11°

27°

Provincia-Emilia

Reggio, le imprese di pompe funebri facevano "cartello": 14 indagati, due nel Parmense

Reggio, le imprese di pompe funebri facevano "cartello": 14 indagati, due nel Parmense
5

Alcune imprese di onoranze funebri avrebbero costituito una sorta di cartello per «spartirsi» il mercato dei funerali a Reggio. Un cartello fra almeno una decina di imprese, che avrebbe escluso eventuali concorrenti. Un'indagine dei carabinieri di San Polo d'Enza ha così portato all'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione per 14 persone, fra le quali diversi titolari di imprese di pompe funebri. Due di queste sarebbero imprese della provincia di Parma.
I provvedimenti restrittivi sono scattati questa mattina, dopo un'indagine - coordinata dal pm Maria Rita Pantani - avviata dai militari di San Polo d'Enza nell'agosto 2008. L'operazione è denominata «Last Travel». Ci sono 4 provvedimenti di natura cautelare e altri dieci indagati.

Le indagini sono partite nell'agosto 2008 grazie alla segnalazione del titolare di un’azienda di onoranze funebri, successivamente risultato coinvolto anch’egli nel giro illecito, secondo quanto riferito dai carabinieri. È stata scoperta un’associazione per delinquere molto complessa e ben organizzata che vedeva coinvolti, oltre ai proprietari delle imprese funebri, anche addetti della camera mortuaria dell'Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio. Addetti che nella fattispecie rivestivano la qualifica di «incaricati di pubblico servizio».
Attraverso riscontri oggettivi e indagini tecniche i militari hanno scoperto che gli indagati, in diverse occasioni, hanno convinto i parenti dei defunti dell'ospedale di Reggio ad affidare il funerale a una delle imprese di onoranze funebri del "cartello". Nessuna minaccia, a quanto pare, ma comunque una rodata opera di «persuasione». Gli impiegati delle camere mortuarie coinvolti nel "giro" avevano un compenso di circa 200 euro per defunto, pagato direttamente dalle imprese che si aggiudicavano il funerale.

Il danno arrecato da questo comportamento - hanno detto oggi i carabinieri reggiani - oltre che gravare sui cari dei defunti e soprattutto nei confronti delle imprese di pompe funebri fuori dall’accordo, con potenziali danni per migliaia di euro. Il mercato è piuttosto ricco, con un giro medio di 1.300 defunti l’anno.
L’accusa mossa agli indagati è di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Nell’indagine - che ha visto complessivamente 14 persone indagate - ha visto i carabinieri di San Polo d’Enza operare a Guastalla e Cadelbosco Sopra, per dare esecuzione a un provvedimento di custodia cautelare (agli arresti domiciliari) e 3 misure coercitive (con l’obbligo di presentazione alla P.G.), riferite rispettivamente a titolari di imprese funebri residenti a Cadelbosco Sopra e Guastalla.
Le misure cautelari sono state emesse dal Tribunale della Libertà di Bologna, che ha accolto l’appello del pm contro il precedente rifiuto di misure di custodia cautelare deciso i tribunale a Reggio.

Fra gli indagati ci sono tre necrofori (due residenti a Reggio Emilia e uno a San Polo d’Enza). Sono 11 i titolari di imprese funebri coinvolti: oltre i quattro già detti, anche due residenti a Reggio Emilia, due in provincia di Parma, uno a Boretto, uno a Scandiano, uno a Poviglio ed altro a Cadelbosco Sopra.

Sulla vicenda interviene anche l'associazione consumeristica Codacons, secondo cui il "business del caro estinto" è molto diffuso in Italia e procurerebbe un giro d’affari di tre miliardi e mezzo di euro per più di 5mila imprese funebri. L’associazione dei consumatori «avvisa i consumatori che questi funerali con tangente incorporata costano mediamente il 30% in più rispetto al normale».

(nella foto diffusa dai carabinieri, alcune persone ascoltano i "consigli" di uno degli indagati negli spazi della camera mortuaria)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco antonio

    20 Novembre @ 18.38

    IL FUTURO RIMANE INCERTO................ SAPPIATE VIVERE CON LA FORZA CHE AVETE DENTRO,. NON SEGUITE IL VIL DENARO......MEGLIO ESSERE CHE AVERE. TUTTI IN QUEL POSTO DOBBIAMO RITIRARCI. IN MERITO A QUESTA INCHIESTA MI VIENE IN MENTE .....NON C'E' PACE TRA I CIPRESSI

    Rispondi

  • MICHELE

    20 Novembre @ 18.14

    niente di nuovo! a me e' successo nel Novembre 2008. all'ospedale di Reggio Emilia mi era stata segnalata una agenzia di pompe funebri di Reggio Emilia,ma io ho deciso di fare per conto mio,proprio perche' mi sembra veramente scandaloso che si speculasse "anche" sulle morte delle persone.

    Rispondi

  • luca

    20 Novembre @ 16.03

    dalle voci di corridoio che ho sentito ultimamente, che le pompe funebri guadagnino poco,è una "BG".... una Balla Gigante....ne conosco di vista una persona che fa questo mestiere.... (un'impresa non di Parma),gira col Porsche.... non so se mi spiego..... a conti fatti è chiara una cosa.... tutto costa a questo mondo..... anche morire.....

    Rispondi

  • davide

    20 Novembre @ 13.06

    beh,nn è certo una novità che c siano tutte queste speculazioni sui poveri defunti......poi gli impresari di onoranze funebri dicono che non c guadagnano granchè,mah....ho parecchi dubbi su ciò....

    Rispondi

    • Accorsi D.

      20 Novembre @ 15.38

      Piove sul bagnato, non e' sicuro una novita', pensando a quanto le imprese guadagnano su un funerale.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

7commenti

Lealtrenotizie

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

incidente

Investita in viale Piacenza: donna incinta ricoverata al Pronto soccorso

Pomeriggio nero sulle strade cittadine: tre incidenti in poche ore

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

tardini

Da domani (sabato 27) la prevendita di Parma-Lucchese

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

7commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

6commenti

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

piacenza

Ville con piscina confiscate da Gdf a famiglie di giostrai

piacenza

Maestre arrestate per maltrattamenti, intercettazioni: "Se ci vedessero fare così ci arrestano"

WEEKEND

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

Moto

Rossi, notte serena all'ospedale

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima