fornovo

La discarica di Monte Ardone non sarà ampliata. Per ora

La discarica di Monte Ardone non sarà ampliata. Per ora

La discarica di Monte Ardone

0

Consiglio monotematico sulla discarica di Monte Ardone. Su richiesta del capogruppo di minoranza, Andrea Belli, e alla luce dell’ultimo incontro dell’Osservatorio della discarica, oltre che del dibattito apparso in più occasioni sulla stampa nelle scorse settimane in merito ad una richiesta di ampliamento, è stata convocata la seduta su Monte Ardone.
La richiesta presentata da Palladio team nei mesi passati era finalizzata a eliminare dall’Autorizzazione integrata ambientale in suo possesso il vincolo della quantità di rifiuti conferibili all’impianto (300.000 tonnellate), mantenendo unicamente il vincolo del volume massimo autorizzato (300.000 metri cubi). Ad illustrare quanto emerso dall’incontro dell’osservatorio, la consigliera Maria Teresa Gardelli, che presiede l’organo di controllo. «E’ stato un incontro significativo dal quale è emerso, dagli interventi della consigliera provinciale delegata all’Ambiente Michela Canova e della funzionaria Beatrice Anelli che non c’è in questo momento nessuna richiesta di ampliamento da parte del gestore Palladio. Quella presentata nei mesi scorsi è stata rigettata perché non rispettava le regole formali. Non solo: si potrà parlare di modifiche solo dopo un percorso di valutazione, uno screening che dovrà contenere una serie di pareri, analisi e verifiche. Solo a fronte di questo percorso la Provincia valuterà se inoltrare alla Conferenza dei servizi l’eventuale richiesta, comprensiva di tutte le analisi di Arpa e Ausl, sia di routine che specifiche, nella forma e con i documenti previsti». Altro attore presente all’osservatorio, l’autorità di bacino, competente per gli aspetti acqua e stabilità del sito: una delle principali preoccupazioni della Provincia riguarda infatti la tenuta di tutta l’area. Da quanto emerso dalla relazione dei geologi non esistono falde acquifere sotto l’area di conferimento. La parola è quindi passata a Belli: «Siamo molto a ridosso di scadenze importanti: la discarica ha raggiunto 280mila tonnellate di conferimento sui 300mila previsti. Alla conferenza dei servizi spetterà la decisione finale ma io mi aspettavo in questa sede un parere politico dell’amministrazione, al di là delle incombenze tecniche: quali sono le intenzioni degli amministratori, qual è il loro piano strategico di Monte Ardone? Ho fiducia negli organi di controllo e istituzionali ma in questa sede vorrei trattare l’aspetto politico: a nostro parere, pur non avendo responsabilità diretta, se la discarica prevedeva il conferimento di 300mila tonnellate per andare a saturazione, pensiamo che raggiunta questa quota debba chiudere: è un patto con la cittadinanza che va rispettato. Avrei desiderato più trasparenza nella vostra comunicazione: c’è stata una richiesta che è stata rigettata invece di dire non esistono richieste di ampliamento. Con gli introiti della discarica avremmo desiderato una riduzione dei costi sui rifiuti che ai massimi livelli consentiti». A replicare il sindaco Grenti che ha ricordato come, per legge, «il servizio rifiuti vada interamente pagato con i soldi dei cittadini: se il costo del servizio aumenta, come accaduto, la bolletta deve aumentare di conseguenza per coprire il 100% dei costi. Per quanto riguarda la discarica - ha detto Grenti - che ci siamo ritrovati a dover gestire, non vediamo l’ora che venga chiusa. Ma esistono aspetti tecnici e per niente politici: se il gestore, privato, nell’ambito dell’attività che esercita chiede, ad esempio, di effettuare una riprofilatura che ritiene indispensabile per la tenuta dei versanti, non è un aspetto di natura politica ma tecnica ed occorrono motivazioni solide per contestarlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il "balletto" del ghiaccio di Montreal

doctor web

Montreal, ecco cosa succede se la strada si può solo... pattinare Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Incornato da un toro: grave allevatore

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Matricole

Università, aumentano gli iscritti a Parma: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

3commenti

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

27commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

4commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

tg parma

Festival Verdi: a rischio il finanziamento Video

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio

Da venerdì 9 dicembre a domenica 8 gennaio tornano le iniziative del Cinefotoclub

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video