-5°

Provincia-Emilia

Maltempo in Val Parma e Cedra: danni per oltre 2 milioni di euro

Maltempo in Val Parma e Cedra: danni per oltre 2 milioni di euro
1

A Monchio la notte di Natale se la ricordano ancora, perché l’hanno passata a rincorrere l’emergenza provocata dall’acqua che ha continuato a cadere per ore. Ancora oggi, e nonostante gli interventi di urgenza realizzati subito, restano situazioni gravi. È il sindaco Claudio Moretti a raccontarle ai tecnici della Protezione civile regionale guidati da Antonio Monni, che oggi insieme alla Provincia hanno compiuto il secondo sopralluogo nelle alte valli del Cedra e del Parma. Presenti gli assessori provinciali Ugo Danni (Difesa del suolo) e Gabriele Ferrari (Protezione civile), il dirigente del Servizio Ambiente e Protezione civile Gabriele Alifraco, il responsabile del Servizio tecnico di bacino Gianfranco Larini, Claudio Malaguti dello stesso Servizio.

“A Orzale di Lugagnano  - ha spiegato il sindaco Claudio Moretti – c’è la priorità, l’unica via di collegamento è interrotta da una frana, e una famiglia con due anziani è ancora isolata. A Casarola la terra di Bertolucci ha rischiato grosso per un canale coperto che è sprofondato di 10-12 metri e potrebbe creare problemi di stabilità e rischi per le case vicine”. Altre due frane a Veciatica e Ticchiano provocano disagi nei collegamenti: soprattutto a Ticchiano, dove la strada è impervia e stretta e ancora oggi c’è il senso unico alternato. La stima complessiva fatta dal Comune è di un milione di euro, a cui si aggiungono 500mila euro indicati dall’Autorità tecnica di bacino. L’intervento più oneroso è certamente quello di Orzale: per il ripristino della strada occorreranno più di 300mila euro.

Il quadro di danni “diffusi e severi”, come li ha chiamati Antonio Monni, geologo responsabile della Centrale multirischio dell’Agenzia regionale di Protezione civile, è confermato anche dal sopralluogo effettuato nella prima mattinata a Corniglio. Qui i tecnici della Regione, insieme al sindaco Massimo De Matteis, al suo vice e al tecnico comunale, hanno visitato la frana di Pugnetolo, in precaria stabilità, quella sulla strada che da Miano porta a Bosco, l’area con caduta massi a Groppo di Verrazzano, la frana di Rola a valle del centro abitato di Corniglio. Hanno fatto tappa anche a Sivizzo, in corrispondenza del ponte, dove si è creata una vera e propria voragine. A tutto ciò, nella zona di Corniglio, si aggiunge un’altra frana piuttosto importante alla centrale di Marra, che minaccia la provinciale dei cento laghi. Nel complesso i danni ammontano a 7-800mila euro.

“Si conferma la fragilità del territorio – ha commentato Danni - molte e diffuse le frane e le situazioni critiche che coinvolgono la rete infrastrutturale provinciale e dei comuni e danneggiamenti alle opere idrauliche. Stiamo programmando con il servizio della Regione e il servizio tecnico di bacino gli interventi più urgenti da fare”.
Come si ricorderà nei giorni scorsi il governo ha dichiarato lo stato di emergenza come richiesto dal presidente della Regione Vasco Errani, per far fronte a danni che solo nel Parmense ammontano a oltre 60 milioni di euro.  “ Quello che diventa molto importante oggi dal punto di vista politico è fare in modo che quella dichiarazione dovuta sia finanziata in modo adeguato perché il problema principale della provincia di Parma e di gran parte del paese – spiega Ferrari  - è la messa in sicurezza del territorio per la quale servono risorse adeguate”.
“Alcuni interventi vanno realizzati immediatamente per evitare che ci siano aggravamenti di questi dissesti provocati dallo scioglimento delle nevi e dalle precipitazioni primaverili – ha detto Munno -  alcune priorità oggi le abbiamo già individuate soprattutto quelle che coinvolgono il reticolo idraulico, ma anche le situazioni in cui vi sono località isolate che vanno affrontate in tempi rapidi”.
Finita la quantificazione dei danni sul territorio ci sarà da parte della Regione la richiesta al governo di fondi per piani di interventi più importanti di messa in sicurezza del territorio.  L’ultima tappa del sopralluogo di oggi è stata Cisone, località sulla Massese dove il fronte esteso di una frana a monte rischia di coinvolgere la strada provinciale 14 per Schia e la Massese stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIACOMO

    20 Gennaio @ 08.49

    E' ora che facciano davvero qualcosa di concreto,anche sulla ss 665r all'altezza Chiastrone sta cedendo la scarpata provinciale in prossimita' di un edificio,speriamo che mettano davvero in sicurezza le varie statali e provinciali come da manifesti.Distinti Saluti

    Rispondi

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

2commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta