14°

fontevivo

Addio a Erika Baratta, il coraggio di non arrendersi di fronte al male

Aveva 39 anni e faceva l'estetista. Anche la mamma Anna era morta molto giovane

Addio a Erika Baratta, il coraggio di non arrendersi di fronte al male
0

C'erano anche i labari di Avis e Lilt accanto alla bara di Erika Baratta durante il commosso e partecipato commiato dell’intero paese. «Ha lottato come un toro contro la malattia, ma non ce l’ha fatta. L’unico conforto è che, fino all’ultimo, ha avuto accanto le persone che le erano più care e che in tutti questi anni ha avuto una famiglia e un marito meravigliosi», commentano con gli occhi lucidi le amiche di sempre. Erika è stata stroncata a soli 39 anni da un tumore che già quasi una decina di anni fa aveva dato le prime avvisaglie. Trentanove anni che hanno visto grandi difficoltà ma tantissimo amore, dimostratole sempre da chi le voleva bene. «Erika ha perso la mamma da ragazzina: Anna aveva solo 34 anni quando è morta, anche lei di malattia – ricordano gli amici dell’Avis, associazione a cui, insieme alla Lilt, la famiglia ha chiesto di devolvere eventuali offerte al posto dei fiori -. Da allora tutti si sono stretti attorno a lei, specialmente la zia Mariangela che le ha voluto bene come a una figlia». Da Fontevivo se n’è andata presto, per costruire il suo progetto di vita insieme a David che ha sposato nel 2002. Con grande coraggio si è trasferita a Rovigo per iniziare con lui la sua nuova avventura, ma senza mai dimenticarsi della famiglia e degli amici che veniva spesso a trovare portando una ventata di allegria. Nella città veneta aveva aperto un negozio da estetista e tutto sembrava andare per il meglio. «Kikka, così la chiamavamo, era sempre positiva e solare e le bastavano cose semplici: non era certo una con dei grilli per la testa. Un gelato in compagnia, i mille colori di un campo di fiori erano le cose che le bastavano per essere contenta. Aveva un carattere improntato alla praticità e alla concretezza. Quando si è ammalata, ha sempre voluto sapere tutto e ha affrontato le cure e gli interventi a cui è stata sottoposta con coraggio e determinazione senza mai perdersi d’animo: di lei porteremo nel cuore questa grandissima forza e l’insegnamento di vita che ci ha lasciato». Quando la china si è fatta più ripida, Erika ha scelto di essere ricoverata a Parma: vicina a casa, vicina alle persone che amava. Accanto a lei il suo «angelo custode» che la conosceva fin da bambina ma che non è riuscito a salvarla dal triste finale che il destino aveva scritto per lei, il dottor De Angelis. «E’ stato vicino a lei e alla famiglia in tutti i passaggi di questa lunga malattia e ha dato a tutti coraggio fino all’ultimo», dice la cugina Daniela. Ieri per tutti è stato il giorno dell’arrivederci, «in un luogo dove, finalmente serena, il male e la sofferenza non potranno più toccarla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noè: "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

1commento

processo aemilia

Traffico di yacht e gruppi russi: quegli incontri a Parma della 'ndrangheta Tg Parma

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

Salute

Studio Efsa: 25mila morti all'anno in Europa per la resistenza dei batteri agli antibiotici

L'Italia è fra i Paesi più a rischio

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

11commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv