-2°

Provincia-Emilia

Droga nella portiera dell'auto: sequestro di 1,7 kg di cocaina - Droga venduta su Facebook: due fermi

Droga nella portiera dell'auto: sequestro di 1,7 kg di cocaina - Droga venduta su Facebook: due fermi
20

I carabinieri della Compagnia di Borgo Val di Taro hanno arrestato, in flagranza di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, DHIMA Arben, 30enne cittadino albanese, residente a Fornovo Taro, trovato in possesso di kg. 1,700 circa di cocaina, nascosti nella intercapedine della portiera della sua autovettura.
 
Nel corso di un servizio coordinato disposto dal Comando Provinciale CC di Parma e finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei delitti in materia di sostanze stupefacenti, svolto con l’esecuzione di posti di controllo sulle principali arterie stradali, personale delle Compagnie di Borgo Val di Taro (Nucleo Operativo e Radiomobile e Stazione di Varsi) e del N.O.R. della Compagnia di Fidenza operava nella zona del casello di Fidenza dell’autostrada “A/1”.
 

Fra le auto controllate, un’Opel “Corsa”, risultata di proprietà e condotta da un individuo albanese che, da un controllo alla banca dati delle forze di polizia, risultava con precedenti in materia di droga: nel novembre 2006 era stato arrestato dalla Polizia tedesca per detenzione di circa 4 kg. di cocaina (occultati nel serbatoio di una vettura a lui in uso).
 

Per tale motivo i militari, essendosi nel contempo accorti dello stato di agitazione dell’uomo, lo conducevano presso la sede della Compagnia Carabinieri di Fidenza ove veniva inizialmente sottoposto ad una perquisizione personale, che dava esito negativo.
Ben diverso era, invece, il risultato della perquisizione della vettura che, eseguita in un’officina del luogo, consentiva infatti di rinvenire, occultati nell’intercapedine della portiera lato guida, 5 involucri, risultati contenere sostanza stupefacente tipo cocaina, del peso di circa kg. 1,705.
 

E' scattato così il sequestro della droga (che sul mercato al dettaglio avrebbe avuto un valore di circa € 80.000,00), dell’autovettura e del telefono cellulare in uso all’albanese, che veniva  arrestato e poi associato in carcere.
 

Le indagini proseguono per individuare la provenienza dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, ritenuto destinato ad alimentare il mercato dell’intera provincia parmigiana.

Droga venduta su Facebook: due fermi - Video Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pavlik

    30 Novembre @ 11.52

    In realtà, credo il problema non sia tanto l'essere italiani, albanesi, africani o norvegesi. Il problema è lo stato. Il problema sono le leggi, che mancano e quando ci sono non vengono applicate. Il problema è che chi delinque, quasi sempre la faccia franca e quando proprio gli va male gli danno 5 anni, che con l'indulto diventano 2 e che se sono incensurati escono 2 giorni dopo. L'altro estremo sarebbe la legge del taglione. Rubi, ti taglio una mano..... Insomma.... leggi serie, che vengano fatte rispettare. Vuoi venire in italia a lavorare? Bene, paghi il doppio delle tasse ed il datore di lavoro, visto che ti paga una miseria, paga il doppio dei contributi. per i primi 5 anni. Se ti comporti bene, dopo questo periodo vieni equiparato, sotto certi aspetti ad un cittadino italiano. Dopo 10 magari , giustamente, il diritto di voto.....Un po' come la patente a punti per i neo patentati che prevedono il doppio delle sanzioni. Così incrementi i soldi dello stato e puoi pagare meglio polizia e carabinieri invece di ridurgli i fondi..... Ma diciamocelo.... Chi vuole la legalità, se i primi a cercare di "aggirare" le leggi, sono proprio i politici che hanno immunità, benefit, non pagano nulla, guadagnano migliaia di euro al mese e vanno in pensione dopo 2 legislature? Anche io sono per il TUTTI A CASA.... ma non nei confronti degli albanesi, ma nei confronti della classe politica che ci governa (e scusate la battuta.... visto che non govenrano un piffero.....)

    Rispondi

  • mauro

    29 Novembre @ 12.17

    leggete gente leggete Julian noi mandiamo a casa loro 5 milioni di immigrati e gli altri ci rimandano a casa nostra 23 milioni di italiani

    Rispondi

  • parmense doc

    29 Novembre @ 10.18

    la cosa grave non è il fatto che l'albanese spacci ( diranno deve campare...altrimenti la villa a Valona come la compra?) nè il fatto ch eil suo connazionale offenda il paese che lo ospita...la cosa GRAVE è che ci sta sempre chi difende questa gente A PRESCINDERE...se spacciano, stuprano,fanno rapine in villa ect si trova sempre il no-global antirazzista ( che poi a mio parere sono più razzisti dei nazisti) che li giustifica. ma almeno lo facesse con gli italiani anche...

    Rispondi

  • Julian

    29 Novembre @ 01.03

    Per Katia; il mio commento non era assolutamente un offesa per gli italiani o per i prodotti tipici, io sono un studente lavoratore e st propio i prodotti alimentari ed ho contato il 90% con gli italiani , compreso la mia ragazza e mi ritengo abbastaza soddisfato. non sopporto il giuddizio xnofobo di certi persone, perchè se continuate cosi non farete parte neanche all'unione Africana, altro che UE o G8!! Leggi bene i commenti e non capovolgere la situazione..

    Rispondi

  • Julian

    29 Novembre @ 00.40

    La xenofobia di certe persone sta dando dei frutti, leggo che molti italiani vorrebbero che gli extarcomunitari tornasero a casa lorooooo.. bene allora in quanti siamo in italia 5 milioni??!!! PERO la legge dovrebbe essere uguale per tutti !! tuttii gli italiani a casa loro e non vi spaventate cosa sono 23 miilioni di persone in più per questo paese, avete una camera o un pezzo di terra in più? dovete condividere con i vostri fratelli già che avete una grande "armonia" tra di vuoi. Se gli immigrati tornasero a casa loro, i lavori più impegnativi chi li farebbe la gioventu italiana che preferiscono vivere con mamma e papa fino a 50 anni piuttosto che fare lo spazzino, ah per questo l'immigrato va bene!!! RIPETO, UN CRIMINALE NON HA IDENTITA E IO COME MIEI CONNAZIONALI SIAMO I PRIMI CHE CONDANIAMO QUESTI ATi NEGATIVI. Suggerisco ad alcuni commentatori di non prendere fuoco cosi velocemente, riflettete prima di giudicare una popolpo, aprite il vostro orizzonte psico mentale che non va oltre la lunghezza del vostro naso!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

I ladri fanno saltare in aria un altro Bancomat, bottino 10mila euro

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

10commenti

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

Contro il Teramo (domani al Tardini: ore 14.30): non ci saranno Lucarelli e Calaiò

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

9commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

1commento

ITALIA/MONDO

Video

Fisco sul telefono: gli avvisi dell'Agenzia delle Entrate arrivano via sms

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti