10°

18°

Provincia-Emilia

Monchio e Palanzano temono per le loro scuole

0

 Beatrice Minozzi

Sulle scuole della Valle dei Cavalieri aleggia un clima di incertezza. 
Genitori, personale docente, amministrazione comunale e provinciale, preoccupati per l’ancora «oscuro» futuro delle scuole di Palanzano, si sono riuniti per affrontare insieme il problema. Un problema che riguarda tutte gli istituti che non raggiungono il numero minimo di 50 alunni e per le quali la riforma scolastica prevede la chiusura.
 Palanzano, ma anche Monchio, Corniglio e Tizzano, dunque, rischiano a settembre di assistere impotenti alla chiusura delle loro scuole.
 «Se chiudono le nostre scuole, possiamo chiudere anche il Comune». Sono queste le parole del sindaco di Monchio Claudio Moretti, anch’egli presente all’incontro per esporre le preoccupazioni dei cittadini monchiesi. 
«L'istruzione è un obbligo ma anche un diritto - gli fa eco Linda Montali, consigliere comunale delegato alla scuola e alle attività ricreative di Palanzano -. Cosa vuol dire che ci sono pochi bambini? Anche se ce ne fosse solo uno avrebbe il diritto di avere una scuola nel suo comune». 
Anche i genitori e il personale docente hanno espresso incredulità e sconcerto di fronte ad un provvedimento che li costringerebbe, di fatto, ad abbandonare la montagna. «Ci sono persone, qui, che si sono costruite un futuro a Palanzano - continua la Montali -. Se la scuola dovesse chiudere dovrebbero abbandonare le loro case e le loro attività per garantire l’istruzione ai loro figli. E’ un’assurdità». 
Termine ultimo per le iscrizioni al prossimo anno scolastico sarà il 27 febbraio. Solo allora si saprà quanti sono effettivamente i bambini che frequenteranno la scuola e a cosa andranno incontro. 
«Quest’anno alle elementari abbiamo venti bambini - spiega la Montali -. Se il numero sarà confermato anche per il prossimo anno, gli alunni saranno divisi in due pluriclassi, sempre se ci sarà ancora una scuola». 
E’ stata anche prospettata la possibilità di una fusione tra le scuole di Palanzano e Monchio. «E' l’ultima spiaggia prima di una chiusura definitiva - afferma la Montali -. Di certo non contribuirebbe alla salvaguardia delle famiglie. Immaginiamoci un bambino che abita a Rigoso e che tutte le mattine deve recarsi a Palanzano per veder garantito il suo diritto all’istruzione. Passerebbe più tempo sullo scuolabus che a scuola». 
«Speriamo in una deroga anche se, come giustamente ha detto l’assessore provinciale Romanini, non si può andare avanti a suon di deroghe - conclude la Montali -. Noi comunque non ci perdiamo d’animo e, in accordo con il dirigente scolastico Marco Pioli, per il prossimo anno avanzeremo la richiesta di un tempo prolungato di 36 ore e l’avvio di un indirizzo musicale per le medie. Per le elementari confermeremo la richiesta di 40 ore settimanali». 
Amministrazione, istituzione scolastica, genitori e docenti sono dunque uniti in questa battaglia, ed hanno organizzato una raccolta firme da presentare al Provveditorato per «urlare» il loro no alla chiusura delle scuole di montagna. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

4commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

1commento

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

8commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

6commenti

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

1commento

Londra

Il momento in cui la donna si getta nel Tamigi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery