-3°

Provincia-Emilia

Istituzioni unite per i pendolari. La Regione: "Lavoriamo per aumentare i treni"

Istituzioni unite per i pendolari. La Regione: "Lavoriamo per aumentare i treni"
Ricevi gratis le news
2

Mancanza totale d’informazioni, sporcizia, problemi di sicurezza, coincidenze non programmate per essere fruibili dall’utenza, stazioni indecorose, treni inadeguati. E altri problemi ancora. È lungo il «cahier de doléances» dei pendolari che usano il treno, che ormai non ce la fanno più. Se n'è discusso oggi in Provincia, in un Tavolo istituzionale che vede la partecipazione anche della Regione e dei comitati dei pendolari.
Praticamente tutti i giorni, per raggiungere in tempo il posto di lavoro o per andare a scuola, i pendolari che prendono il treno devono fare i conti con variabili imprevedibili. «È una situazione insostenibile», è il coro unanime che oggi in Piazzale della Pace ha caratterizzato la prima riunione del Tavolo convocato dal presidente Vincenzo Bernazzoli. C'erano anche l’assessore regionale alla Mobilità e ai Trasporti Alfredo Peri (accompagnato dal responsabile del Servizio Ferrovie Maurizio Tubertini), l’assessore provinciale alla Viabilità e ai Trasporti Andrea Fellini e i rappresentanti di Comuni del territorio e pendolari.
«I disagi sono diffusi, praticamente non c’è una linea che non abbia problemi - ha spiegato in apertura il presidente Bernazzoli -. Certo non si può andare avanti in questo modo, anche perché queste persone hanno il diritto di trovare un servizio adeguato. Ora c’è la necessità di un’azione forte verso Trenitalia perché si faccia carico del problema e agisca. Anche perché - ha aggiunto il presidente - quello ferroviario è il trasporto del futuro, vista la sua compatibilità ambientale: noi abbiamo bisogno di avvicinare le persone ai treni, non di allontanarle».
Tante le questioni emerse nel corso della riunione: dalle difficoltà create dal nuovo orario ai pendolari della tratta Parma-Milano a quelle di chi, sulla Fidenza-Cremona o sulla Borgotaro-Parma, si trova a viaggiare con mezzi «da far west» e si sente «completamente abbandonato»; dai treni igienicamente indecenti ai contenitori d’olio vuoti piazzati in qualche stazione per raccogliere l’acqua.
«Credo che sia utile che questo tavolo di coordinamento assuma caratteristiche di costanza», ha detto ancora Bernazzoli, sottolineando tra l’altro l’intenzione di incontrare i Comuni sul tema delle stazioni «per studiare soluzioni che facciano sì che tornino ad essere luoghi vivi e attrattivi».
Dall’assessore regionale Alfredo Peri è venuta la piena disponibilità della Regione a partecipare al tavolo di coordinamento. «Abbiamo di fronte aziende ferroviarie in affanno - ha affermato -. Noi come Regione acquistiamo più servizi, compriamo più treni da far girare a favore dei pendolari, e Trenitalia, e il gruppo Fs, non riesce a reggere lo sforzo. Il punto è che Trenitalia non ha materiale sufficiente e sufficientemente di qualità per rispondere alla sfida che come Regione abbiamo lanciato: qui bisogna tutti i giorni affrontare la situazione e risolvere problema per problema, e impedire che ci siano disservizi che ricadono sulla pelle dei pendolari». Peri ha ricordato tra l’altro la scelta della Regione di regalare un abbonamento mensile ai pendolari: «È il terzo provvedimento simile che adottiamo negli ultimi anni. È un parziale ristoro al disagio. Certo però vorremmo arrivare alla condizione in cui non siamo più costretti a dare l’abbonamento gratis, perché vuol dire che le cose funzionano».
Peri ha assicurato la continuità dell’impegno della Regione per ridurre i disagi dei pendolari; dal primo marzo, ad esempio, potrebbero esserci novità per la tratta Parma-Milano: «Stiamo lavorando per ripristinare alcune fermate dell’Eurostar City - ha detto -  e per coprire il “buco” mattutino dalle 7 alle 8, in modo che si possa arrivare a Milano verso le 9 - 9,10».
Per il 22 febbraio lo stesso Peri ha poi convocato a Bologna un incontro «con i responsabili di tutte le linee del territorio regionale sul tema informazione, perché così non va». Sulle stazioni, infine, per l’assessore regionale uno dei sistemi per uscire dallo stallo è che il Comune riceva in comodato l’immobile: «Questo può davvero cambiare la realtà, e far diventare la stazione un centro vivo. Dove si è percorsa questa strada i risultati sono stati ottimi. Io sono favorevole ad agevolare questo tipo di soluzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    11 Febbraio @ 15.58

    C'é da lavorare anche per far viaggiare meno gente a sbaffo.

    Rispondi

    • Carlo

      12 Febbraio @ 10.41

      ma perché prima di operarlo non l'hanno lasciato appeso tutta notte?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno tre morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento