10°

22°

Provincia-Emilia

Sorbolo, il Comune vuole rafforzare il Piedibus

Sorbolo, il Comune vuole rafforzare il Piedibus
Ricevi gratis le news
0

Pierpaolo Cavatorti

Arriva la primavera in Piedibus. Sono ancora aperte le iscrizioni ai percorsi sicuri casa-scuola predisposti dal Comune per i bambini delle scuole primarie e medie, che ogni mattina si recano a scuola percorrendo le «quattro linee» del Piedibus attivate dal Comune chiamate bradipo, tartaruga, lumaca e millepiedi: il modo più divertente, ecologico e salutare per andare a scuola. Sono 45 a Sorbolo i bambini che tutte le mattine usufruiscono di questo particolare mezzo di trasporto. A vigilare sulla loro sicurezza, 28 tra genitori e volontari di Auser e Arci che, a turno, accompagnano i bimbi. Il servizio è completamente gratuito e anche gli accompagnatori prestano la loro opera volontariamente. I partecipanti sono tutti dotati di una pettorina per rendersi più visibili e, da quest’anno, anche di una mantellina antipioggia. Il meccanismo ormai è entrato nelle buone abitudini di molti; ma ora, con l’arrivo della primavera, il Comune punta a rilanciarlo, cercando l’adesione di altri piccoli «passeggeri», con l’obiettivo di diminuire sempre più il traffico nell’orario di ingresso a scuola. Ma non solo. Anche genitori e volontari sono invitati a partecipare affiancando coloro che già mettono un po' del proprio tempo al servizio della comunità.

Gli assessori all’Ambiente Massimo Petrelli e alla Scuola Rita Buzzi sostengono con entusiasmo il servizio, che con l’arrivo della bella stagione può essere sfruttato al meglio. Come fa notare Rita Buzzi,  «il bello del Piedibus è che coniuga un servizio utile alle famiglie, al pari di uno scuolabus, a un gesto dal valore ambientale, ovvero il fatto di non usare mezzi inquinanti». Ma oltre ai benefici ambientali, favorisce anche la socializzazione ed educa fortemente all’autonomia. «I bambini imparano così a muoversi lungo le nostre strade osservando la segnaletica e abituandosi a pensare a se stessi e a portarsi lo zaino da soli». Il messaggio è che per inquinare di meno si può partire dalle piccole cose, quelle che ognuno può fare. «È importante comunicare soprattutto ai più giovani che ogni volta che si sceglie di andare a piedi anziché in auto si contribuisce a limitare l’emissione di gas inquinanti e dunque si compie un gesto positivo per l’ambiente», sottolinea Massimo Petrelli. Il Piedibus è un modo per diffondere concretamente questi valori e in più promuove attività fisica e socializzazione: «elementi fondamentali per lo sviluppo psicofisico dei bambini, educati fin da subito a pensare al mondo che verrà».

Per ogni linea sono previsti due adulti accompagnatori (un autista e un controllore) che al capolinea, all’orario prestabilito, accolgono gli alunni alle fermate collocate lungo il tragitto. L'autista guida gli alunni collocandosi in testa al gruppo è dà il via all’attraversamento della strada sulle strisce pedonali, mantiene il gruppo sul marcipiede e modera la velocità in modo da evitare che la fila si allunghi. Il controllore sorveglia gli alunni disponendosi in coda al gruppo. Inoltre annota le presenze dei bambini nel giornale di bordo, da consegnare ai collaboratori scolastici all’arrivo a scuola. Il Piedibus funziona indipendentemente dalle condizioni metereologiche, fatte salve situazioni climatiche eccezionali, rispettando il calendario scolastico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

UNIVERSITA'

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

di Katia Golini

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

4commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

7commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 il finalista del gruppo 8

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

2commenti

ITALIA/MONDO

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

iraq

Kirkuk, Trump: "Non ci schieriamo, non dovevamo stare lì"

SPORT

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel