12°

Provincia-Emilia

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene
0

Era un personaggio caratteristico di Ozzano Giuseppe Groppi, scomparso all’età di 100 anni. Si è sentito male sabato scorso nella casa protetta di Collecchio dove era ospite da circa 4 anni.
Un malore fatale, dopo un secolo di vita trascorso all’insegna della semplicità e del lavoro. 

La sua famiglia era originaria di Neviano degli Arduini. Il padre Attilio e la madre Ercolina Adorni si erano trasferiti, poi, nel fornovese e quindi nel podere di Casa dei Folli ad Ozzano Taro. 
Giuseppe era il settimo di 10 fratelli, 8 maschi e 2 femmine. Due, Ennio ed Antonio, erano rimasti uccisi nel corso della prima guerra mondiale, al fronte.
 Giuseppe Groppi aveva fatto il militare di leva agli inizi degli anni Trenta, per poi essere richiamato una prima volta come caporale in Africa, a Tripoli in Libia. Nel frattempo si era sposato con Rina Cunegondi. 
Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, fu richiamato quale sergente maggiore prima ai confini con la Francia in Valle d’Aosta, quindi in Jugoslavia.
 Quando Badaglio proclamò l’armistizio, l’8 settembre 1943, la situazione precipitò. 
Giuseppe Groppi non si unì alle truppe tedesche, e cercò di rientrare in Italia con le proprie forze. Riuscì, attraverso una serie rocambolesca di avventure, a ritornare nella sua Ozzano grazie all’ospitalità di alcune famiglie che gli fornirono indumenti civili al posto di quelli militari, e di  altri che lo nascosero in un carro adibito al trasporto del carbone. E per mangiare spesso doveva accontentarsi di una pagnotta e un po' d’uva. 
Rientrò da Traversetolo con una bicicletta scassata prendendo la via meno battuta per non farsi vedere. In seguito dovette nascondersi fino alla fine della guerra. 
Fece per lungo tempo l’agricoltore, fino ai primi  anni dopo il secondo conflitto mondiale quando divenne carpentiere edile. Fu anche capo carpentiere quando venne costruito il monoblocco dell’Ospedale Maggiore,  a metà degli anni Settanta. 
Era molto attaccato ad Ozzano. Qui costruì la propria abitazione, in località Case Folli proprio agli inizi degli anni Settanta. 
«Era un grande affabulatore - così lo ricorda il nipote Antonio Groppi - gli piaceva parlare delle esperienze del suo passato. Un uomo forte fisicamente e in gamba da un punto di vista mentale: è stato lucido fino all’ultimo».
Gli piaceva il museo Ettore Guatelli: faceva spesso da guida ai bambini che lo visitavano. 
La morte della moglie Rina Cunegondi nel 1996 aveva lasciato un grande vuoto nella sua vita. Giuseppe aveva continuato a coltivare il suo orto e le sue verdure fino a 4 anni fa, quando era entrato in casa protetta. I funerali si svolgeranno oggi alle 9.45 partendo dall’ospedale Maggiore per la chiesa di Ozzano. g.zan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

gossip

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

Angelina Jolie finalmente sorride, in Cambogia

cinema

Angelina Jolie finalmente sorride. In Cambogia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

I presidi

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

1commento

Traversetolo

Scuola, in bagno solo all'intervallo

2commenti

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

2commenti

Polizia Municipale

Bocconi sospetti anche al parco di via Micheli

la domenica

Sapore di Carnevale, ciaspole e... Schifitombola: l'agenda

Soragna

Senza patente da sempre, maxi-multa

3commenti

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

SCUOLA

Troppe richieste per il Marconi: si andrà al sorteggio

LEGA PRO

Al Tardini arriva la Samb

Collecchio

«Ozzano è senza medici, ne vogliamo almeno uno»

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

2commenti

il moro

Tir distrutto dalle fiamme nel cortile di una ditta. Danni al "vicino"

FiDENZA

Studente 15enne del Solari in gita, all'ospedale per intossicazione alcolica

13commenti

terremoto

Piccola scossa con epicentro tra Calestano e Terenzo

lega pro

Pordenone ko, il Venezia vola. Parma obbligato a vincere

2commenti

Montecchio

In cassa non trova niente: e il rapinatore se ne va imprecando

Ricerche anche nel Parmense

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

EDITORIALE

Il risiko dell'auto. Perché l'Italia non può restare a guardare

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

Modena

Le unioni civili valgono anche al cimitero

TECNOLOGIA

Bill Gates: "I robot paghino le tasse"

2commenti

WEEKEND

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

VELLUTO ROSSO

Teatro: orsi, Leonardo e Caino. Tutti insieme appassionatamente

SPORT

Bayern

Dito medio di Ancelotti ai tifosi dell'Hertha: "Mi hanno sputato"

tg parma

60 ostacoli indoor, vittoria e record per Di Lazzaro. Seconda Oki Video

MOTORI

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv

ANTEPRIMA

Nuova Honda Civic, la nostra pagella