22°

Provincia-Emilia

Maltempo in Val Parma e Cedra: danni per oltre 2 milioni di euro

Maltempo in Val Parma e Cedra: danni per oltre 2 milioni di euro
Ricevi gratis le news
1

A Monchio la notte di Natale se la ricordano ancora, perché l’hanno passata a rincorrere l’emergenza provocata dall’acqua che ha continuato a cadere per ore. Ancora oggi, e nonostante gli interventi di urgenza realizzati subito, restano situazioni gravi. È il sindaco Claudio Moretti a raccontarle ai tecnici della Protezione civile regionale guidati da Antonio Monni, che oggi insieme alla Provincia hanno compiuto il secondo sopralluogo nelle alte valli del Cedra e del Parma. Presenti gli assessori provinciali Ugo Danni (Difesa del suolo) e Gabriele Ferrari (Protezione civile), il dirigente del Servizio Ambiente e Protezione civile Gabriele Alifraco, il responsabile del Servizio tecnico di bacino Gianfranco Larini, Claudio Malaguti dello stesso Servizio.

“A Orzale di Lugagnano  - ha spiegato il sindaco Claudio Moretti – c’è la priorità, l’unica via di collegamento è interrotta da una frana, e una famiglia con due anziani è ancora isolata. A Casarola la terra di Bertolucci ha rischiato grosso per un canale coperto che è sprofondato di 10-12 metri e potrebbe creare problemi di stabilità e rischi per le case vicine”. Altre due frane a Veciatica e Ticchiano provocano disagi nei collegamenti: soprattutto a Ticchiano, dove la strada è impervia e stretta e ancora oggi c’è il senso unico alternato. La stima complessiva fatta dal Comune è di un milione di euro, a cui si aggiungono 500mila euro indicati dall’Autorità tecnica di bacino. L’intervento più oneroso è certamente quello di Orzale: per il ripristino della strada occorreranno più di 300mila euro.

Il quadro di danni “diffusi e severi”, come li ha chiamati Antonio Monni, geologo responsabile della Centrale multirischio dell’Agenzia regionale di Protezione civile, è confermato anche dal sopralluogo effettuato nella prima mattinata a Corniglio. Qui i tecnici della Regione, insieme al sindaco Massimo De Matteis, al suo vice e al tecnico comunale, hanno visitato la frana di Pugnetolo, in precaria stabilità, quella sulla strada che da Miano porta a Bosco, l’area con caduta massi a Groppo di Verrazzano, la frana di Rola a valle del centro abitato di Corniglio. Hanno fatto tappa anche a Sivizzo, in corrispondenza del ponte, dove si è creata una vera e propria voragine. A tutto ciò, nella zona di Corniglio, si aggiunge un’altra frana piuttosto importante alla centrale di Marra, che minaccia la provinciale dei cento laghi. Nel complesso i danni ammontano a 7-800mila euro.

“Si conferma la fragilità del territorio – ha commentato Danni - molte e diffuse le frane e le situazioni critiche che coinvolgono la rete infrastrutturale provinciale e dei comuni e danneggiamenti alle opere idrauliche. Stiamo programmando con il servizio della Regione e il servizio tecnico di bacino gli interventi più urgenti da fare”.
Come si ricorderà nei giorni scorsi il governo ha dichiarato lo stato di emergenza come richiesto dal presidente della Regione Vasco Errani, per far fronte a danni che solo nel Parmense ammontano a oltre 60 milioni di euro.  “ Quello che diventa molto importante oggi dal punto di vista politico è fare in modo che quella dichiarazione dovuta sia finanziata in modo adeguato perché il problema principale della provincia di Parma e di gran parte del paese – spiega Ferrari  - è la messa in sicurezza del territorio per la quale servono risorse adeguate”.
“Alcuni interventi vanno realizzati immediatamente per evitare che ci siano aggravamenti di questi dissesti provocati dallo scioglimento delle nevi e dalle precipitazioni primaverili – ha detto Munno -  alcune priorità oggi le abbiamo già individuate soprattutto quelle che coinvolgono il reticolo idraulico, ma anche le situazioni in cui vi sono località isolate che vanno affrontate in tempi rapidi”.
Finita la quantificazione dei danni sul territorio ci sarà da parte della Regione la richiesta al governo di fondi per piani di interventi più importanti di messa in sicurezza del territorio.  L’ultima tappa del sopralluogo di oggi è stata Cisone, località sulla Massese dove il fronte esteso di una frana a monte rischia di coinvolgere la strada provinciale 14 per Schia e la Massese stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIACOMO

    20 Gennaio @ 08.49

    E' ora che facciano davvero qualcosa di concreto,anche sulla ss 665r all'altezza Chiastrone sta cedendo la scarpata provinciale in prossimita' di un edificio,speriamo che mettano davvero in sicurezza le varie statali e provinciali come da manifesti.Distinti Saluti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Torna "Tale e quale show", Conti: "Sono rilassato e mi diverto"

TELEVISIONE

Torna "Tale e quale show", Conti: "Sono rilassato e mi diverto"

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

52 offerte di lavor

LA BACHECA

79 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

3commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

13commenti

IREN

Acquedotto: ancora una notte di disagi a Sorbolo e Mezzani

Interruzioni o cali di pressione possibili anche in via Beneceto a Parma

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

TRAVERSETOLO

Alla scoperta dell'India con le foto di Natale De Risi

Mostra dal 22 settembre al 30 novembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, strage nel crollo di una scuola. Oltre 200 vittime totali

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

Moto

Valentino Rossi annuncia: "Ad Aragon ci sarò"

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D