15°

Provincia-Emilia

Molestie e minacce per avere l'elemosina: blitz dei carabinieri a Montecchio

Molestie e minacce per avere l'elemosina: blitz dei carabinieri a Montecchio
22

Chiedeva l'elemosina con un fare molto insistente, a volte minaccioso, a Montecchio. Qualcuno gli ha dato qualche monete per pietà, qualcun altro per paura. Ma alla fine è stato fermato e denunciato. Il questuante molesto, fermato dai carabinieri nel parcheggio del centro commerciale La Terrazza, è un nigeriano 31enne che abita a Reggio Emilia. L'uomo è accusato di molestie e disturbo alle persone e per questo ha rimediato una denuncia.
Il problema però non è risolto. Nel senso che, come confermano i carabinieri, da tempo numerose persone chiedono la carità a Montecchio arrivando a usare toni minacciosi. Ben al di là della «classica» insistenza di chi chiede l'elemosina. Il 112 ha ricevuto numerose chiamate da cittadini di Montecchio. A quanto pare il fenomeno è esteso e organizzato e si sospetta ci sia un vero e proprio racket. Il 31enne africano di ieri non è il primo ad essere fermato per molestie ai passanti. Ai militari risulta evidente che queste persone arrivano dalle città vicine e vanno alla carica con i passanti. Chiedono soldi, ma arrivano a usare minacce e comportamenti molesti, tanto da indurre diverse persone a chiamare il 112. I venditori ambulanti e i questuanti si appostano nel parcheggio dell'ospedale Franchini e in quello del centro commerciale La Terrazza, non lontano dal ponte di Montechiarugolo.
Anche ieri sono stati effettuati controlli nelle due aree. All'arrivo delle gazzelle, fanno sapere i i militari dell'Arma, c'è stato un fuggi fuggi generale. Alcuni hanno l'auto nel parcheggio e possono andarsene, altri si sono nascosti, per tornare in azione una volta finiti i controlli. Vicino al centro commerciale è stato fermato il 31enne nigeriano, portato in caserma e denunciato.
I carabinieri sottolineano che i blitz proseguiranno, per stroncare il "racket dell'elemosina".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • nadia

    09 Marzo @ 17.22

    Mauro non mettermi in bocca parole che non ho mai detto come per esempio "odio " !!!!! E non essere ipocrita..... su mille persone ci sarai solo tu che preferisci darli i soldi e non prenderli.... ma fammi il piacere !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Ario Leonardis

    08 Marzo @ 23.48

    Gentili Wolf e The clansman, se aveste letto " tra le righe " vi sareste resi conto che io sono buono, ma non ho mai ne scritto ne pensato che sia giusto che gli stranieri vivano in Italia. Io vorrei che tutti gli esseri umani abbiano ciò che serve loro per vivere dignitosamente, che siano felici e in buona salute, ma nei loro rispettivi paesi di origine. Ritengo giusto che i vari Stati ricchi si prodighino per consentire un giusto sviluppo sociale ed economico verso gli Stati meno abbienti. Io sono, da generazioni italiano, e non mi ritengo un "povero fesso " e mi sembrerebbe giusto che noi italiani facessimo capire ai " furbacchiotti " stanieri che gli italiani sono, quasi tutti, buoni e bravi, ma non sono fessi. Ciao a tutti e buona giornata. Ps : Per chi di voi che non lo avesse ancora capito io sono un disoccupato " morto di fame " ! ( Ario Leonardis Via Lertrora 5 Chiavari ( GE ) )

    Rispondi

  • mauro

    08 Marzo @ 20.08

    meglio prenderli i soldi che darli, vero? Nadia l'ho avuto anch'io un negozio un po di tempo fa, e gente che entrava per chidere soldi capitava e, secondo come mi girava glieli davo e se non mi girava non glieli davo. Ma io non ho mai odiato quelle persone che mi chiedevano soldi a differenza tua. e inoltre scordati che una persona lavori solo per se stesso. E' improbonibile ed ' e' anche ingiusto.

    Rispondi

  • Geronimo

    08 Marzo @ 18.45

    Nadia, magari tu odi loro ma potresti essere amica inconsapavole di chi comanda questo raket. Il nostro problema è questo, ci arrabbiamo con chi non ha colpa (spesso i mendicanti), con chi può far poco (le forze dell'ordine, non possono essere sempre ovunque, non possono intervenire se nessuno li chiama), con chi li aiuta, ma non ci arrabbiamo con chi vive sfruttando questa gente. Ci lamentiamo delle zone di via saffi degradate ma non possiamo lamentarci se affittiamo una stanza a 10 extracomunitari facendogli pagare in nero 200 euro al mese a testa, non lamentiamoci se affittiamo consapevolmente a prostitute le case, i primi a generare questo siamo noi, visto che la legge può far ben poco iniziamo noi a non approfittarci di loro coprendo i loro reati per puro guadagno economico, anche perchè gli extracomunitari che rubano o fanno altro sono una minoranza rispetto alla marea di extracomunitari regolari che lavorano onestamente da noi (e magari però abitano lo stesso in nero in via saffi in una stanza a 200 euro a testa...)

    Rispondi

  • gianluca

    08 Marzo @ 18.24

    Spero vivamente che coloro che la pensano come Mauro, Don Mauro ecc ecc sia veramente una piccola minoranza. Assurdo pensare che esistono delle persone che tollerano o giustificano la delinquenza. Ma Voi non stavate bene prima che arrivassero questi relitti della società che per 5 euro ti ammazzano? Ma non vedete a che livello qualitativo di vita si è ridotta Parma. Alcuni giorni fa ho parlato con un veronese che non visitava Parma da alcuni anni; oggi dice: Parma fa schifo, me la ricordavo molto migliore come qualità della vita. Non Vi basta? Continuiamo a tollerare e prenderla nel c....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia