-1°

Provincia-Emilia

Sissa - "Via Pelizzoni è una strada privata"

Sissa - "Via Pelizzoni è una strada privata"
0

«Non esistono cittadini di serie B nel Comune di Sissa. Non abbiamo preferenze per alcuni rispetto ad altri». Parte dal mettere bene in chiaro questo concetto il sindaco  Grazia Cavanna nel replicare ad una dura critica che  mossa nei giorni della recente nevicata da un gruppo di cittadini della frazione di Torricella, esasperati dal mancato passaggio degli spazzaneve nella strada in cui risiedono, via Rinaldo Pelizzoni.
 «Il Comune ci considera cittadini di serie B - aveva tuonato, a nome degli altri residenti di via Pelizzoni, Rosario Picari -. Ho attraversato i campi a piedi per richiamare l’attenzione di uno spartineve che stava sgombrando la via che conduce a Po. L’operaio è stato gentilissimo ed è arrivato nel giro di poco, non posso dire altrettanto dei rappresentati comunali. Ci siamo infatti rivolti a loro perché passassero a pulire anche la nostra strada e spargessero del sale. Dal Comune ci hanno risposto che non sarebbero venuti perché la nostra strada è privata. Solamente che - sostenne ancora Picari - la zona è stata legalmente urbanizzata ed è stato pure piantato un cartello stradale indicante il nome della via. Se la strada fosse privata non ci sarebbe un cartello pubblico.  Abbiamo chiesto al Comune un incontro per capire come mai noi, cittadini di via Pelizzoni, siamo considerati di serie B».
In merito alla questione, anche in seguito ad un incontro avvenuto proprio nei giorni scorsi tra Grazia Cavanna e una delegazione di cittadini di via Pelizzoni, il primo cittadino sissese ha voluto fare chiarezza. «L'area di via Pelizzoni - ha spiegato - è stata legalmente urbanizzata, a seguito della stipula di una convenzione urbanistica fra il Comune e una ditta privata. Con quella convenzione la ditta si impegnava a realizzare le opere di urbanizzazione (strade, marciapiede, reti fognarie e sottoservizi), a collaudarle e cederle gratuitamente al Comune. Tuttavia l’impresa esecutrice delle opere di urbanizzazione è fallita prima dell’ultimazione e del collaudo delle opere stesse. Via Pelizzoni, quindi, è tuttora di proprietà della ditta esecutrice delle opere di urbanizzazione e su tale area grava un’ipoteca giudiziale. Il Comune di Sissa - ha proseguito Cavanna - ha richiesto al curatore del fallimento la cessione dell’area per poter ultimare i lavori e collaudare le opere. Il tribunale ha autorizzato la cessione a titolo gratuito delle aree a favore del Comune di Sissa, a condizione che le spese per la stipula dell’atto di cessione - comprese le spese di registrazione e trascrizione, nonché la cancellazione dell’ipoteca giudiziale - siano completamente a carico del Comune. Costi, quest’ultimi, che non erano previsti dalla convenzione urbanistica. Attualmente, dunque, via Pelizzoni rimane una strada privata alla quale, in quanto di interesse pubblico, il Comune è tenuto ad attribuire una denominazione. Vorrei chiarire che prima dell’incontro avvenuto nei giorni scorsi, nessuno dei cittadini di via Pelizzoni aveva preso contatti con me o altri rappresentanti dell’amministrazione. Spiace anche che, per come è stata trattata la questione, si possa pensare che vi siano state delle falle nel nostro piano neve quando, invece, le operazioni si sono svolte al meglio. Cercheremo comunque di fare il possibile per risolvere il problema di via Pelizzoni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria