistema territoriale unito e forte della sua identità da difendere. Insomma, l'Unione delle Terre Verdiane può fare molto per salvaguardare l'immagine di un territorio parmense sinonimo di "qualità della vita" perché alla base c'è la sostanza data dalla volontà di salvaguardare l'interesse della collettività, anche in termini di sicurezza urbana e stradale”.
I sondaggi sono stati effettuati, a campionamento diviso per fasce d'età e zone di residenza, scolarità e professione. Sono stati rielaborati e presentati aggiornati per rafforzare le politiche volte alla sicurezza del territorio
Le preoccupazioni dei cittadini. Su 1577 risposte multiple alla domanda “oggi nel Comune dove abita, cosa la preoccupa maggiormente?”, quattro sono i dati interessanti: il 16,2 % degli intervistati non ha individuato una preoccupazione specifica immediata; il 14 % non ha evidenziato emergenze spiccate; ma il 14,3 % ha indicato la presenza di extracomunitari come fattore di preoccupazione; il 10,7 % ha posto l'accento sul problema dei furti, della delinquenza e dei vandalismi; l'8,3 % è preoccupato per la mancata sicurezza in strada e soprattutto fuori di sera; la criminalità allarma il 5,2 % degli intervistati e il 5,5 % è preoccupato per il traffico e un altro 5,5 % “non dorme sonni sereni” per la situazione economica, la precarietà del lavoro e l'economia.
Tra le percentuali più basse - ma comunque presenti - spicca  la preoccupazione per una diffusa e crescente maleducazione (1,3 %) che porta con se inciviltà e poco rispetto per il prossimo.
Quasi tutti ammettono la efficace presenza delle forze dell'ordine perché solo l'0,8 % degli intervistati vorrebbe più controllo.
“Commentando i dati si evince come l'indicazione spontanea di una fetta di cittadini nell'area complessiva delle Terre Verdiane sia quella di non ravvisare un'emergenza catalizzatrice: però extracomunitari, furti, vandalismi emergono poi nell'opinione comune come le problematiche più forti”.
La risposta dell’Unione. “E’ da costruire giorno per giorno prevenendo con lungimiranza, arginando, intervenendo: dunque bisogna cercare di avere la vista lunga per capire le problematiche emergenti e poi agire. In questo senso: parecchi Comuni hanno attivato convenzioni e assicurazioni a tutela delle famiglie in caso di furti nelle case dove sia presente un anziano; in convenzione con Lo Jack Italia il Corpo Unico della Polizia Municipale dell’Unione ha avviato convenzioni per l’installazione di un efficace sistema di antifurto e localizzazione dei veicoli eventualmente rubati. La “domanda” di sicurezza della popolazione è, infatti, in costante crescita, come confermano la particolare attenzione riservata a questo tema dalle istituzioni e i sondaggi degli istituti di ricerca. L’Unione ha installato sui tredici Comuni del territorio verdiano un numero considerevole di videocamere di sorveglianza con scopo preventivo”.
La Polizia Municipale delle Terre Verdiane si avvale di un parco mezzi attrezzato con una quarantina di veicoli: 26 autovetture di pattuglia, 3 moto, 2 stazioni mobili, 6 biciclette e 2 ciclomotori. La sicurezza urbana sui Comuni dell’Unione Terre Verdiane ha visto impegnati – per dare un esempio -  in sette mesi 926 servizi di pattugliamento per 1.852 turni dal 1 maggio 2007 al 31 dicembre 2007. I veicoli controllati nell’ambito di queste operazioni sono stati 3.594, le persone controllate 3.768 e quelle arrestate 8. Importante è il dato sulle chiamate ricevute dalla Centrale Operativa del Corpo Unico con sede nel quartiere La Bionda a Fidenza: sono 7.089 in sette mesi, cioè dal 1 maggio 2007, con una media di oltre mille chiamate al mese. Invece, gli interventi diretti su chiamata sono stati 5.204.
Cosa chiede il cittadino delle Terre Verdiane? Ecco allora che analizzando la domanda "la sicurezza significa soprattutto garantire cosa?", le risposte sono state: 69,9 % garantire il controllo della criminalità chiesto a gran voce maggiormente dalla fascia d'età tra i 35 e i 44 anni e dalle casalinghe (dai furti negli appartamenti agli scippi, dai traffici illeciti che creano coni d'ombra ai vandalismi, dalla tutela delle donne sole fuori casa di giorno e di sera alla certezza della pena); 34,8 % garantire la sicurezza della salute (che scende al 28 % nel Comune di Salsomaggiore) desiderata da chi ha più di 65 anni, soprattutto pensionati; 32,7 % garantire il lavoro e la tranquillità economica; 26,2 % la vivibilità ambientale sognata di più da chi ha una scolarizzazione più alta; 25,9 % il recupero dei valori e dell'educazione a sorpresa richiesto dai giovani tra i 18 e i 24 anni.
Criminalità e insicurezza. Alla domanda "pericolo criminalità comune: il suo Comune com'è?", molteplici sono state le risposte. Ecco una sintesi: Fidenza (molto sicuro 3,4 %, abbastanza sicuro 70,7 %, poco sicuro 22,5 %, per niente sicuro 2.6 %; non so 0.7 %).
Area Fontanellato-Fontevivo-San Secondo-Trecasali: (molto sicuro 6 %, abbastanza sicuro 72.3 %, poco sicuro 18.6 %, per niente sicuro 2.6 %; non so 0.3 %; non risponde 0.3%).
Area Roccabianca, Busseto, Soragna, Sissa: (molto sicuro 7.2 %, abbastanza sicuro 66 %, poco sicuro 22,3 %, per niente sicuro 3.8 %; non so 0.6 %).
Salsomaggiore Terme: (molto sicuro 3.8 %, abbastanza sicuro 54.9 %, poco sicuro 34.5 %, per niente sicuro 6.2 %; non so 0.3 %, non risponde 0.3 %).
A fronte di questi dati, poi il 32.7 % percepisce aumentata la criminalità nel proprio territorio, il 57,4 % ritiene che sia rimasta ai livelli precedenti, il 6.8 % non sa giudicare e il 3.1 la valuta diminuita.
Vittime di reati. Nell'arco temporale degli ultimi tre anni le vittime di uno o più reati sono risultate il 16,6 %, ma la percentuale cala all'8.3 % in riferimento solo all'ultimo anno: i più colpiti risultano i giovani tra i 18 e i 34 anni e i lavoratori autonomi. Il reato più diffuso nei Comuni delle Terre Verdiane è il furto in appartamento (30 %) vissuto come molto invasivo da parte dei cittadini sotto il profilo psicologico e di danno economico, 14.8 % per furto di oggetti personali, 14.4 % furto su automobili diverso dal furto di veicoli al 3 %; il 14 % ha subito un tentato furto in casa. Il borseggio al 6.4 % ha colpito soprattutto donne tra i 35 e i 44 anni.
Il 13.1 % ha dichiarato di aver subito atti vandalici, il 4.2 % uno scippo, il 3.8 % un'aggressione, il 3.8% una truffa e lo 0.4 % una rapina.
Nel 100 % dei casi i cittadini hanno denunciato il furto di auto, la sgradita visita dei ladri in appartamento e il borseggio. Vengono denunciate meno truffe e scippi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia