20°

36°

Provincia-Emilia

Abbattuto lo storico melograno: la rabbia di Torrechiara

Abbattuto lo storico melograno: la rabbia di Torrechiara
Ricevi gratis le news
0

 «Lo aveva piantato più di 40 anni fa la sorella del parroco, la signora Maria - spiega dispiaciuto uno degli storici residenti del borgo di Torrechiara -. Io l’ho curato con tante attenzioni per tutto questo tempo, per la gioia delle famiglie che con i bambini venivano a fare le foto quando fioriva. E’ un vero peccato che qualcuno abbia deciso di tagliarlo». Il melograno del castello di Torrechiara è stato abbattuto nei giorni scorsi. E ancora non si capisce perché. 

La scelta di un privato, che qualche mattina fa, armato di motosega, ha fatto piazza pulita, non è piaciuta al resto della borgata. Ma nemmeno agli amministratori, che hanno ricevuto decine di lettere di disappunto da parte dei residenti. «Il melograno era all’interno di un’area privata di cui sono comproprietarie le diverse proprietà del borgo - ha spiegato amareggiato l’assessore all’Urbanistica Marco Contini -. Il Comune imporrà la sostituzione con medesima essenza a cura e spese della persona che ha causato il danno». Continua poi Contini: «Quanto successo è sintomo di una situazione delicata che merita attenzione. Torrechiara ha bisogno di più cure: il borgo andrebbe pedonalizzato con la previsione di un piccolo parcheggio esterno; i cassonetti a lato del castello vanno quanto prima rimossi e sostituiti con altri contenitori  all’interno delle mura e nel parcheggio a valle; si dovrebbe favorire il recupero degli edifici oggi inutilizzati; sarebbe utile una pavimentazione delle aree pubbliche, così come l’introduzione di un regolamento condiviso tra gli abitanti e le attività oggi presenti. Faremo un’assemblea per raccogliere le voci di chi il castello lo vive tutti i giorni e per iniziare un percorso di ricucitura. Per quello che riguarda il cosiddetto borgo alto la situazione è diventata più complessa dopo una recente sentenza del Consiglio di stato che di fatto tende a riconoscere a gran parte delle strade del borgo la condizione privatistica, impedendo di fatto una regolamentazione da parte della pubblica amministrazione». 
Il melograno era parte integrante della cornice di Torrechiara e gli abitanti accusano il colpo: «Affacciarsi alla finestra e non vederlo fa male - aggiunge una donna -. Dava fastidio a chi ci voleva parcheggiare sotto? Ma se il problema è l’assenza di parcheggio tagliando il melograno di certo non lo si è risolto». Anche Alessandra Mordacci, dell’«Associazione Guide Torrechiara» sottolinea il suo dispiacere: «Come guida sono spesso al castello; quell'albero lo consideravo, come tutti, un bene della comunità. Era un simbolo e anche un punto di riferimento. Era una presenza amica. Il fatto che si sia compromesso un simile contesto di bellezza non deve passare sotto silenzio». G.Cor.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

4commenti

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo/noceto

Guasto a una condotta: Bianconese e Ponte Taro senz'acqua

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

gazzareporter

"Via Liani, cartoline da un giorno normale (tra i rifiuti)"

EMERGENZA

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena Foto

La circolazione dei treni è ripresa alle 17,45

Violinista

Borissova, una bulgara «parmigiana»

Calcio

Serie A al via: i pronostici di Perrone

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Nuovo attacco con un'auto a Cambrils: uccisi cinque kamikaze. "Tre italiani feriti"

barcellona

Furgone sulla folla: almeno 13 morti e 80 feriti. C'è un terzo arresto

3commenti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti