15°

Provincia-Emilia

Elezioni regionali: Legambiente presenta le sue "richieste" ai candidati

Elezioni regionali: Legambiente presenta le sue "richieste" ai candidati
1

In vista delle elezioni del 28-29 marzo, Legambiente Emilia-Romagna chiede ai candidati alla presidenza regionale di sottoscrivere 6 punti qualificanti per coniugare modernità e benessere, con  sostenibilità e tutela del territorio.
Questi in sintesi i punti lanciati da Legambiente, sui quali l'associazione tornerà ad insistere nelle prossime settimane:

1. UNA RIVOLUZIONE ENERGETICA REGIONALE - L’Emilia-Romagna diventi una regione guida sul tema del risparmio energetico e l’uso delle fonti rinnovabili: per questo occorre che tutti i Piani della regione adottino e superino gli obiettivi europei  del 20-20-20 (20% riduzione dei consumi di energia, 20% utilizzo di fonti rinnovabili, 20% riduzione delle emissioni di CO2).
2. UN PIANO DI RIDUZIONE RIFIUTI - I candidati si impegnino ad adottare uno specifico piano di riduzione rifiuti e promozione della raccolta differenziata, in modo da limitare il consumo di nuove materie prime e ridurre il ricorso a discarica ed incenerimento, che devono essere concepiti come soluzioni davvero residuali. Se i Comuni difficilmente possono avviare azioni strutturali sul tema della riduzione, la Regione ha invece un potere legislativo che le da la possibilità di incidere in modo deciso su questo tema.
3. UN TETTO AL CONSUMO DI SUOLO - Dopo 6 decenni di crescita urbanistica inarrestabile e interi tratti del territorio compromessi (ad esempio l’area costiera o la striscia della Via Emilia) occorre che la Regione fissi un quantitativo limite di cementificazione da non superare. Indispensabile istituire un sistema informativo sul consumo di suolo.
4. UN RIPENSAMENTO DEL SISTEMA DEI TRASPORTI - Per uscire dall’emergenza cronica dello smog e diminuire la dipendenza dal petrolio occorre attuare un rinnovamento strutturale del sistema di mobilità. Serve un piano che metta al primo posto gli investimenti per sistemi di trasporto collettivi, efficienti e competitivi con l’auto, soprattutto nei centri cittadini e per la mobilità pendolare.
5. UN NO CHIARO AL NUCLEARE - Il cammino verso risparmio energetico e rinnovabili non lascia spazio ad una improvviso ritorno al nucleare. Si tratta di una tecnologia con impatti potenzialmente elevatissimi, per cui mancano progetti seri per lo smaltimento delle scorie, che ci lascia comunque dipendenti dall’estero per il combustibile. Oltre a questo, investire sul nucleare significa sottrarre importanti risorse pubbliche alle rinnovabili (pulite, diffuse sul territorio e con ampi indotti) per investire su una tecnologia monopolistica e a scarso ritorno occupazionale.
6. DEMOCRAZIA  E PARTECIPAZIONE - Strutturare processi di reale partecipazione dei cittadini nel confronto sui temi ambientali (prevenzione dei rischio, tutela della salute, qualità della vita). Occorre individuando procedure informative e percorsi decisionali che aiutino ad anticipare i conflitti e a raggiungere il consenso prima dei grandi interventi di modificazione del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Rinaldo Sorgenti

    15 Marzo @ 16.51

    Allo scopo di fornire un contributo alla comprensione del tema, suggerirei quanto segue: Sarebbe interessante che NON si chiedesse semplicemente ai candidati alla Presidenza Regionale la sottoscrizione dei 6 "auspici", ma che si indicasse anche COME pensano di eventualmente raggiungere tali "auspici". Per esempio: 1. UNA RIVOLUZIONE ENERGETICA REGIONALE: Si auspica il superamento del valore del 20% di Rinnovabili (senza precisare che tale impegno è riferito al consumo negli usi finali di energia quindi, in termini di "produzione di energia - poi da consumare - il valore aumenta drasticamente! Interessante quindi capire come si pensi di poter raggiungere tale obiettivo, senza riportare l'Italia indietro alle condizioni di inizio secolo XX (1900), quando l'energia veniva soprattutto dalle rinnovabili (idrico, biomassa e poco altro! Sull'altro punto che segue: 5. UN NO CHIARO AL NUCLEARE: Sarebbe utile fosse precisato perchè, secondo i proponenti, "...Il cammino verso risparmio energetico e rinnovabili non lascia spazio ad una improvviso ritorno al nucleare". Dato che non è immaginabile che il risparmio energetico possa incidere per oltre la metà dei consumi attuali e le Rinnovabili potranno dare un contributo marginale ma certamente non potranno produrre tutta l'emnergia che necessita ad un Paese sviluppato (salvo non auspicare quanto detto per il punto 1), tale affermazione sembra priva di senso. Inoltre, l'affermazione: "... investire sul nucleare significa sottrarre importanti risorse pubbliche alle rinnovabili ..." è del tutto fuorviante, perchè NON è affatto previsto che i nuovi impianti per produrre elettricità dal Nucleare siano finanziati da "risorse PUBBLICHE", quindi NON vi è ragione di far credere che il Nucleare sottrarrà risorse pubbliche alle Rinnovabili (con un aggravio di costi in Bolletta per tutti i consumatori) che, come sappiamo ne hanno invece assoluto bisogno, altrimenti non sarebbero sostenibili. La materia dell'energia è di particolare importanza e non bisogna rischiare che il cittadino possa non comprendere bene il significato delle ragioni di fondo che governano questa materia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa