10°

22°

Provincia-Emilia

«Anche Salso nelle Zone franche termali»

Ricevi gratis le news
0

 Una volta istituite, anche Salso rientrerà nelle zone franche termali. Ma le imprese economiche non potrebbero usufruire dei benefici fiscali previsti, se la legge, prima dell’approvazione, non venisse modificata.

 A sollevare il dubbio la sezione salsese di Italia Nostra. Il 9 marzo scorso infatti è iniziato l’iter di discussione, presso la Commissione finanze della Camera, della proposta di legge sulle zone franche termali, a prima firma di Franco Ceccuzzi, deputato del Partito democratico, che punta ad istituirle nelle cittadine in cui vi erano le aziende termali ex Eagat. 
Sono state identificate tredici realtà, tra cui anche Salso, con un’economia ancora caratterizzata dalla monocultura termale che non riesce più a soddisfare le esigenze di reddito e di occupazione. 
«Per le imprese salsesi - spiega in una nota Italia Nostra che da gennaio sta seguendo la vicenda - l’opportunità di beneficiare di enormi vantaggi (quali l’esenzione quinquennale dall’Ires, dall’Irap, dall’Ici, dal pagamento di contributi previdenziali e l’esenzione triennale dalla Tarsu ) sembrerebbe realizzabile e prossima. Ma i professionisti, di cui la sezione di Italia Nostra si è avvalsa, hanno rilevato che la proposta di legge, così concepita, non è confacente alle caratteristiche di Salso. Le esenzioni Ires, Irap, Ici e dal pagamento di contributi previdenziali, infatti, sono riservate a imprese che, aperti i battenti in seguito al conseguimento da parte di Salso della registrazione come zona franca termale, abbiano un numero di dipendenti che va da 1 a 50 e un fatturato annuo che oscilla da due a cinquanta milioni di euro. Tutte le altre imprese sono estromesse da ogni agevolazione annunciata». 
Secondo Italia Nostra «Salso, dunque, che è esclusa dalla possibilità di divenire Zona franca urbana, perché non riveste le caratteristiche, è destinata, se la proposta di legge in oggetto non sarà modificata, a essere privata anche dalla facoltà di usufruire dei privilegi assegnati alle zone franche termali».
Per questo, Eva Sara Camozzi, presidente della sezione salsese di Italia Nostra, si sta attivando affinché venga presentata una mozione atta a correggere la proposta di legge secondo le esigenze degli imprenditori salsesi e contattare gli onorevoli promotori per accelerarne l’approvazione. 
La mozione, già pronta e firmata dagli intervenuti al tavolo di lavoro indetto, è stata accolta dall’onorevole Mauro Libé (Udc) e consegnata a Giampaolo Lavagetto, membro del Coordinamento regionale Emilia Romagna del Pdl, perché la trasmetta all’onorevole Pietro Lunardi (Pdl) e alla senatrice Maria Ida Germontani (Pdl), che cureranno la questione affiancando Italia Nostra. 
Una volta istituite, anche Salso rientrerà nelle zone franche termali. Ma le imprese economiche non potrebbero usufruire dei benefici fiscali previsti, se la legge, prima dell’approvazione, non venisse modificata.
 A sollevare il dubbio la sezione salsese di Italia Nostra. Il 9 marzo scorso infatti è iniziato l’iter di discussione, presso la Commissione finanze della Camera, della proposta di legge sulle zone franche termali, a prima firma di Franco Ceccuzzi, deputato del Partito democratico, che punta ad istituirle nelle cittadine in cui vi erano le aziende termali ex Eagat. 
Sono state identificate tredici realtà, tra cui anche Salso, con un’economia ancora caratterizzata dalla monocultura termale che non riesce più a soddisfare le esigenze di reddito e di occupazione. 
«Per le imprese salsesi - spiega in una nota Italia Nostra che da gennaio sta seguendo la vicenda - l’opportunità di beneficiare di enormi vantaggi (quali l’esenzione quinquennale dall’Ires, dall’Irap, dall’Ici, dal pagamento di contributi previdenziali e l’esenzione triennale dalla Tarsu ) sembrerebbe realizzabile e prossima. Ma i professionisti, di cui la sezione di Italia Nostra si è avvalsa, hanno rilevato che la proposta di legge, così concepita, non è confacente alle caratteristiche di Salso. Le esenzioni Ires, Irap, Ici e dal pagamento di contributi previdenziali, infatti, sono riservate a imprese che, aperti i battenti in seguito al conseguimento da parte di Salso della registrazione come zona franca termale, abbiano un numero di dipendenti che va da 1 a 50 e un fatturato annuo che oscilla da due a cinquanta milioni di euro. Tutte le altre imprese sono estromesse da ogni agevolazione annunciata». 
Secondo Italia Nostra «Salso, dunque, che è esclusa dalla possibilità di divenire Zona franca urbana, perché non riveste le caratteristiche, è destinata, se la proposta di legge in oggetto non sarà modificata, a essere privata anche dalla facoltà di usufruire dei privilegi assegnati alle zone franche termali».
Per questo, Eva Sara Camozzi, presidente della sezione salsese di Italia Nostra, si sta attivando affinché venga presentata una mozione atta a correggere la proposta di legge secondo le esigenze degli imprenditori salsesi e contattare gli onorevoli promotori per accelerarne l’approvazione. 
La mozione, già pronta e firmata dagli intervenuti al tavolo di lavoro indetto, è stata accolta dall’onorevole Mauro Libé (Udc) e consegnata a Giampaolo Lavagetto, membro del Coordinamento regionale Emilia Romagna del Pdl, perché la trasmetta all’onorevole Pietro Lunardi (Pdl) e alla senatrice Maria Ida Germontani (Pdl), che cureranno la questione affiancando Italia Nostra. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Sauro Fontanesi è il nuovo delegato alla Sicurezza del Comune

COMUNE

Sauro Fontanesi è il nuovo delegato alla Sicurezza del Comune

Fontanesi lascerà il comando della Municipale di Castelnovo Monti. Il suo ruolo: affiancherà l'assessore nella gestione degli interventi

tg parma

San Michele Tiorre, trasferiti da Parma i primi 8 migranti Video

2commenti

Via Burla

Rissa fra detenuti, agente ferito a Parma. Il Sappe: "Carcere praticamente in mano ai detenuti"

Il sindacato Sappe ribadisce i problemi di organico della polizia penitenziaria

PROVINCIA

Ponte di Colorno-Casalmaggiore: accelerati i lavori di verifica

Resta l'ipotesi del ponte di barche

1commento

PARMA

Tajani al Collegio Europeo: "Il voto tedesco impone Italia protagonista per la stabilità" Video

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha aperto l'anno accademico con una lectio magistralis

parma

In bici ubriaco: denunciato e due ruote sequestrata

7commenti

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

2commenti

PARMA

Nuovo rettore: mercoledì il primo turno delle elezioni, 6 candidati in lizza

Se nessuno otterrà la maggioranza assoluta, si tornerà a votare la prossima settimana

gazzareporter

Frigo e materassi in strada... Rifiuti abbandonati in via Pelacani

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

3commenti

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

fisco

Caos Spesometro, "congelato" il sito di invio fatture

FIRENZE

Concorsi truccati, arrestati 7 docenti universitari

SPORT

tribunale Figc

Caso ultrà, Agnelli condannato a un anno. Juventus: 300 mila euro di ammenda

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano: 30 anni fa e oggi, le foto

1commento

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery