Provincia-Emilia

La gente del Po accorre al capezzale del «malato»

La gente del Po accorre al capezzale del «malato»
Ricevi gratis le news
0

 Paolo Panni

La situazione lungo il Grande fiume inizia gradualmente a migliorare. Ieri, specie nella Bassa Ovest, le macchie oleose dell’onda nera che ha invaso negli ultimi giorni anche i nostri territori, erano meno evidenti. L’aumento di livello, di circa un metro, del Po, ha indubbiamente favorito questo. Fondamentale è stata poi la funzione dello sbarramento di Isola Serafini dove gran parte del materiale inquinante è stato trattenuto (il capo della Protezione civile Guido Bertolaso ha stimato nel 90 per cento la quota di inquinanti che non hanno sperato lo sbarramento della centrale idroelettrica piacentina) così come importanti sono state le difese attuate nella vicina provincia piacentina.
Se, forse, il peggio è passato, restano comunque le «ferite» inferte, dall’onda inquinante, anche nel territorio parmense. Per quantificarle, per determinarne le conseguenze, e per riportare tutto alla situazione originaria (che, per il fiume, era tutt'altro che rosea), come hanno riferito non pochi esperti, serviranno probabilmente anni. E, soprattutto, serviranno ingenti risorse per le opere di bonifica e di sistemazione: cosa più volte ripetuta, in questi giorni, anche dall’assessore provinciale all’ambiente Giancarlo Castellani e dall’assessore provinciale alla Protezione civile Gabriele Ferrari.
Se le macchie nere, nel Parmense, sono diventate meno evidenti, anche ieri si avvertiva nettamente l’odore sgradevole di idrocarburi nell’aria. Il segno evidente che il fiume, comunque, è ancora in grande sofferenza. Ed anche ieri, tante persone, approfittando fra l’altro del weekend, si sono recate al capezzale del «grande malato». 
La gente del Po ama il suo fiume e si sente intimamente ferita da quanto accaduto.
«Io - ricorda in modo toccante Cecilia Ziotti di Pieveottoville che si è portata sul Po in sella al suo amato cavallo - sono nata su queste rive e in questo fiume ho imparato a nuotare. Per noi il Po è come un fratello maggiore e ci dispiace veramente tanto quello che è successo. Ecco quindi che abbiamo deciso di venirlo a trovare in sella, per fargli un po' di compagnia. Ciò che è successo è veramente molto, molto grave e forse non ce ne rendiamo nemmeno conto anche se noi rivieraschi sentivamo già l’abbandono del nostro fiume».
Non meno toccanti le parole di Angelo Spagnoli di Zibello che ha sottolineato come «il nostro Po continui ad essere un grande ferito e ci sembra che sia dimenticato da tutti. E quando finalmente sembrava che qualcosa si stesse muovendo, anche a livello istituzionale, per renderlo fruibile come risorsa - ha aggiunto - ecco che qualcuno ha pensato di ferirlo. Ferire lui - ha detto non privo di commozione - significa ferire tutta la comunità che vive sulle sue sponde e, per noi che siamo nati e viviamo qui, è come se fosse stato ferito qualcuno della nostra famiglia. Ecco perché ci dispiace veramente vederlo soffrire in questo modo. Speriamo che qualcuno se ne accorga e che quanto successo serva da lezione in modo che, finalmente, si intervenga con grandi progetti».
Natalino Scarpioni di Busseto è un abituale frequentatore del Po. Qui si reca ogni giorno col suo cane a fare una passeggiata. «Un po' di materiale - ha fatto notare - purtroppo è sceso. Non certo un’esagerazione, ma lo sporco si vede, anche sulle rive. Tuttavia, rispetto a due o tre giorni fa va già meglio».
E da Busseto si è portato sul Po anche Francesco Zanelli, ex pescatore. «Non pesco più da anni - ha commentato - perché di pesce mangiabile non ne esiste più nel Po. Oggi - ha aggiunto - di petrolio non se ne vede ma si sente l’odore. In quanto agli interventi fatti, non condivido le polemiche e le critiche che alcuni politici hanno fatto. Non è mai facile intervenire su un’emergenza così improvvisa e di questa portata. Io credo che si sia fatto il possibile e che il danno comunque era inevitabile».
Ed infine Sergio Franzini si è detto preoccupato per il destino del pesce e degli altri animali che vivono nell’ambiente fluviale. «Anche oggi - ha osservato - si sente l’odore, quindi il problema dopo alcuni giorni non è certo passato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Salva calciatore svenuto durante la partita

Montanara

Salva calciatore svenuto durante la partita

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

Sessant'anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

FIDENZA

Lo aspettano per il compleanno ma lui muore d'infarto

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena: tutto ok

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

2commenti

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: domani saracinesca chiusa Video

METEO

Perturbazione in arrivo: previste piogge e neve fra collina e montagna

Sarà colpito prima il centro-sud, poi anche il nord Italia (Emilia-Romagna compresa)

gazzareporter

I cinghiali attraversano la strada a Tabiano Video

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

salute

Infertilità maschile, la prima causa è l'inquinamento

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto