-1°

14°

Provincia-Emilia

"Argini", il film che fa parlare la gente del Po

"Argini", il film che fa parlare la gente del Po
0

Comunicato stampa

Sugli argini abitano ancora uomini che parlano con il "grande fiume", il Po, eredità storica di lungo periodo ma elemento indispensabile per il futuro di chi lo vive ogni giorno. Si festeggerà con una gita fluviale sulla motonave Stradivari la presentazione del film-documento "Argini", dedicato al Po e alla sua gente, al Teatro del Fiume di Boretto (RE) alle 16,30 di sabato 24 aprile.
La Stradivari è l'ultima nave importante a trasportare turisti lungo il Po e anch'essa naviga tra non poche difficoltà a causa della scarsa conoscenza che gli Italiani hanno del loro più grande fiume.

"Nelle golene e sugli argini del Po, in quella parte d'Italia dove le province di Reggio Emilia, Parma, Mantova e Cremona si incontrano...": inizia così Argini, un viaggio nel presente di una terra agricola, bagnata dal più lungo fiume italiano. In circa 80 minuti il film-documento in concorso al premio cinematografico David di Donatello ci racconta - attraverso le voci di chi ci vive e lavora - la cultura odierna del Po e le sue rapide trasformazioni. L’occhio attento di Umberto Asti e le capacità analitiche di Marina Rossi, che con Asti ha collaborato alla “costruzione” del documentario, mostrano attraverso la macchina da presa, luoghi dove si incontrano ancora persone in grado di stupirci con la loro autenticità. Ma per quanto ancora?, si domanda il regista. Asti cerca la risposta senza trovarla nelle antiche trattorie sotto gli argini, incontrano artisti, parlando con la gente comune. Questa è terra di nebbie, afa e zanzare ma anche di grandi valori, largamente diffusi e consolidati dalla storia, su tutti il lavoro e la solidarietà. Una terra che rappresenta ancora oggi un esempio di quella provincia sana e laboriosa la cui forza ha permesso all'Italia di risorgere e progredire dopo i disastri della seconda guerra mondiale.

Il film nasce dal desiderio di comprendere come questa gente, abituata da sempre a operare in armonia con il territorio e le sue acque anche nelle circostanze più drammatiche, stia vivendo i rapidi e non sempre prevedibili mutamenti arrecati oggi dall'uomo. Come sta affrontando le non sempre limpide leggi imposte dall'economia globale quest'area basata su una solida economia e su avanzati livelli di vita sociale? Quanti giovani vedranno ancora nel lavoro svolto dai padri, sugli argini e sul fiume, una opportunità per il loro futuro? In una fase di così rapide trasformazioni è possibile ancora stabilire una continuità con la cultura e i valori propri di un lembo così vitale del nostro paese? Questi gli interrogativi che il film propone allo spettatore. La partecipazione è aperta a tutti.

Umberto Asti , udinese di nascita ma parmigiano d’adozione, dedica gli anni giovanili al cinema sperimentale. Ha lavorato per oltre un ventennio nell'ambito di una casa di produzione da lui stesso fondata nel 1978 e attraverso la quale ha realizzato numerosi documentari industriali e spot pubblicitari a diffusione nazionale. Da alcuni anni opera come produttore e regista indipendente affrontando soprattutto temi legati al mondo del reale. Tra i documentari realizzati negli ultimi anni meritano citazione “L'altra riva del Don” (1994) “L'uomo del Volga” (1999) e “ La vittoria non ha le ali” (2003), girati in Russia con la consulenza storica e la collaborazione artistica di Marina Rossi. “I naviganti” del 2006 e “Chapiteau” del 2007, sono l'ultimo risultato di questa collaborazione.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

in mattinata

Scippa l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

2commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

Scabbia

L'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

1commento

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia