12°

Provincia-Emilia

Ecco come hanno ridotto la loro scuola tre ragazzi dai 14 ai 16 anni

Ecco come hanno ridotto la loro scuola tre ragazzi dai 14 ai 16 anni
Ricevi gratis le news
32

Paolo Panni

A scuola si annoiavano e così l’hanno incendiata. Questa l’ennesima storia di ragazzi allo sbando, non seguiti a dovere dalle loro famiglie, che occupano il loro tempo libero danneggiando e compiendo reati. Quello che è successo a due passi dal Parmense, Gussola, piccolo centro rivierasco cremonese a due passi da Casalmaggiore, ha davvero dell’incredibile. Pochi giorni fa, la scuola media "A. Roncalli" è stata data alle fiamme. I carabinieri della compagnia di Casalmaggiore, agli ordini del capitano parmense "d’adozione" Luigi Regni, in poco più di 24 ore hanno smascherato i piromani colpevoli del disastro. Un’indagine che ha portato agli sviluppi che tutti sospettavano ma che nessuno avrebbe mai voluto sentire. A dar fuoco alla scuola, oggi inagibile, sono stati tre minorenni che la frequentavano. Un terzetto di bulli in età compresa fra i 14 ed i 16 anni con una lunga storia, alle spalle, di bocciature, bullismo, reati di vario genere, compiuti anche ai danni di loro coetanei e di ragazzi più giovani. Una "carriera" la loro, tutt’altro che promettente, arrivata ora a questo incredibile fatto. Tutti devono rispondere, chi più e chi meno, di danneggiamento ed incendio doloso. Per nessuno di loro si sono aperte, per il momento, le porte del carcere minorile (aspetto, questo, che è stato colto con grande disappunto da una larga fetta di popolazione) ed anzi, uno dei tre, anche questa mattina si è presentato regolarmente a scuola, vantandosi di quanto fatto, ridacchiando in faccia ai carabinieri, alla preside ed a chiunque gli facesse domande. Fatti, questi, che si commentano ampiamente da soli. E che ancora una volta dimostrano quanto siano alla deriva valori che un tempo erano alla base del vivere civile. Per i tre, come ha già garantito la preside, scatteranno 15 giorni di sospensione (il massimo previsto) e, in accordo con l’amministrazione comunale del borgo adagiato sulle rive del Po, si cercherà di far sì che i tre ragazzi, durante il periodo di sospensione, siano impegnati in lavori socialmente utile. Con la speranza che non ne combinino un’altra delle loro: e viste le premesse c’è poco da star tranquilli. Lo stesso capitano Regni, di fronte all’esito delle indagini (compiute interrogando tutte le persone che potevano essere informate sui fatti, osservando i comportamenti dei ragazzi e ponendo subito i "riflettori" sui "soliti noti") non ha nascosto tutta la sua amarezza, soprattutto davanti a chi, con le spalle al muro, continuava a trovare divertente l’accaduto. E, fra i genitori e le autorità di Gussola c’è chi non ha esitato a definire "pericolosi" i tre bulli ricordando anche i comportamenti tenuti in giro per il paese. E mentre l’attività scolastica, per ora, è stata trasferita in un centro vicino, ci si continua ad interrogare su quanto accaduto. Fra l’altro, aspetto non di poco conto, nel corso delle indagini, a casa di uno dei tre e di una terza persona coinvolta, un 25enne albanese, sono stati ritrovati alcuni computer rubati nei giorni precedenti, oltre alle chiavi della palestra e di alcuni laboratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MariaChiara

    15 Marzo @ 09.23

    Collaboratori della gazzetta, scusate la domanda ma avete modi di intervistare i genitori di questi tre ragazzi? Sarei veramente curiosa di vedere come sono.. Poi proporrei di accreditare a loro una parte dei danni per la ricostruzione della scuola e se sono impossibilitati allora si mandano i tre ragazzi in una comunità a LAVORARE (così si rendono anche conto cosa significa aiutare le persone che hanno realmente bisogno) e con i soldi che guadagnerebbero si ricostruisce la scuola! Chi rompe paga..

    Rispondi

  • moni

    15 Marzo @ 08.06

    i tre che ridacchiano davanti ai carabinieri li mandi in una cooperativa di aiuto alle persone disabili 10 ore al giorno cosi' poi ridono meno, i genitori "disattenti" pagano il completo restauro della scuola e l'albanese ladro lo rimandi a casa sua dopo una bella "mano di bianco" cosi' va a rubare a tirana e non qui' da noi.E' COSI' CHE CI SI FA RISPETTARE E SI EDUCANO GLI ADOLESCENTI!!!!!

    Rispondi

  • luca

    14 Marzo @ 17.44

    se facevo un lavoro del genere alla loro età,i miei mi davano botte "da comunione" (a parte il fatto che non mi sarebbe passato nemmeno nell'anticamera del cervello di fare una cosa simile) invece,a questi tre "scàgàss",i loro genitori non torceranno un capello.... c'è da scommetterci... questa è la differenza di tempi.... quando facevo lo scemo,mio padre mi dava degli schiaffi da farmi girare la testa quindici giorni.... ma ha contribuito a farmi diventare quel che sono oggi..... un uomo migliore.... quando moriranno i nostri vecchi (e quelli della mia generazione) tutto andrà in malora irreversibilmente..... ci stiamo già andando..... per un motivo o per l'altro....

    Rispondi

  • caspao

    13 Marzo @ 21.30

    Incredibile c'è una insegnate che con un lungo commento riesce a strumentalizzare politicamente la vicenda dicendo che la scuola non ha risorse. Qui è la famiglia che no ha le risorse culturali, civiche di rispetto del bene pubblico; quindi la famiglia deve pagare cosi come i ragazzi in base alle rispettive responsabilità O forse è colpa di Berlusconi?

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    13 Marzo @ 18.28

    ......ècosì, che si "riforma" la scuola !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furto presso la concessionaria Boselli Moto di via La Spezia, 189/C

Foto dal video del TgParma

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

2commenti

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

1commento

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

2commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

SOLIDARIETA'

La lotta di Isabella contro la Fop: via alla raccolta fondi

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

4commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

PESCARA

La tragedia dell'Hotel Rigopiano: la Procura emette 23 avvisi di garanzia

SPORT

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

CHAMPIONS

Finisce senza reti la sfida fra Juve e Barcellona

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Vercelli

Maltrattamenti in un asilo, arrestate tre maestre Video

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery