-2°

Provincia-Emilia

Terre Verdiane, arriva un "etilometro delle droghe"

Terre Verdiane, arriva un "etilometro delle droghe"
0

La Polizia municipale delle Terre verdiane ha un nuovo strumento per scoprire chi si mette alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

Si tratta del Cozart Dds, che rileva in pochi minuti se l'autista ha assunto sostanze stupefacenti prima di guidare. Il nuovo strumento viene sperimentato nei tredici Comuni dell’Unione delle Terre Verdiane. La nuova apparecchiatura è in grado di rilevare tracce di droga nell'organismo, grazie all'analisi istantanea della saliva. Il Cozart Dds reagisce a uno spettro molto ampio di droghe: cannabinoidi, metadone, anfetamina, cocaina, oppiacei, benzodiazepina. La sperimentazione del test si propone di verificare l'efficacia del tampone confrontandola con gli esami del sangue.
Il nuovo strumento ha già dato efficaci risultati a Bologna a fine maggio e debutta ora nel Parmense per garantire un’estate in sicurezza. È una delle prime esperienze di questo tipo in Italia ed è stata presentata nella sede della Centrale Operativa di Fidenza (Nucleo di Sicurezza Urbana) - dal neo presidente dell’Unione Terre Verdiane Massimiliano Grassi con il comandante del Corpo Unico della Polizia Municipale Terre Verdiane Claudio Malavasi, il vicecomandante del Corpo Unico Pm e responsabile del Nucleo di Sicurezza Urbana e Centrale Operativa Luciano Soranno, oltre all’assessore alla Sicurezza e Viabilità del Comune di Fidenza Andrea Massari.

«Il progetto è sicuramente uno dei più innovativi e avanzati  nel nostro paese in tema di prevenzione e monitoraggio - sottolinea Grassi -. Il Cozart Dds potrà essere considerato come prova dello stato di alterazione da sostanza stupefacente, come già avviene in Inghilterra. Nel nostro Stato è applicato tuttora in fase sperimentale tanto che dopo l’eventuale fermo dell’automobilista, se la persona risulta positiva al tampone Cozart, viene subito condotto dagli agenti della Polizia Municipale all’azienda sanitaria più vicina per effettuare le analisi del sangue. Questo ulteriore passaggio è un criterio di serietà utile e necessario per rafforzare la successiva denuncia per guida sotto stupefacenti dei fermati. L'esame del sangue resta infatti per ora l’unica prova riconosciuta dalla legge a questo proposito, ma per chi si rifiutasse di sottoporsi agli esami scatterebbero comunque il fermo amministrativo del veicolo, pesanti sanzioni e la sospensione della patente».

Già ribattezzato dalla stampa «l'etilometro per le droghe», l'apparecchio Cozart rivela in pochi minuti se la persona al volante e' sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Consiste in un kit-valigetta attrezzato. Come funziona? Lo spiegano il comandante Malavasi e il commissario Luciano Soranno. «Basta prelevare un po' di saliva con un tampone di cotone che - spiegano - viene poi inserito in un boccetto che contiene un reagente particolare: si fa scorrere il boccetto su un piano e poi si mettono quattro gocce su una cartuccia. Con una spugnetta si inserisce la cartuccia nell’apposito macchinario e si attende la stampa che consegna agli agenti l’esito del risultato. Tutta l’operazione dura pochi minuti. Dal risultato si capisce se l'autista ha assunto sostanze prima di guidare. La sperimentazione si propone di verificare l'efficacia del tampone confrontandola poi con gli esami del sangue, come richiesto dalla procedura di validazione».

Di fatto quello con il Cozart Dds è un pre-test. Una volta validato, infatti, può essere utilizzato anche a fini legali. Al momento la verifica si fa con gli esami delle urine, che però, a differenza di quelli sulla saliva, possono risultare positivi anche se l'assunzione è avvenuta fino a 20 giorni prima. Le sanzioni vanno da 1.500 a 6mila euro di multa, l’arresto da 3 a sei mesi e sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria