Provincia-Emilia

Felinese muore dopo il parto. Il bimbo è grave

Felinese muore dopo il parto. Il bimbo è grave
26

Cristina Campari, 36enne residente a Felino, ha partorito ieri un bimbo all'ospedale di Montecchio ma è morta per complicazioni. Il neonato è stato trasportato all’ospedale di Reggio ed è ricoverato in Rianimazione pediatrica.

La Campari era originaria di San Polo d'Enza ma abitava con il convivente a Felino. Ieri sera alle 20,50 è entrata in ospedale a Montecchio per il parto, pare al termine di una gestazione regolare. Il parto è avvenuto nel pomeriggio: per complicazioni il neonato è stato subito intubato e trasferito a Reggio. La madre ha avuto un'emorragia improvvisa alcune ore dopo ed è morta. In ospedale sono giunti i carabinieri di Montecchio Emilia, che stanno svolgendo accertamenti. L'indagine è coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Reggio Emilia Maria Rita Pantani.

L'Ausl di Reggio Emilia ha diffuso una nota nella quale spiega che la paziente ha perso la vita "a seguito di una complicanza rara e imprevedibile avvenuta nelle prime ore successive al parto. Tutti gli interventi messi in atto da parte dei sanitari con tempestività sono risultati purtroppo vani. Il neonato, che ha subito manifestato una grave sofferenza perinatale, - continua l'Ausl - è stato prontamente assistito e rianimato e tempestivamente trasferito al Reparto di Neonatologia dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Si è trattato di un evento tragico che ha profondamente colpito e addolorato tutto il personale dell’ospedale, partecipe, con commozione, al dolore dei familiari". L'Ausl esprime le condoglianze ai famigliari e sottolinea la sua "totale disponibilità" a collaborare con gli inquirenti che faranno luce sull'accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ilaria

    21 Dicembre @ 23.03

    Anche a Parma il neonatologo interviene in sala parto solo quando ci sono parti prematuri o complicanze conosciute prima della nascita. Altrimenti anche a Parma si partorisce come negli altri ospedali. Se il neonato sta male deve essere comunque trasportato al Cattani che è un padiglione diverso dalla maternità e diviso da quest'ultima. I neonati, se hanno complicanze successive al parto, possono essere tranquillamente trasportati nei reparti di neonatologia. Purtroppo qui il problema non mi sembra sia stata la presenza o meno della neonatologia, ma il sopraggiungere di una complicanza della mamma che, a quanto dicono i medici, era imprevedibile e rara. Vedremo se le indagini della magistratura confermeranno o meno queste versione. Il discorso sulla neonatologia o meno non ha molta attinenza con questa tragedia. Sono mamma da poco e posso solo immaginare il dolore che sta provando la famiglia. Il mio pensiero va al piccolo Riccardo. Siamo con te!

    Rispondi

  • mamma esausta

    17 Dicembre @ 19.05

    Grazie signor Balestrazzi per aver stoppato una serie di commenti inopportuni... di fronte a una tragedia del genere la prima emozione che purtoppo mi ha accompagnato tutto il giorno è stata DOLORE e da mamma penso alla fortuna che ho ad avere due figlie di 17 e 9 anni..( sono nate a Montecchio, ma ha importanza??) Non riesco a smettere di pensare che la giovane mamma ha lasciato anche una figlia di 14 anni... che Dio l'aiuti ad aggrapparsi con amore al fratellino che mi auguro starà meglio al più presto e ad accettare la morte della mamma, non causata nè dalla nuova vita nè dalle mura entro le quali ha partorito... la vita è un mistero... ricordiamoci delle cose veramente importanti ora che il Natale per qualcuno si avvicina in modo così doloroso... Una preghiera per tutta la famiglia

    Rispondi

  • Anna

    17 Dicembre @ 11.27

    Pare così impossibile che nel 2009, con le conoscenze scientifiche di cui disponiamo, si possa ancora morire di parto. Non importa il nome dell'ospdale, non importa chi ha scelto qualcosa. Il destino è stato crudele nei confronti di quella mamma, di quel papà e di quel bimbo. Speriamo che il papà abbia presto il suo piccolo da stringere stretto e tenersi vicino, e che riesca a superare un dolore così grande. Un abbraccio a tutta la famiglia, vi sono vicina con tutto il cuore.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    17 Dicembre @ 10.43

    "Scusate se mi inserisco, ma non mi sembra giusto che di fronte a una così grave tragedia il dolore e il rispetto di chi soffre lascino il posto a una contesa sgradevole anche nei toni. Sicuramente avete sollevato temi importanti e su cui riflettere, ma ora vi pregherei di lasciare questo spazio a chi vuole utilizzarlo per messaggi di solidarietà ad una famiglia così gravemente colpita. Poi ci sarà tempo per altre riflessioni. Grazie (Gabriele Balestrazzi)"

    Rispondi

  • mary

    17 Dicembre @ 10.39

    Santuzz davvero non capisco questo suo accanimento sicuramente sono d'accordo con gli altri non è la sede adatta a fare recriminazioni ... in questo momento c'è un bambino che sta lottando per la vita e delle famiglie distrutte dal dolore ...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)