Provincia-Emilia

400 milioni per il Piano delle acque

400 milioni per il Piano delle acque
0

Un investimento complessivo di circa 400 milioni di euro per programmi e interventi che vanno dal potenziamento di acquedotti alla realizzazione di impianti fognari e depuratori fino al riequilibrio del bilancio idrico del territorio.Questo il Piano provinciale delle acque, che è stato varato ieri dal consiglio provinciale.

NUOVI ACQUEDOTTI - La novità principale riguarda la captazione di acque in superficie dai torrenti Taro e Ceno e, successivamente, dall’Enza. Il costo di realizzazione del progetto è stimato attorno ai 25 ml di euro. Si tratta di una modalità che andrà a rafforzare la rete acquedottistica esistente garantendo allo stesso tempo una adeguata quantità e migliore qualità dell’acqua. Il sistema prevede la captazione della risorsa idrica quando il livello dei torrenti lo consente e l’invio alle centrali di Priorato e Parma dove sarà miscelata con quella proveniente dalla pianura, con conseguente  miglioramento della qualità. L’intento è quello di raggiungere entro il 2016 lo stato ecologico “buono” per le nostre acque. Il progetto di captazione da parte dei gestori interessati (Enia, ASCAA, Montagna 2000, in associazione tra loro) sarà sottoposta a Valutazione di Impatto Ambientale, dovrà garantire il DMV e non dovrà influire sull’ attuale funzionalità delle captazioni esistenti a servizio dei Comuni e delle Attività Produttive. La quantità della risorsa idrica prelevata, le modalità di prelievo ed i tempi dello stesso dovranno essere definiti in modo tale da non incidere sull’attuale sistema di approvvigionamento dei comuni e sulle future previsioni di sviluppo della zona a monte; inoltre  la zona di prelievo dovrà essere individuata possibilmente a valle delle captazioni attualmente funzionanti. L’approvazione dell’eventuale progetto  di captazione dovrà essere contestuale alla definizione di un Accordo di programma – tra i gestori interessati (ENIA, ASCAA, Montagna 2000) e Provincia, Comunità Montana e Comuni - le cui finalità, oltre che il ripristino della balneabilità del Taro e del Ceno, saranno quelle di garantire un adeguato livello qualitativo delle acque e l’accesso privilegiato  ai finanziamenti per la realizzazione e gestione di opere nei territori della Comunità Montana Ovest.

7 NUOVI SCHEMI FOGNARI - Il Piano propone la realizzazione di 7 nuovi schemi fognari che, con interventi di collettamento e interconnessione delle reti nelle zone Parma Sud, Parma Sud-Est, Via Emilia, Salso-Fidenza, Soragna-Busseto, Parma Nord-Ovest e Parma Nord-Est, favoriranno un organico sviluppo del servizio idrico integrato nel territorio provinciale. Si prevedono la creazione di alcune dorsali fra cui quella della Val D’Enza con la realizzazione del depuratore di Montechiarugolo (20 ml) e connessione con il sistema fognario che scende da Neviano. La filosofia è quella di concentrare le reti depurative uscendo dalla logica dei piccoli depuratori per passare ad impianti che danno maggiori garanzie e maggiori economie di scala.


INVASI A BATTO IMPATTO- il Piano promuove interventi concreti per la gestione della siccità prevedendo, tra le altre cose, la proposta di realizzare invasi a basso impatto ambientale e per un uso plurimo della risorsa, rivolti al sistema irriguo, al mantenimento del deflusso minimo vitale e alla ricarica delle falde. Attualmente ne sono stati proposti 15 con una potenza di invaso complessiva di circa 21 milioni di metri cubi. Tali invasi verrebbero individuati nei comuni di Busseto, Fontanellato, Fontevivo, Parma, Noceto, Collecchio, Medesano, Montechiarugolo, Lesignano Bagni, Traversetolo, Salsomaggiore Terme e Felino. Dei 15 invasi proposti, 3 verrebbero ubicati utilizzando parte delle casse d’espansione dei Torrenti Parma, Baganza ed Enza. Entro il 2016 è in programma l’aumento di almeno 1/3 dei volumi dei serbatoi di stoccaggio nelle aree montane. Ulteriori interventi sono previsti per differenziare le fonti di approvvigionamento idrico, ottimizzando la ricarica delle falde acquifere. Altri interventi riguardano la depurazione perché la qualità delle acque comincia proprio dalla montagna, alcune  azioni contro gli sprechi fra cui interventi di  rifacimento di parti delle reti acquedottistiche.

CULTURA DEL RISPARMIO - Il Piano promuove programmi di educazione e comunicazione ambientale al fine di diffondere nelle case e nelle scuole della provincia una nuova cultura dell’acqua, più attenta al rispetto della risorsa e ad un consumo più consapevole.

BERNAZZOLI: "GRANDE LAVORO DI PARTECIPAZIONE“ - "L’acqua è un tema primario non solo perché critico a livello mondiale, ma perché non lascia indenne il nostro territorio da problemi legati alla carenza e alla qualità che non è adeguata a quella delle nostre produzioni – ha spiegato il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli– Si tratta di due situazioni critiche su cui è necessario intervenire. Lo abbiamo fatto come Provincia fornendo indicazioni utili e risposte concrete attraverso il Piano provinciale delle acque. Lo abbiamo costruito con un grande lavoro di partecipazione, trasparente, che ha permesso a tutti di fare la propria parte e di arrivare ad una decisione condivisa”.

CASTELLANI: “PARTIREMO CON MEDESANO" - Il servizio ambiente della Provincia ha dedicato molte risorse umane alla realizzazione di questo piano, in continuo confronto con i portati di interesse del territorio – ha commentato l'assessore all'Ambiente Giancarlo Castellani – Il tema depurativo e fognario è particolarmente importante. Oggi abbiamo una serie di piccoli depurati, ma la filosofia  con cui abbiamo lavorato è quella di realizzare vere proprie dorsali con impianti che possano davvero migliorare le acque in uscita. Altro elemento di valore è la realizzazione dei bacini: 15 invasi per un totale di 21 milioni di metri cubi di acqua, un quantitativo che ci consentirà di pareggiare il deficit. Il primo a partire sarà quello di Medesano il cui progetto è attualmente al vaglio della Regione”.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

4commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

referendum

seggi

Referendum, urne aperte e discreta affluenza. Istruzioni per l'uso

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

1commento

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

5commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

COMMENTO

Un post per i posteri

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti