Provincia-Emilia

San Polo, le mamme attaccano: "Cose strane alla materna"

San Polo, le mamme attaccano: "Cose strane alla materna"
Ricevi gratis le news
1

Chiara De Carli

Si dividono tra «fatalisti» e «arrabbiati» i genitori dei bambini che frequentano la scuola materna di San Polo di Torrile anche se tutti dichiarano di avere fiducia nella struttura nonostante il ritrovamento di un insetto (dalle sembianze di scarafaggio, ancora a disposizione della polizia sanitaria per le analisi che ne definiranno la specie) nel piatto degli spinaci servito ad una delle maestre durante il pranzo nella mensa della scuola lo scorso 26 febbraio.
In quell'occasione, era stata tempestivamente sospesa la somministrazione del contorno a tutti gli alunni e, il lunedì successivo, l’Asl ha effettuato una serie di controlli nelle aule e nella mensa non rilevando anomalie dal punto di vista igienico sanitario. La notizia si era diffusa in paese e diversi genitori sono scesi sul piede di guerra. Alcuni di loro hanno richiesto un incontro con l’Amministrazione comunale e con la responsabile di settore, Antonella Amore, per avere chiarimenti sulla situazione che, da alcuni, è stata definita «vergognosa». All’appuntamento si sono presentate una ventina di mamme che si sono confrontate con il sindaco Rizzoli, gli assessori alla sanità, Maura Zilioli, e alla scuola, Barbara Barattieri, e la dottoressa Amore in un incontro «a porte chiuse» da cui è uscita solo la comunicazione ufficiale dell’assessore Barattieri inviata per lettera anche alle famiglie degli oltre 800 alunni che frequentano l’Istituto comprensivo di Torrile. «In riferimento all’episodio avvenuto alla scuola dell’infanzia relativo al ritrovamento di un insetto da parte di un insegnante durante il consumo del pasto - si legge nella missiva - vorrei sottolineare il fatto che l’Amministrazione comunale ha attivato tutte le procedure richieste dalla normativa vigente in materia di igiene alimentare allertando il Servizio igiene alimenti e nutrizione dell’Azienda Ausl di Parma. L’accurato sopralluogo effettuato dai tecnici Asl in data 1 marzo non ha evidenziato carenze e irregolarità di tipo igienico sanitario. In via precauzionale e preventiva è stata richiesta la derattizzazione degli ambienti». «Andiamo in Comune non per fare polemiche ma per ottenere fatti concreti e per sapere che cosa stanno facendo per migliorare la cosa - ha affermato una delle mamme, prima dell’incontro -. Stanno succedendo troppe cose e tutte vicine: in passato andava tutto bene. Dopo il fatto segnalato, a scuola sono saltati fuori altri scarafaggi (che sono stati tenuti). Abbiamo avuto un topo a dicembre dopo la festa di Natale e, in questo caso, a noi non è stata data nessuna comunicazione scritta del fatto che la scuola sia stata disinfettata. Nel caso dello scarafaggio, se fosse capitato nel piatto di un bambino lo avrebbe mangiato e non si sarebbe saputo. Noi vogliamo sapere come avviene il passaggio dei pasti da quando arriva il camion della Camst, come viene smistato il cibo perché qui c'è un cantiere aperto. Non andiamo per accusare ma per ascoltare e per proporre soluzioni».
Al «caso dello scarafaggio» si aggiungono le lamentele dei genitori per l’intempestiva comunicazione delle malattie infettive contratte dai bambini che frequentano l’asilo e per cui, a quanto si dice, una madre avrebbe denunciato la scuola «rea» di non aver comunicato la presenza di bambini affetti da tigna e aver fatto sì che anche suo figlio venisse infettato.
«Siamo consapevoli del fatto che le maestre non possano creare allarmismi ma è giusto essere informate - commenta Angela -. Vogliamo che cambi la procedura che c'è adesso per cui le maestre non possono dare comunicazione finchè non arriva l’ufficializzazione dell’Asl. Se ci sono persone che, per vari problemi, non sono veloci a dare la notizia all’Asl le comunicazioni non avvengono. Come per il caso di tigna: spesso noi siamo avvisati quando l’Asl permette di far rientrare il bambino a scuola».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ekomille

    22 Marzo @ 12.24

    E' vergognoso che in un ambiente sensibile come un asilo, frequentato da bambini, agenti infestanti di ogni sorta siano ospiti fissi. Inoltre le derattizzazioni con veleni non aiutano certo a migliorare la situazione di minori già bombardati oltremodo da prodotti e agenti chimici. Confido in un mondo in cui anche la derattizzazione ecologica diventi all'ordine del giorno

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene,la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: continuano le segnalazioni di black-out

1commento

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS