Provincia-Emilia

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene
0

Era un personaggio caratteristico di Ozzano Giuseppe Groppi, scomparso all’età di 100 anni. Si è sentito male sabato scorso nella casa protetta di Collecchio dove era ospite da circa 4 anni.
Un malore fatale, dopo un secolo di vita trascorso all’insegna della semplicità e del lavoro. 

La sua famiglia era originaria di Neviano degli Arduini. Il padre Attilio e la madre Ercolina Adorni si erano trasferiti, poi, nel fornovese e quindi nel podere di Casa dei Folli ad Ozzano Taro. 
Giuseppe era il settimo di 10 fratelli, 8 maschi e 2 femmine. Due, Ennio ed Antonio, erano rimasti uccisi nel corso della prima guerra mondiale, al fronte.
 Giuseppe Groppi aveva fatto il militare di leva agli inizi degli anni Trenta, per poi essere richiamato una prima volta come caporale in Africa, a Tripoli in Libia. Nel frattempo si era sposato con Rina Cunegondi. 
Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, fu richiamato quale sergente maggiore prima ai confini con la Francia in Valle d’Aosta, quindi in Jugoslavia.
 Quando Badaglio proclamò l’armistizio, l’8 settembre 1943, la situazione precipitò. 
Giuseppe Groppi non si unì alle truppe tedesche, e cercò di rientrare in Italia con le proprie forze. Riuscì, attraverso una serie rocambolesca di avventure, a ritornare nella sua Ozzano grazie all’ospitalità di alcune famiglie che gli fornirono indumenti civili al posto di quelli militari, e di  altri che lo nascosero in un carro adibito al trasporto del carbone. E per mangiare spesso doveva accontentarsi di una pagnotta e un po' d’uva. 
Rientrò da Traversetolo con una bicicletta scassata prendendo la via meno battuta per non farsi vedere. In seguito dovette nascondersi fino alla fine della guerra. 
Fece per lungo tempo l’agricoltore, fino ai primi  anni dopo il secondo conflitto mondiale quando divenne carpentiere edile. Fu anche capo carpentiere quando venne costruito il monoblocco dell’Ospedale Maggiore,  a metà degli anni Settanta. 
Era molto attaccato ad Ozzano. Qui costruì la propria abitazione, in località Case Folli proprio agli inizi degli anni Settanta. 
«Era un grande affabulatore - così lo ricorda il nipote Antonio Groppi - gli piaceva parlare delle esperienze del suo passato. Un uomo forte fisicamente e in gamba da un punto di vista mentale: è stato lucido fino all’ultimo».
Gli piaceva il museo Ettore Guatelli: faceva spesso da guida ai bambini che lo visitavano. 
La morte della moglie Rina Cunegondi nel 1996 aveva lasciato un grande vuoto nella sua vita. Giuseppe aveva continuato a coltivare il suo orto e le sue verdure fino a 4 anni fa, quando era entrato in casa protetta. I funerali si svolgeranno oggi alle 9.45 partendo dall’ospedale Maggiore per la chiesa di Ozzano. g.zan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Sanzionata una signora 78enne che non poteva portare fuori la spazzatura e si è affidata a un vicino

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

7commenti

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

16 dicembre

Valter Mainetti professore ad honorem dell'Università di Parma

Il conferimento alle ore 11 nell’Aula Magna dell’Ateneo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

MILANO

Cadavere di donna avvolto in cellophane in cava dismessa

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

SOCIETA'

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)