Provincia-Emilia

«Anche Salso nelle Zone franche termali»

0

 Una volta istituite, anche Salso rientrerà nelle zone franche termali. Ma le imprese economiche non potrebbero usufruire dei benefici fiscali previsti, se la legge, prima dell’approvazione, non venisse modificata.

 A sollevare il dubbio la sezione salsese di Italia Nostra. Il 9 marzo scorso infatti è iniziato l’iter di discussione, presso la Commissione finanze della Camera, della proposta di legge sulle zone franche termali, a prima firma di Franco Ceccuzzi, deputato del Partito democratico, che punta ad istituirle nelle cittadine in cui vi erano le aziende termali ex Eagat. 
Sono state identificate tredici realtà, tra cui anche Salso, con un’economia ancora caratterizzata dalla monocultura termale che non riesce più a soddisfare le esigenze di reddito e di occupazione. 
«Per le imprese salsesi - spiega in una nota Italia Nostra che da gennaio sta seguendo la vicenda - l’opportunità di beneficiare di enormi vantaggi (quali l’esenzione quinquennale dall’Ires, dall’Irap, dall’Ici, dal pagamento di contributi previdenziali e l’esenzione triennale dalla Tarsu ) sembrerebbe realizzabile e prossima. Ma i professionisti, di cui la sezione di Italia Nostra si è avvalsa, hanno rilevato che la proposta di legge, così concepita, non è confacente alle caratteristiche di Salso. Le esenzioni Ires, Irap, Ici e dal pagamento di contributi previdenziali, infatti, sono riservate a imprese che, aperti i battenti in seguito al conseguimento da parte di Salso della registrazione come zona franca termale, abbiano un numero di dipendenti che va da 1 a 50 e un fatturato annuo che oscilla da due a cinquanta milioni di euro. Tutte le altre imprese sono estromesse da ogni agevolazione annunciata». 
Secondo Italia Nostra «Salso, dunque, che è esclusa dalla possibilità di divenire Zona franca urbana, perché non riveste le caratteristiche, è destinata, se la proposta di legge in oggetto non sarà modificata, a essere privata anche dalla facoltà di usufruire dei privilegi assegnati alle zone franche termali».
Per questo, Eva Sara Camozzi, presidente della sezione salsese di Italia Nostra, si sta attivando affinché venga presentata una mozione atta a correggere la proposta di legge secondo le esigenze degli imprenditori salsesi e contattare gli onorevoli promotori per accelerarne l’approvazione. 
La mozione, già pronta e firmata dagli intervenuti al tavolo di lavoro indetto, è stata accolta dall’onorevole Mauro Libé (Udc) e consegnata a Giampaolo Lavagetto, membro del Coordinamento regionale Emilia Romagna del Pdl, perché la trasmetta all’onorevole Pietro Lunardi (Pdl) e alla senatrice Maria Ida Germontani (Pdl), che cureranno la questione affiancando Italia Nostra. 
Una volta istituite, anche Salso rientrerà nelle zone franche termali. Ma le imprese economiche non potrebbero usufruire dei benefici fiscali previsti, se la legge, prima dell’approvazione, non venisse modificata.
 A sollevare il dubbio la sezione salsese di Italia Nostra. Il 9 marzo scorso infatti è iniziato l’iter di discussione, presso la Commissione finanze della Camera, della proposta di legge sulle zone franche termali, a prima firma di Franco Ceccuzzi, deputato del Partito democratico, che punta ad istituirle nelle cittadine in cui vi erano le aziende termali ex Eagat. 
Sono state identificate tredici realtà, tra cui anche Salso, con un’economia ancora caratterizzata dalla monocultura termale che non riesce più a soddisfare le esigenze di reddito e di occupazione. 
«Per le imprese salsesi - spiega in una nota Italia Nostra che da gennaio sta seguendo la vicenda - l’opportunità di beneficiare di enormi vantaggi (quali l’esenzione quinquennale dall’Ires, dall’Irap, dall’Ici, dal pagamento di contributi previdenziali e l’esenzione triennale dalla Tarsu ) sembrerebbe realizzabile e prossima. Ma i professionisti, di cui la sezione di Italia Nostra si è avvalsa, hanno rilevato che la proposta di legge, così concepita, non è confacente alle caratteristiche di Salso. Le esenzioni Ires, Irap, Ici e dal pagamento di contributi previdenziali, infatti, sono riservate a imprese che, aperti i battenti in seguito al conseguimento da parte di Salso della registrazione come zona franca termale, abbiano un numero di dipendenti che va da 1 a 50 e un fatturato annuo che oscilla da due a cinquanta milioni di euro. Tutte le altre imprese sono estromesse da ogni agevolazione annunciata». 
Secondo Italia Nostra «Salso, dunque, che è esclusa dalla possibilità di divenire Zona franca urbana, perché non riveste le caratteristiche, è destinata, se la proposta di legge in oggetto non sarà modificata, a essere privata anche dalla facoltà di usufruire dei privilegi assegnati alle zone franche termali».
Per questo, Eva Sara Camozzi, presidente della sezione salsese di Italia Nostra, si sta attivando affinché venga presentata una mozione atta a correggere la proposta di legge secondo le esigenze degli imprenditori salsesi e contattare gli onorevoli promotori per accelerarne l’approvazione. 
La mozione, già pronta e firmata dagli intervenuti al tavolo di lavoro indetto, è stata accolta dall’onorevole Mauro Libé (Udc) e consegnata a Giampaolo Lavagetto, membro del Coordinamento regionale Emilia Romagna del Pdl, perché la trasmetta all’onorevole Pietro Lunardi (Pdl) e alla senatrice Maria Ida Germontani (Pdl), che cureranno la questione affiancando Italia Nostra. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

Il mancato arrivo in casa crociata del direttore sportivo della Spal si collega anche a un retroscena di mercato.

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti