17°

30°

Provincia-Emilia

«Rilanciare la Val d'Enza con la diga di Vetto»

Ricevi gratis le news
0
di Elio Grossi
Nella sala polivalente del Comune, venerdì sera,  si è tenuto un convegno sulla diga di Vetto: era il primo dei diversi incontri pubblici che si terranno, nelle prossime settimane, uno per ogni comune interessato. La serata, a carattere informativo, era stata organizzata dal neo comitato promotore, di cui è presidente Lino Franzini. L’incontro è stato moderato dal sindaco di Vetto, Sara Garofani.
Il primo intervento è stato quello del presidente del comitato promotore, Lino Franzini: «Anche noi dobbiamo “cogliere l’attimo”. Per fare grande la valle dell’Enza, dobbiamo creare un punto di forte richiamo turistico sulla valle dell’Enza: da Ciano, Vetto, Ramiseto, Neviano, Palanzano e Monchio delle Corti. E tutto questo si può ottenere con la diga di Vetto. Questo invaso, con i suoi circa 90 milioni di metri cubi di acqua,  sarebbe un punto di eccellenza: per i giovani grazie alle sue attività ricettive e sportive; per i non più giovani per il relax che questo luogo darebbe per la bellezza e per la tranquillità».   Poi lo stesso Franzini ha aggiunto: «Inoltre la produzione di energia elettrica pulita, per una potenza di oltre 60 Mw. Si stima un richiamo turistico annuo di circa 200-250 mila visitatori. Spicca anche la sua posizione interprovinciale e interregionale perché ai piedi del Parco nazionale Tosco-emiliano, del Parco dei Cento Laghi, nonché del vicinissimo Parco del Monte Fuso». 
«Il Comune di Vetto - ha concluso - dovrà fare da capofila, perché sappiamo bene che è il Comune più coinvolto, ma sarà anche quello che ne trarrà maggiori benefici a partire dal nome  “lago di Vetto”, appunto».   
Sullo stesso argomento sono seguiti gli interventi degli esperti. Nella sua relazione il dottor Faliero Gilli ha detto: «L'invaso della diga di Vetto, mentre arricchisce la valle con il suo richiamo turistico, nei mesi di maggiore siccità avrà la possibilità di migliorare l’irrigazione in pianura».    E’ stata la volta dell’ingegner Flavio Ilariucci che ha sottolineato come «l'introito della centrale elettrica, quello dalla vendita di acqua per usi plurimi, sono proventi per il Comune di Vetto».  
Infine il dottor Franco Casella, geologo ed esperto di dighe ha parlato della «perfetta idoneità della zona di Vetto, per le sue caratteristiche morfologiche».    Nel corso della serata sono state proiettate slide, oltre che delle caratteristiche del lago di Vetto, anche di quelle del lago di Ridracoli, sulle colline forlivesi, che da 20 anni a questa parte sta creando un miracolo economico.   Moltissime, in questa circostanza, sono state le domande del numeroso pubblico. E tutte avevano un denominatore comune: «Perchè questa diga non si fa?». «Non c'è stata - ha detto ancora Franzini, presidente del neo comitato promotore - una sola voce contraria».   

L’altra sera a Vetto sono state molte le persone arrivate dai comuni limitrofi e numerose anche le autorità del territorio attorno: il sindaco di Ramiseto Martino Dolci, il vicesindaco di Palanzano Emilio Pigoni, l’assessore alle Infrastrutture del Comune di Neviano, l’ingegner Marco Galloni. E tanti i cittadini di Scurano e Bazzano. Fissato il prossimo  incontro che si terrà nel comune di Palanzano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

fontanini

incidenti

Scontro tra auto e uno scooter a Fontanini: un ferito grave

TRIBUNALE

La truffa online del robot da piscina, parmigiano condannato

gazzareporter

Largo Coen: risveglio dopo la notte di raccolta rifiuti... Foto

3commenti

politica

Calvano: "Il Pd di Parma martoriato da vecchie logiche”

A Corcagnano

Rubati due escavatori in un cantiere

rifiuti

Agevolazioni per il compostaggio domestico: arrivano i controlli

po

Ancora senza esito le ricerche del soragnese scomparso

Asolana

Getta un mozzicone: scoppia l'incendio

3commenti

siccità

Regione: nessun rischio di razionamento dell'acqua in Emilia

Oggi incontro dell'Osservatorio per il Po

Fidenza

Addio alla «Rita» borghigiana doc

BASSA

Falchi cuculi, il loro regno targato Parma

L'INTERVISTA

Noa Zatta: «L'estate perfetta sul set di Salvatores»

ZONA VIA BARACCA

Caso di Dengue a Mariano, disinfestazione per tre notti Cosa fare

Da stasera dalle 23 alle 4. Tutti consigli per i residenti

4commenti

ATLETICA

Folorunso, ai mondiali per stupire

2commenti

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

Il padre accusato di abbandono di minore

1commento

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

Nuove rivelazioni dell'ex fidanzato

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

firenze

Benzina per eliminare pidocchi, bimba in condizioni critiche

3commenti

LONDRA

I genitori di Charlie si arrendono, "Vai con gli angeli" Video

SPORT

MOTOCROSS

Per Kiara Fontanesi weekend da dimenticare

PARMA CALCIO

Open Day femminile il 2 agosto

SOCIETA'

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

gusto

I Maestri del lievito madre ingolosiscono la piazza Foto

MOTORI

BMW

Serie 2 Coupé e Cabrio, debutta il restyling

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori