14°

27°

Collecchio

Quasi 900 mila euro di tributi e rette non pagati

Il fenomeno è aumentato negli ultimi cinque anni per effetto della crisi. Molti cittadini non pagano né le tasse comunali né le bollette dei servizi scolastici

Quasi 900 mila euro di tributi e rette non pagati

L'assessore al Bilancio di Collecchio

6

In tempi di crisi aumentano anche coloro che non pagano tasse, tariffe e tributi locali come Imu, Tasi e Tari, ma anche le bollette legate ai servizi scolastici come mensa e trasporto scolastico.
A Collecchio il fenomeno si è acuito negli ultimi anni, in particolare per quanto riguarda l’Imu e la Tari.
Il Comune nel corso dell’ultimo anno si è impegnato per cercare di contrastarlo e l’ufficio tributi è riuscito a recuperare 226.645 euro di tributi non pagati e 50 mila euro di rette scolastiche non pagate.
Nel corso del 2014 gli uffici comunali hanno accertato un importo legato all’evasione dei tributi pari a 752.133 euro per quanto riguarda i tributi Imu, Ici e Tares, mentre per quanto riguarda le rette per l’anno scolastico 2013 – 2014 la cifra è di 140 mila euro.
L’assessore al bilancio Silvia Dondi ha precisato che il Comune sta facendo il possibile per ovviare a questo problema, anche se le procedure di recupero dei crediti sono complesse e richiedono un impegno consistente da parte degli uffici competenti.
«Basti pensare – spiega – che l’attività di accertamento, relativa alla sola Tares – Tributo comunale sui rifiuti – ha comportato da parte degli uffici competenti l’invio di 700 solleciti, che hanno permesso di recuperare parte degli arretrati. Oggi il numero di chi non ha pagato si è ridotto a 400, a queste persone sono stati inviati successivi avvisi di accertamento con l’applicazione di sanzioni ed interessi».
La questione dei tributi non pagati provoca conseguenze sull'intera collettività collecchiese dal momento che, come hanno rilevato i gruppi di minoranza in consiglio comunale «Per Collecchio solidale» e «Liberi e unti per Collecchio», il Comune ha previsto per il 2015 un fondo di 520 mila euro legato alla copertura di crediti di dubbia esigibilità, cioè per coprire i costi di chi non paga.
Il mancato introito da parte del Comune dei tributi incide, quindi, sulle tasche di tutti i cittadini dal momento che dovrà essere coperto dal Comune stesso. «Anche lo scorso anno – precisa al riguardo Silvia Dondi - avevamo previsto un fondo per i crediti di dubbia esigibilità di circa la stessa entità che, in corso d’anno, è stato ridotto di 200 mila auro grazie alle buone pratiche avviate dall’ufficio tributi. Abbiamo attivato procedure coattive, nel 2014, per un importo pari a 375 mila euro che sono state seguite da preavviso e successivo fermo amministrativo dell’automezzo di proprietà di chi non paga, con la possibilità di arrivare al prelievo sugli stipendi dei morosi, sempre che vi sia questa possibilità, cioè che chi non paga abbia uno stipendio. I tempi però sono piuttosto lunghi se si pensa che i tempi tecnici legati al recupero sono almeno di un anno e mezzo per ogni pratica».
Anche nel collecchiese il fenomeno dell’evasione sui tributi locali si è intensificato negli ultimi cinque anni a seguito della crisi che ha inciso sul reddito di alcune famiglie in modo negativo sopratutto per coloro che hanno perso il lavoro o per chi è dovuto entrare nella fascia del disagio sociale.
«Non parlerei di furbetti delle tasse – conclude al riguardo l’assessore Silvia Dondi- ma piuttosto di situazioni di necessità contingenti a cui ci troviamo a dover far fronte anche da un punto di vista sociale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    30 Maggio @ 07.55

    vignolipierluigi@alice.it

    'Se si pensa che i tempi tecnici per ogni pratica sono di un anno e mezzo'! Speriamo che i propropronipoti arrivino alla fine! Diciamo che gli addetti al servizio impiegano una giornata per istruire una pratica, ed essendoci circa 450 o più pratiche ci vuole un anno e mezzo per esaurire? Però c'è qualcosa che stride?

    Rispondi

  • paolo

    13 Maggio @ 08.51

    inconcepibile, l'assessore è anche un politico e parla così, ma andate a prendere i soldi per favore. Qui c'è gente che dice che c'è crisi perchè fa fatica ad andare al ristorante. Io da collecchiese le tasse dei ladri non le voglio pagare,

    Rispondi

  • annamaria

    09 Maggio @ 23.35

    Penso che siano ben pochi quelli che veramente non possono pagare, ma coloro che devono controllare,un pò per paura di essere accusati di razzismo, un pò per indifferenza, un pò per un insopportabile e malinteso senso di buonismo, ignorano le leggi (che forse sono anche abbastanza buone ?), lasciando che i cialtroni vivano beffardamente alle spalle dei soliti noti. Io non sono capace di evadere, non posso neppure farlo in quanto dipendente prima e pensionata ora, non sono perfetta, ma sono stufa questo si, immensamente stanca di pagare per gli arroganti, nullafacenti , evasori e di avere dei controllori privi di coerenza e di coraggio e di rigore , che di solito non controllano un bel niente, perchè è più comodo usare la crisi anche per le proprie mancanze. ( Sia chiaro, prima di andarci di mezzo io, che non mi riferisco alla signora in questione. Sia mai che per dare "il buon esempio" venga usato il primo sempliciotto).

    Rispondi

  • la camola

    09 Maggio @ 16.01

    L'aumento del buonismo ipocrita altro non produce che delinquenti e malfattori.

    Rispondi

  • federicot

    09 Maggio @ 09.00

    federicot

    Collecchio è il comune della provincia con il reddito medio pro capite più altro. Non diamo la colpa alla crisi....per favore. Diciamo le cose come stanno.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ricevi gratis le news più importanti in tempo reale con il BOT di Gazzetta

LA NOVITA' 

Ricevi gratis le news più importanti in tempo reale con il BOT di Gazzetta

Lealtrenotizie

Parma calcio sorteggio

LEGA PRO

Play-off: il Parma giocherà con la Lucchese

Sondaggio: i nostri lettori speravano nei toscani o nella Reggiana. In caso di passaggio del turno, i crociati incontrerebbero la vincente di Pordenone-Cosenza

9commenti

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti

2commenti

ENERGIA

Enel smetterà di cercare nuovi clienti via telefono

Novità dal 1° giugno

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali, il sindaco: "Pagheranno le famiglie"

tg parma

Tubercolosi: migliora il 17enne malato ma c'è un altro caso "sospetto" al Rondani Video

2commenti

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

2commenti

PARMA

Spacciava eroina in via Spadolini: condannato a 4 anni

Aveva 5,5 chili di cannabis: patteggia 36enne

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

1commento

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

Alimentare

Parmacotto rilancia il brand sui canali digitali

ESTATE

Torna "Musica in castello": 36 eventi in tutta la provincia

Chiesa

Azione Cattolica: il parmigiano Matteo Truffelli confermato presidente

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

Gazzareporter

Le foto di una lettrice: "Neviano de Rossi, una strada praticamente abbandonata..."

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Napoli

Padre e figlio uccisi a Giugliano: forse è una rapina

MODA

Laura Biagiotti è gravissima

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

CICLISMO

Giro: a Van Garderen il tappone dolomitico

MOTORI

novita'

Mazda CX-5, il Suv compatto che sfida i marchi premium

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza