Provincia-Emilia

Morte di Riccardo: più grave l'accusa per medici e ostetriche

Morte di Riccardo: più grave l'accusa per medici e ostetriche
2

 Dopo la morte del piccolo Riccardo D’Angelo, potrebbe anche essere trasformata in omicidio colposo plurimo l'ipotesi di reato per le cinque persone già finite sul registro degli indagati per la morte di Cristina Campari, la 38enne di San Michele Tiorre, avvenuta poco dopo avere partorito. Sono il primario del reparto di ginecologia dell’ospedale «Franchini» di Montecchio Lorenzo Spreafico, due ostetriche e due ginecologi (un uomo ed una donna) inizialmente indagati per la morte della madre del piccolo. Infatti, dopo la morte della donna e le gravi lesioni riportate dal bimbo al momento del parto, era stata aperta un’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Valentina Salvi, che aveva incaricato dell’autopsia sulla salma della 38enne, l'anatomopatologo e criminologo Antonio Osculati dell’università di Varese. Alla Procura non è ancora pervenuto l’esito dell’esame autoptico. Allo stesso medico legale domani pomeriggio verrà conferito l’incarico per eseguire l’autopsia anche sul corpo di Riccardo. Sono gli inevitabili passaggi della giustizia di fronte ad una immane tragedia che ha profondamente colpito la piccola comunità di San Michele Tiorre e non solo. 
Ma la giustizia, come affermano i familiari di Cristina e di Riccardo, non potrà mai più restituire la serenità della vita. Con la morte del bimbo, si è chiuso, in modo tragico, quello che era atteso come un momento di grande festa, il lieto evento per la nascita di un figlio. Tutto è successo la sera del 15 dicembre scorso, intorno alle 19.30, quando, nella sala parto del «Franchini», Cristina Campari, al termine di una gravidanza senza problemi, ha dato alla luce il suo secondogenito. Immediatamente dopo la nascita, purtroppo il piccolo aveva accusato difficoltà respiratorie, in termini clinici, una sofferenza perinatale. Era stato subito rianimato, intubato e trasferito d’urgenza alla neonatologia dell’arcispedale di Reggio Emilia in condizioni critiche. Mezz'ora più tardi la mamma era stata colta da una emorragia post parto. Trasferita in sala operatoria, era stata sottoposta ad un intervento d’urgenza che non è bastato per strapparla alla morte. 
Intanto in una stanza del nosocomio reggiano i medici si adoperavano per tentare di salvare la vita al neonato al quale, nel corso di una toccante cerimonia strettamente privata, alla presenza del papà Antonio e dei nonni materni e paterni, gli era stato imposto, con il battesimo, il nome di Riccardo. Dopo quaranta giorni di degenza al «Santa Maria Nuova», il bimbo era stato trasferito alla Neonatologia del Maggiore di Parma, dove, nonostante le assidue cure amorevoli del personale sanitario, giovedì mattina il suo cuore ha cessato di battere. «Era uno strazio vedere quel corpo così piccolo, tutto coperto di tubi. Ora ha finito di soffrire e potrà tornare accanto alla sua mamma nel cimitero di San Polo d’Enza» hanno  detto affranti i nonni. Adesso più che mai vogliono sapere la verità su quanto accaduto quella sera: non credono si sia trattato di una fatalità e, per avere risposte ai loro perché, si sono affidati all’avvocato Noris Bucchi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luigi

    15 Marzo @ 20.04

    Tutto ciò è il risultato delle lauree facili...andiamo avanti cosi',.....purtroppo ne vedremo altre di queste situazioni.........

    Rispondi

  • mirko

    15 Marzo @ 08.08

    sentite condoglianze a questa povera famiglia distrutta dal dolore. M.M.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery