19°

Provincia-Emilia

«Salviamo le scuole di montagna»

«Salviamo le scuole di montagna»
Ricevi gratis le news
1

 Beatrice Minozzi

Sono quasi 750 le firme raccolte dai genitori e dai cittadini di Tizzano per chiedere alle istituzioni di mantenere vigile l’attenzione sulle scuole di montagna. «Siamo ormai giunti all’iscrizione per il nuovo anno scolastico ed ancora non sappiamo se l’istituto comprensivo di Corniglio continuerà ad esistere così com'è ora o se verranno effettuati i tanto temuti tagli - si legge nella petizione stilata dai genitori degli alunni che frequentano le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Tizzano e Lagrimone -. Per l’anno attualmente in corso abbiamo ottenuto la solita deroga, di cui si conosce l’avvenuta concessione solo all’ultimo momento».
 Gli insegnanti, i genitori, ma anche i loro bambini, sono preoccupati per il clima di incertezza che grava sul futuro delle loro scuole, e chiedono a gran voce di «trasformare in legge tali deroghe che da anni sono indispensabili per garantire il funzionamento delle nostre scuole». I firmatari chiedono inoltre che venga approvato il progetto di sperimentazione «Fare scuola per costruire il futuro», che pone l’attenzione sulla scuola come momento di socializzazione e non solo di istruzione. «Nelle zone montane - spiega Serena Brandini, assessore alla scuola del Comune di Tizzano - i bimbi hanno poche proposte ricreative. La scuola si deve porre come luogo dove svolgere non solo le attività educative classiche, ma anche tutte quelle attività che possono contribuire allo sviluppo della personalità. E’ necessario che venga garantito il tempo pieno perché la scuola riesca a svolgere questa duplice funzione». La sperimentazione, che include laboratori di musica, lettura, attività teatrali, educazione ambientale e ricerca scientifica, propone di offrire la possibilità, agli insegnanti che non raggiungono un numero minimo di ore, di poter svolgere la loro attività sui quattro comuni dell’Istituto comprensivo anziché su due come previsto ora dalla legge. Ma qual è la situazione attuale delle scuole di Tizzano e Lagrimone? «Sia gli alunni delle elementari che quelli delle medie sono divisi in pluriclassi - spiega la Brandini -. Quest’anno gli insegnanti sono riusciti a «sdoppiare» le classi, garantendo così un buon livello di istruzione. Sono convinta che le pluriclassi non siano totalmente negative, a patto che il numero di bambini non sia eccessivo». Ma c'è un altro problema sottolineato sia dalla Brandini che da genitori ed insegnanti. «Viviamo nell’incertezza - spiega l’assessore -, solo all’ultimo momento veniamo a conoscenza di ciò che ci riguarda. La scuola di montagna deve uscire dall’ottica delle deroghe ed ottenere un proprio status». L’amministrazione comunale continua, intanto, a fare pressioni a tutti i livelli per fare in modo che non cali mai l’attenzione sul «problema scuola». «Da parte nostra dobbiamo cercare di essere propositivi - conclude la Brandini -. Dobbiamo offrire qualità per distinguerci come scuola d’eccellenza. Come amministrazione comunale continueremo a supportare le nostre scuole, ma siamo convinti che il ministero debba farsi carico degli oneri che gli spettano». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    16 Marzo @ 12.39

    Non è che si vogliono chiudere le scuole di montagna, ma i soldi per tenerle aperte dove sono? forse, eliminando inutili sprechi come ad esempio: le provincie, le comunità montane,i consigli di circoscrizione , le consulenze agli amici, le profumate pensioni dei consiglieri regionali e parlamentari dopo pochi anni di lavoro, l\'invio di danari alla regione Sicilia (vedi ultima puntata di Report). Ecco,i risparmi potrebbero servire per la sopravvivenza di queste scuole e per altre lodevoli iniziative.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

8commenti

Parma 1913

Ai domiciliari per maltrattamenti, va a lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

32commenti

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro