24°

Provincia-Emilia

Speciale - Borgotaro, Consiglio comunale alle 5 per ascoltare i pendolari - Nasce un Tavolo istituzionale: si valuterà la class action

Speciale - Borgotaro, Consiglio comunale alle 5 per ascoltare i pendolari - Nasce un Tavolo istituzionale: si valuterà la class action
1

di Andrea Violi

I pendolari protestano per i ritardi e le condizioni di treni e stazioni della linea Pontremolese. E le istituzioni rispondono, promettendo di discutere dei problemi con le Ferrovie. E se sarà necessario si potrebbe agire per vie legali, magari con una class action.
Il Consiglio comunale straordinario di Borgotaro, con rappresentanti di Provincia e  Regione, si è riunito alle 5 di questa mattina nella sala d'attesa della stazione, per discutere dei problemi sollevati dai pendolari e per ascoltare direttamente le loro voci.
La riunione si svolge in una delle sale d'attesa, che alcuni cittadini trovano "stranamente" molto calda. Fra i pendolari, qualcuno si ferma ad ascoltare, ma molti guardano l'insolita scena dal marciapiede del primo binario, magari con fare incuriosito o con un sorriso ironico. L'aria è gelida, fuori ci sono 13 gradi sotto zero e chi aspetta i treni spera che oggi vada tutto bene. Giusto mentre il Consiglio discute dei disagi dei pendolari, dall'altoparlante una voce automatica annuncia che "i treni potranno subire ritardi" a causa di "un guasto temporaneo".

ISTITUZIONI ALL'ATTACCO. Il sindaco Salvatorangelo Oppo annuncia che il Comune è disponibile ad accordarsi con le Ferrovie per pagare eventuali manutenzioni e riparazioni sulla stazione (che tra l'altro non ha il bagno pubblico: bisogna andare al bar e chiedere la chiave della toilette all'esercente. Ma non è questo il servizio standard).
Nei prossimi giorni inoltre nascerà un Tavolo istituzionale che cercherà di fare pressioni sulle Ferrovie affinché migliori il servizio. Oltre agli enti locali, farà parte del Tavolo un'associazione di consumatori (ancora da definire), attraverso la quale saranno valutate un'eventuale class action o comunque azioni legali contro le Ferrovie, se i problemi dovessero dilungarsi.
Dalla riunione del Consiglio comunale emerge che, in ogni caso, le istituzioni devono mantenersi compatte e pretendere da Trenitalia e Rfi il rispetto di quanto pattuito nel contratto stipulato (per questa e altre linee) con la Regione. Gli amministratori pubblici sottolineano che è un problema, per gli enti locali, anche trovare un interlocutore preciso. "Alle Ferrovie sulla Pontremolese non ci credono e non vogliono investirci! - ha detto il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli -. Non è un mistero, per nessuno. Questo non ci spaventa, anzi dobbiamo insistere".
Comuni, Provincia e Regione sono consapevoli che, comunque vada, problemi nel sistema ferroviario locale ce ne saranno per molto tempo. E' in primis una questione di costi. L'assessore Alfredo Peri rivela un calcolo fatto dalla Regione: per ammodernare e adeguare tutti i treni che circolano in Emilia-Romagna servirebbe un miliardo di euro, mentre quest'anno il gruppo Ferrovie ne ha scuciti 100 milioni.
Durante la discussione c'è chi esprime un'ulteriore preoccupazione: con il raddoppio linea sarà costruita la galleria Berceto-Pontremoli, rischiando di impoverire il servizio su Borgotaro.

LA PAROLA AI PENDOLARI. Raccontano tutti le stesse scene di vita quotidiana. I pendolari della Pontremolese lamentano treni spesso in ritardo, corse cancellate, sporcizia a bordo treno, pochi servizi nelle stazioni. Silvia Rolandi entra in stazione attorno alle 5. È insegnante di asilo a Codogno, in provincia di Lodi: prenderà due treni, con cambio a Parma. Diverse volte è arrivata in stazione e - spiega - scopre che il suo convoglio per Parma è stato cancellato. In questi casi, fa notare Silvia, anche se ci sono i bus sostitutivi, non arrivano in stazione puntuali per la coincidenza per Lodi e Milano.
Anche chi si ferma più vicino, quando il treno è sostituito dai bus i tempi di trasporto si allungano e si arriva tardi in azienda. Lo spiega, fra gli altri, Gianfranco Mantegari, operaio. Anna Del Maestro, collaboratrice scolastica all'istituto «Toschi», sottolinea che c'è chi ha subìto sanzioni (come la mezz'ora decurtata dallo stipendio) per i ritardi dovuti ai trasporti, «anche se a me non è mai capitato. Inoltre i treni che prendiamo sono freddi e sporchi. Siccome ci sono tutti (gli amministratori pubblici, ndr) oggi la sala d'attesa è calda ma in altri giorni non era così. Mi fa piacere che vi interessiate dei disagi dei pendolari. I disagi a causa del freddo possono capitare... però accadono da 20 giorni senza spiegazioni Sappiamo quando si parte e non quando si arriva, durante gli scioperi non ci c'erano alcuni treni nelle fasce garantite... Faccio la pendolare da 28 anni ma come adesso non è mai capitato».
«In 16 anni che faccio la pendolare, non si è mai vista una situazione come quella attuale», conferma una signora in sala d'attesa, che però preferisce non essere intervistata.
In un'altra delle due sale d'attesa della stazione di Borgotaro è seduta la signora Emilia Bardini. «Faccio le pulizie a Solignano: da 6 mesi prendo il treno tutti i giorni», spiega Emilia. Le chiediamo se si aspettasse i disagi di cui si parla questa mattina in stazione a Borgotaro. «Sapevo che c'erano problemi ma non pensavo così spesso - dice Emilia -. Quasi tutti i giorni ce n'è uno. Io prendo il treno delle 5,26 oppure quello delle 6,08 per Parma. I treni sono sporchi: andare nei bagni è impossibile, anzi è orripilante. A volte anche i sedili sono sporchi, specie a causa delle cicche di sigaretta». Emilia tocca un altro punto sollevato da diversi pendolari: scarseggia il personale nelle stazioni. «A Solignano non vedi nessuno e non sai a chi rivolgerti, se hai bisogno - spiega -. Anche qui a Borgotaro avevano rotto la macchinetta dei biglietti e a volte quella per timbrare non funziona».
I pendolari si dirigono verso Parma però non mancano certo quelli che percorrono la linea verso Pontremoli. È il caso di un gruppetto di ragazze delle superiori, che aspettano il treno delle 7,29. Frequentano l'istituto per geometri della cittadina toscana: Sharon Grilli, Federica Berti e Benedetta fanno la prima, Giulia Rossi è una studentessa di terza. Oggi si parla di class action e di proteste, ma sono questioni che le adolescenti non seguono minimamente. “E come sono i treni?”. «Per andare a Pontremoli il treno c'è, anche se spesso è sporco - rispondono -. Al ritorno c'è il Minuetto, sempre pieno di studenti. Problemi e ritardi li abbiamo più spesso nei viaggi di ritorno». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Max De Nisi

    01 Febbraio @ 17.56

    Buon giorno, spero che questo "Tavolo istituzionale" servirà a regolarizzare sia gli orari programmati arrivo/partenza da tabellone e sia la puntualità nel rispettarli, cosa sempre più tendente all'utopia. Per fare un piccolo esempio sono a raccontare di questa mattina. Il treno IC 583 partito alle ore 06:50 da Milano c.le a Secugnago (appena dopo Lodi) ha arrestato la sua corsa causa locomotore in fiamme. Il capo-treno ha chiesto, per mezzo del potente mezzo di filodiffusione istallato su tutte le carrozze, di scendere dal treno e di dirigerci tutti in un altro binario perchè a breve sarebbe arrivato un treno che ci avrebbe portato a destinazione direzione parma. Erano circa le ore 07:20 quando ci hanno fatto scendere e dopo circa 40 minuti al freddo (-2°) è arrivato un regionale che, potrei dire avremmo fatto prima a piedi, ci ha portato a Piacenza...da li trasbordo su altro treno regionale con destinazione Parma risultato : partenza da casa (Novara) alle ore 05:30 arrivo in ufficio a Parma alle ore 10:00 E' mai possibile, visto che situazioni analoghe capitano tutte le settimane e questo vissuto in prima persona da 4 anni ? ciliegina sulla torta da gennaio ci sono stati anche degli aumenti economici sull'acquisto di biglietti ed abbonamenti dei treni ! NO COMMENT. Max De Nisi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kate & Amal: eleganza e bellezza (in verde e in rosso) Gallery

Londra

Kate & Amal incantano in verde e in rosso Gallery

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e cioccolato fondente

RICETTA

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e fondente

Lealtrenotizie

16enni nigeriane sfruttate e picchiate scappano da Parma: salvate a Napoli

prostituzione

16enni nigeriane sfruttate e picchiate scappano da Parma: salvate a Napoli

La triste storia di due ragazzine (una di loro incinta), tra la Libia e la nostra città 

lega nord

Via Verdi blindata: arriva Salvini a Parma

tg parma

Borgotaro: gli alunni di elementari e medie disertano la scuola Video

Protesta delle mamme contro gli odori della Laminam

2commenti

Polizia

Furti al supermercato: quattro denunciati in poche ore. Tre sono minorenni

12commenti

lega pro

Dallara suona la carica: "Parma, lotteremo fino alla fine" Video

E ieri sera, il Matera ha battuto il Venezia 1-0 (Finale andata di Coppa Italia) - Da ieri, Munari e Frattali sono tornati in gruppo

Medesano

Omicidio-suicidio a Felegara, il ricordo degli amici: "Due coniugi legatissimi"

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato del Rolex nel suo studio

7commenti

SEMBRA IERI

1993: Parma-Reggiana derby ad alta tensione

Roma

Tecnici italiani uccisi in Libia: il pm chiede il rinvio a giudizio per 5 dirigenti Bonatti

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

5commenti

Guardia di Finanza

Sigarette di contrabbando dall'Est: uno dei depositi era a Colorno Foto

Le sigarette erano stoccate in Emilia-Romagna e vendute a Napoli

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

1commento

Chimica

Finproject sigla l’accordo per acquisire la Solvay di Roccabianca

Consorzio

Prosciutto di Parma: cresce la produzione, risultati positivi nel 2016

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

5commenti

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Recuperiamo (almeno) la speranza

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

BARI

Neonata abbandonata in spiaggia e morta: fermata una 23enne

Terrorismo

"Metti una bomba a Rialto": arrestati jihadisti in centro a Venezia

4commenti

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

SPORT

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon