Provincia-Emilia

E' tornato a casa il benzinaio rapinato a Sorbolo

E' tornato a casa il benzinaio rapinato a Sorbolo
0

 Cristian Calestani

Ha trascorso una notte in ospedale in osservazione, ma ora sta meglio ed ha già fatto ritorno a casa. Rimane però lo choc per essersi trovato davanti un bandito, per aver ricevuto un colpo in testa e per  essere stato rapinato dell’incasso di giornata.
E’ fortunatamente rientrato l’allarme sulle condizioni di salute del 31enne di Brescello colpito al capo con il calcio di una pistola durante la rapina portata a compimento all’Agip di Sorbolo che gestisce, da alcuni mesi, insieme al fratello. 
Ieri la saracinesca del gabbiotto del distributore di via Mantova è rimasta quasi sempre abbassata. Solo verso l’ora di pranzo il fratello della vittima dell’aggressione è entrato nel gabbiotto per compiere alcune operazioni insieme al procuratore della struttura. 
Molto probabilmente si è trattato soltanto di attività di routine volte a garantire quantomeno il corretto funzionamento del self-service e per riordinare quanto la sera prima era stato messo a soqquadro. 
Adesso all’interno del gabbiotto lo schermo del pc non più è rovesciato sul tavolo, così come il registratore di cassa non è più fuori posto;  ma nonostante siano scomparsi i segni tangibili della rapina, fanno ancora male i ricordi di quegli attimi in cui il gestore della struttura è stato aggredito, picchiato e rapinato. 
«Una persona viene qui per fare il proprio lavoro e poi succedono questi episodi» aveva sussurato lunedì serà, subito dopo la rapina, un’amica della famiglia della vittima accorsa immediatamente, insieme a tanti parenti, alla stazione di servizio.
Ssecondo quanto ricostruito dai carabinieri di Sorbolo,  in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Parma, il gestore era giunto al distributore intorno alle 19.30 di lunedì (giornata di riposo per la stazione di servizio) probabilmente per ritirare i contanti presenti all’interno della colonnina del self-service. 
I rapinatori - ancora non si sa con certezza quanti anche perché il distributore non sarebbe dotato di telecamere - hanno sicuramente atteso quel momento per entrare in azione. 
Il gestore avrebbe tentato di difendersi sarebbe stato colpito in testa con il calcio della pistola dai rapinatori: un colpo violento che lo ha fatto cadere a terra stordito. Ad accorgersi di quanto accaduto è stato un automobilista giunto per fare rifornimento che ha notato la presenza del gestore a terra nel gabbiotto e ha dato l'allarme. 
Il gestore è stato trasportato in ospedale dove nella notte tra lunedì e ieri è stato sottoposto a una Tac per valutare l’entità del trauma cranico commotivo riportato. Ieri il ritorno a casa, anche se ancora visibilmente sotto choc per quanto successo. 
Parecchi commercianti di Sorbolo hanno espresso solidarietà alla vittima della rapina, ma hanno anche espresso la loro paura per lo stato di perenne insicurezza del loro lavoro. 
Dopo l’episodio di lunedì la loro paura è aumentata ulteriormente. «Quando esco con l’incasso lo faccio accompagnata da almeno un’altra persona» ha raccontato Simona Dall’Aglio della tabaccheria di via Marconi. «Dispiace per la vittima di questo episodio - dicono alla «Ferrari» di via Mantova - lavora qui da poco, è un bravo ragazzo. A lui non possiamo che esprimere tutta la nostra solidarietà e vicinanza». 
Ma se ci si ferma a parlare di microcriminalità con un esercente è inevitabile che tutti, nel passato più o meno recente, abbiano il loro non certo invidiabile episodio da raccontare. 
E’ il caso di Elisa Allodi che un paio di anni fa subì un furto nel suo negozio di ottica. Oppure del barista Maurizio Cotti: il suo «Non solo bar» è stato violato dai ladri per cinque volte nel giro di pochi mesi. 
«La verità è una sola: non siamo protetti: le leggi italiane non ci tutelano», dice un altro commerciante. Graziano Agnetti, invece, è benzinaio alla Esso e ha raccontato di alcuni tentativi di rapina andati a vuoto in passato. «Ormai qui siamo nel Far West - aggiunge - ci sono pochi controlli: i vigili non si vedono mai, mentre i carabinieri hanno carenze di personale». 
Ma tra tanti commenti negativi, c'è anche chi non vede tutto nero. «Siamo qui da poco - dice Cinzia Del Miglio de «Il posticino» - un po' di paura c'è sempre, ma direi che Sorbolo è ancora un posto tranquillo. Episodi come quello di lunedì sera, per fortuna, sono ancora situazioni isolate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Sanzionata una signora 78enne che non poteva portare fuori la spazzatura e si è affidata a un vicino

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

7commenti

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Ds Vagnati, lo "accoglie" D'Aversa:"Felice di averlo al mio fianco"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

MILANO

Cadavere di donna avvolto in cellophane in cava dismessa

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

SOCIETA'

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)