Fontanellato

Stroncato da un malore il consigliere Franco Delendati

Si era sentito male sabato al bar sotto l’ufficio di via Vaccari. A nulla sono valsi i soccorsi. Aveva 62 anni: era segretario del Fonta Calcio e fu presidente delle Terre Verdiane Volley

Stroncato da un malore il consigliere Franco Delendati
Ricevi gratis le news
0

A Fontanellato ieri era il giorno del silenzio. La notizia della morte di Franco Delendati, è stata uno choc per tanti: per quelli che lo avevano incontrato solo poche ore prima, per quelli che con lui avevano condiviso passioni e impegni, per quelli che da anni affidavano a lui «i conti» delle loro piccole e grandi società. 62 anni, consigliere comunale, ex presidente del Terre Verdiane Volley, segretario del Fonta Calcio e titolare insieme al figlio Fabrizio di uno studio di consulenza fiscale, Franco Delendati era conosciuto da tutti. In tanti, quindi, sono rimasti col fiato sospeso fin dalle prime ore del pomeriggio di sabato quando, al bar sotto l’ufficio di via Vaccari, si è accasciato e ha perso conoscenza, colpito da un malore violentissimo. Prontissimi i soccorsi, arrivati dalla vicina Croce Rossa, con i medici che hanno tentato il tutto per tutto per rianimarlo e, una volta riusciti nell’impresa che sembrava disperata, si sono lanciati a sirene spiegate verso l’ospedale Maggiore di Parma. E da quel momento tutti hanno incrociato le dita per lui. Ma la buona notizia attesa non è mai arrivata: Delendati non ce l'ha fatta. «Tutti i giorni, dopo pranzo, veniva al bar e faceva una partita a briscola prima di andare in ufficio a lavorare» dicono gli amici ancora sconvolti dalla notizia. Un piccolo svago, forse uno dei pochi che aveva visto il tanto lavoro che aveva sempre da sbrigare e il tempo che dedicava alle iniziative che venivano messe in campo per i giovani del paese. «Franco non era uno sportivo praticante – ricorda Valentino Testi – ma era un appassionato di sport. E’ entrato nel consiglio della Polisportiva Il Castello poco tempo dopo la sua fondazione e ha portato subito un grande contributo introducendo il basket per ragazzi, sport, peraltro, praticato dal figlio. Poi è arrivato il momento del volley, questa volta passione della figlia Michela, e la grande avventura in serie A2 con il Terre Verdiane di cui, generosamente, è stato presidente. Era un uomo che non si fermava davanti alle difficoltà». Da due anni aiutava anche il Fonta Calcio, società di calcio giovanile in paese. «Siamo entrati insieme – dice il presidente Adriano Trivelloni – e lui, viste le sue competenze, era il nostro contabile. Un lavoro che nessuno di noi sapeva fare e a cui lui si è dedicato gratuitamente per tutto questo tempo. Proprio questa mattina avremmo dovuto avere la riunione del consiglio per vedere insieme il bilancio a cui stava lavorando. Credeva nei valori dello sport e nella sua capacità di contribuire ad una crescita sana dei giovani». A ricordarlo sono stati anche i componenti del consiglio comunale che con lui hanno condiviso gli ultimi quattro anni di amministrazione. Delendati, terzo in ordine di preferenze della lista civica Insieme per cambiare, è entrato in consiglio surrogando il dimissionario Enrico Caporali dopo la rinuncia di Claudio Adorni. Da allora la sua azione in consiglio è sempre stata costruttiva, come confermano il sindaco Domenico Altieri e il capogruppo di opposizione Roberta Papotti. «E’ sempre stato collaborativo e corretto – afferma il primo cittadino – e non ha mai preso una posizione ideologica: il suo pensiero era sempre quello di fare il bene del paese e di trovare la migliore soluzione possibile ai vari problemi che si presentavano». «Era attento alla gente – ha aggiunto la Papotti – e guardava ai problemi concreti, non alle correnti. La sua opposizione era sempre nel merito, guardava ai dati, ai numeri, ai fatti». Concretezza e serietà sono anche le parole che si rincorrono nei ricordi dei componenti del consiglio dell’Unione Terre Verdiane, di cui faceva parte. Il ritratto tracciato dal presidente Andrea Massari e dall’ex presidente del consiglio Raffaella Pini, racconta di un politico vecchio stampo che «svolgeva il suo ruolo con serietà e i suoi interventi erano sempre rivolti a costruire e mai a distruggere». «Lo conoscevo anche come collega – ha detto la Pini -. Era una persona molto riservata e questo lato del carattere lo faceva apparire burbero ma era sicuramente corretto, affidabile e leale». Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia di prassi al termine della quale verrà fissata la data del funerale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS