10°

18°

Provincia-Emilia

Ecco come hanno ridotto la loro scuola tre ragazzi dai 14 ai 16 anni

Ecco come hanno ridotto la loro scuola tre ragazzi dai 14 ai 16 anni
32

Paolo Panni

A scuola si annoiavano e così l’hanno incendiata. Questa l’ennesima storia di ragazzi allo sbando, non seguiti a dovere dalle loro famiglie, che occupano il loro tempo libero danneggiando e compiendo reati. Quello che è successo a due passi dal Parmense, Gussola, piccolo centro rivierasco cremonese a due passi da Casalmaggiore, ha davvero dell’incredibile. Pochi giorni fa, la scuola media "A. Roncalli" è stata data alle fiamme. I carabinieri della compagnia di Casalmaggiore, agli ordini del capitano parmense "d’adozione" Luigi Regni, in poco più di 24 ore hanno smascherato i piromani colpevoli del disastro. Un’indagine che ha portato agli sviluppi che tutti sospettavano ma che nessuno avrebbe mai voluto sentire. A dar fuoco alla scuola, oggi inagibile, sono stati tre minorenni che la frequentavano. Un terzetto di bulli in età compresa fra i 14 ed i 16 anni con una lunga storia, alle spalle, di bocciature, bullismo, reati di vario genere, compiuti anche ai danni di loro coetanei e di ragazzi più giovani. Una "carriera" la loro, tutt’altro che promettente, arrivata ora a questo incredibile fatto. Tutti devono rispondere, chi più e chi meno, di danneggiamento ed incendio doloso. Per nessuno di loro si sono aperte, per il momento, le porte del carcere minorile (aspetto, questo, che è stato colto con grande disappunto da una larga fetta di popolazione) ed anzi, uno dei tre, anche questa mattina si è presentato regolarmente a scuola, vantandosi di quanto fatto, ridacchiando in faccia ai carabinieri, alla preside ed a chiunque gli facesse domande. Fatti, questi, che si commentano ampiamente da soli. E che ancora una volta dimostrano quanto siano alla deriva valori che un tempo erano alla base del vivere civile. Per i tre, come ha già garantito la preside, scatteranno 15 giorni di sospensione (il massimo previsto) e, in accordo con l’amministrazione comunale del borgo adagiato sulle rive del Po, si cercherà di far sì che i tre ragazzi, durante il periodo di sospensione, siano impegnati in lavori socialmente utile. Con la speranza che non ne combinino un’altra delle loro: e viste le premesse c’è poco da star tranquilli. Lo stesso capitano Regni, di fronte all’esito delle indagini (compiute interrogando tutte le persone che potevano essere informate sui fatti, osservando i comportamenti dei ragazzi e ponendo subito i "riflettori" sui "soliti noti") non ha nascosto tutta la sua amarezza, soprattutto davanti a chi, con le spalle al muro, continuava a trovare divertente l’accaduto. E, fra i genitori e le autorità di Gussola c’è chi non ha esitato a definire "pericolosi" i tre bulli ricordando anche i comportamenti tenuti in giro per il paese. E mentre l’attività scolastica, per ora, è stata trasferita in un centro vicino, ci si continua ad interrogare su quanto accaduto. Fra l’altro, aspetto non di poco conto, nel corso delle indagini, a casa di uno dei tre e di una terza persona coinvolta, un 25enne albanese, sono stati ritrovati alcuni computer rubati nei giorni precedenti, oltre alle chiavi della palestra e di alcuni laboratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MariaChiara

    15 Marzo @ 09.23

    Collaboratori della gazzetta, scusate la domanda ma avete modi di intervistare i genitori di questi tre ragazzi? Sarei veramente curiosa di vedere come sono.. Poi proporrei di accreditare a loro una parte dei danni per la ricostruzione della scuola e se sono impossibilitati allora si mandano i tre ragazzi in una comunità a LAVORARE (così si rendono anche conto cosa significa aiutare le persone che hanno realmente bisogno) e con i soldi che guadagnerebbero si ricostruisce la scuola! Chi rompe paga..

    Rispondi

  • moni

    15 Marzo @ 08.06

    i tre che ridacchiano davanti ai carabinieri li mandi in una cooperativa di aiuto alle persone disabili 10 ore al giorno cosi' poi ridono meno, i genitori "disattenti" pagano il completo restauro della scuola e l'albanese ladro lo rimandi a casa sua dopo una bella "mano di bianco" cosi' va a rubare a tirana e non qui' da noi.E' COSI' CHE CI SI FA RISPETTARE E SI EDUCANO GLI ADOLESCENTI!!!!!

    Rispondi

  • luca

    14 Marzo @ 17.44

    se facevo un lavoro del genere alla loro età,i miei mi davano botte "da comunione" (a parte il fatto che non mi sarebbe passato nemmeno nell'anticamera del cervello di fare una cosa simile) invece,a questi tre "scàgàss",i loro genitori non torceranno un capello.... c'è da scommetterci... questa è la differenza di tempi.... quando facevo lo scemo,mio padre mi dava degli schiaffi da farmi girare la testa quindici giorni.... ma ha contribuito a farmi diventare quel che sono oggi..... un uomo migliore.... quando moriranno i nostri vecchi (e quelli della mia generazione) tutto andrà in malora irreversibilmente..... ci stiamo già andando..... per un motivo o per l'altro....

    Rispondi

  • caspao

    13 Marzo @ 21.30

    Incredibile c'è una insegnate che con un lungo commento riesce a strumentalizzare politicamente la vicenda dicendo che la scuola non ha risorse. Qui è la famiglia che no ha le risorse culturali, civiche di rispetto del bene pubblico; quindi la famiglia deve pagare cosi come i ragazzi in base alle rispettive responsabilità O forse è colpa di Berlusconi?

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    13 Marzo @ 18.28

    ......ècosì, che si "riforma" la scuola !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma"

SOCIAL NETWORK

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma" Foto

I cinque eventi imperdibili del weekend

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

16commenti

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

1commento

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

1commento

londra

Attacco a Londra: ecco chi è il killer Foto

SOCIETA'

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery