10°

18°

Provincia-Emilia

Istituzioni unite per i pendolari. La Regione: "Lavoriamo per aumentare i treni"

Istituzioni unite per i pendolari. La Regione: "Lavoriamo per aumentare i treni"
2

Mancanza totale d’informazioni, sporcizia, problemi di sicurezza, coincidenze non programmate per essere fruibili dall’utenza, stazioni indecorose, treni inadeguati. E altri problemi ancora. È lungo il «cahier de doléances» dei pendolari che usano il treno, che ormai non ce la fanno più. Se n'è discusso oggi in Provincia, in un Tavolo istituzionale che vede la partecipazione anche della Regione e dei comitati dei pendolari.
Praticamente tutti i giorni, per raggiungere in tempo il posto di lavoro o per andare a scuola, i pendolari che prendono il treno devono fare i conti con variabili imprevedibili. «È una situazione insostenibile», è il coro unanime che oggi in Piazzale della Pace ha caratterizzato la prima riunione del Tavolo convocato dal presidente Vincenzo Bernazzoli. C'erano anche l’assessore regionale alla Mobilità e ai Trasporti Alfredo Peri (accompagnato dal responsabile del Servizio Ferrovie Maurizio Tubertini), l’assessore provinciale alla Viabilità e ai Trasporti Andrea Fellini e i rappresentanti di Comuni del territorio e pendolari.
«I disagi sono diffusi, praticamente non c’è una linea che non abbia problemi - ha spiegato in apertura il presidente Bernazzoli -. Certo non si può andare avanti in questo modo, anche perché queste persone hanno il diritto di trovare un servizio adeguato. Ora c’è la necessità di un’azione forte verso Trenitalia perché si faccia carico del problema e agisca. Anche perché - ha aggiunto il presidente - quello ferroviario è il trasporto del futuro, vista la sua compatibilità ambientale: noi abbiamo bisogno di avvicinare le persone ai treni, non di allontanarle».
Tante le questioni emerse nel corso della riunione: dalle difficoltà create dal nuovo orario ai pendolari della tratta Parma-Milano a quelle di chi, sulla Fidenza-Cremona o sulla Borgotaro-Parma, si trova a viaggiare con mezzi «da far west» e si sente «completamente abbandonato»; dai treni igienicamente indecenti ai contenitori d’olio vuoti piazzati in qualche stazione per raccogliere l’acqua.
«Credo che sia utile che questo tavolo di coordinamento assuma caratteristiche di costanza», ha detto ancora Bernazzoli, sottolineando tra l’altro l’intenzione di incontrare i Comuni sul tema delle stazioni «per studiare soluzioni che facciano sì che tornino ad essere luoghi vivi e attrattivi».
Dall’assessore regionale Alfredo Peri è venuta la piena disponibilità della Regione a partecipare al tavolo di coordinamento. «Abbiamo di fronte aziende ferroviarie in affanno - ha affermato -. Noi come Regione acquistiamo più servizi, compriamo più treni da far girare a favore dei pendolari, e Trenitalia, e il gruppo Fs, non riesce a reggere lo sforzo. Il punto è che Trenitalia non ha materiale sufficiente e sufficientemente di qualità per rispondere alla sfida che come Regione abbiamo lanciato: qui bisogna tutti i giorni affrontare la situazione e risolvere problema per problema, e impedire che ci siano disservizi che ricadono sulla pelle dei pendolari». Peri ha ricordato tra l’altro la scelta della Regione di regalare un abbonamento mensile ai pendolari: «È il terzo provvedimento simile che adottiamo negli ultimi anni. È un parziale ristoro al disagio. Certo però vorremmo arrivare alla condizione in cui non siamo più costretti a dare l’abbonamento gratis, perché vuol dire che le cose funzionano».
Peri ha assicurato la continuità dell’impegno della Regione per ridurre i disagi dei pendolari; dal primo marzo, ad esempio, potrebbero esserci novità per la tratta Parma-Milano: «Stiamo lavorando per ripristinare alcune fermate dell’Eurostar City - ha detto -  e per coprire il “buco” mattutino dalle 7 alle 8, in modo che si possa arrivare a Milano verso le 9 - 9,10».
Per il 22 febbraio lo stesso Peri ha poi convocato a Bologna un incontro «con i responsabili di tutte le linee del territorio regionale sul tema informazione, perché così non va». Sulle stazioni, infine, per l’assessore regionale uno dei sistemi per uscire dallo stallo è che il Comune riceva in comodato l’immobile: «Questo può davvero cambiare la realtà, e far diventare la stazione un centro vivo. Dove si è percorsa questa strada i risultati sono stati ottimi. Io sono favorevole ad agevolare questo tipo di soluzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    11 Febbraio @ 15.58

    C'é da lavorare anche per far viaggiare meno gente a sbaffo.

    Rispondi

    • Carlo

      12 Febbraio @ 10.41

      ma perché prima di operarlo non l'hanno lasciato appeso tutta notte?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma"

SOCIAL NETWORK

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma" Foto

Presentazione libro (Vanni)

Intervista

"Nessuno può fermarmi": un romanzo ricorda la tragedia dell'Arandora Star Video

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Incidente in autostrada: 5 chilometri di coda fra il bivio A1/A15 e Campegine Tempo reale

Autostrada

Incidente mortale in A1: lunghe code tra Fidenza e Parma, problemi anche in tangenziale

Incidente anche verso Milano: code tra Fidenza e Fiorenzuola

Parma

Una lettrice bloccata in coda in A1: "Abbiamo spento la macchina, attesa interminabile e disagi"

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

17commenti

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

1commento

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

Ausl

Cup: fila agli sportelli per un’altra settimana

Problemi a causa dell’installazione della nuova anagrafe sanitaria regionale

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

1commento

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

2commenti

SOCIETA'

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

LIBRO 

Emozioni del calcio di una volta

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery