20°

Provincia-Emilia

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene

Giuseppe Groppi, 100 anni spesi bene
0

Era un personaggio caratteristico di Ozzano Giuseppe Groppi, scomparso all’età di 100 anni. Si è sentito male sabato scorso nella casa protetta di Collecchio dove era ospite da circa 4 anni.
Un malore fatale, dopo un secolo di vita trascorso all’insegna della semplicità e del lavoro. 

La sua famiglia era originaria di Neviano degli Arduini. Il padre Attilio e la madre Ercolina Adorni si erano trasferiti, poi, nel fornovese e quindi nel podere di Casa dei Folli ad Ozzano Taro. 
Giuseppe era il settimo di 10 fratelli, 8 maschi e 2 femmine. Due, Ennio ed Antonio, erano rimasti uccisi nel corso della prima guerra mondiale, al fronte.
 Giuseppe Groppi aveva fatto il militare di leva agli inizi degli anni Trenta, per poi essere richiamato una prima volta come caporale in Africa, a Tripoli in Libia. Nel frattempo si era sposato con Rina Cunegondi. 
Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, fu richiamato quale sergente maggiore prima ai confini con la Francia in Valle d’Aosta, quindi in Jugoslavia.
 Quando Badaglio proclamò l’armistizio, l’8 settembre 1943, la situazione precipitò. 
Giuseppe Groppi non si unì alle truppe tedesche, e cercò di rientrare in Italia con le proprie forze. Riuscì, attraverso una serie rocambolesca di avventure, a ritornare nella sua Ozzano grazie all’ospitalità di alcune famiglie che gli fornirono indumenti civili al posto di quelli militari, e di  altri che lo nascosero in un carro adibito al trasporto del carbone. E per mangiare spesso doveva accontentarsi di una pagnotta e un po' d’uva. 
Rientrò da Traversetolo con una bicicletta scassata prendendo la via meno battuta per non farsi vedere. In seguito dovette nascondersi fino alla fine della guerra. 
Fece per lungo tempo l’agricoltore, fino ai primi  anni dopo il secondo conflitto mondiale quando divenne carpentiere edile. Fu anche capo carpentiere quando venne costruito il monoblocco dell’Ospedale Maggiore,  a metà degli anni Settanta. 
Era molto attaccato ad Ozzano. Qui costruì la propria abitazione, in località Case Folli proprio agli inizi degli anni Settanta. 
«Era un grande affabulatore - così lo ricorda il nipote Antonio Groppi - gli piaceva parlare delle esperienze del suo passato. Un uomo forte fisicamente e in gamba da un punto di vista mentale: è stato lucido fino all’ultimo».
Gli piaceva il museo Ettore Guatelli: faceva spesso da guida ai bambini che lo visitavano. 
La morte della moglie Rina Cunegondi nel 1996 aveva lasciato un grande vuoto nella sua vita. Giuseppe aveva continuato a coltivare il suo orto e le sue verdure fino a 4 anni fa, quando era entrato in casa protetta. I funerali si svolgeranno oggi alle 9.45 partendo dall’ospedale Maggiore per la chiesa di Ozzano. g.zan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Maxi-sequestro di armi da guerra in provincia. In manette in cinque

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

OGGI

Imu, Tari e Cosap sbarcano in Consiglio comunale Diretta

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

politica

Elezioni 2017, tre gruppi si contendono il simbolo M5s

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

4commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

1commento

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

pavia

Omicidio di Garlasco, archiviata l'inchiesta bis su Sempio

roma

Massacrato dal branco: fermati due fratelli. Si nascondevano da parenti

SOCIETA'

La polemica

Due ragazze indossano i leggings: United nega l'imbarco

3commenti

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

1commento

SPORT

SPORT

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara