-5°

Provincia-Emilia

Tentarono una truffa sfruttando il nome di Tommy: due a processo a Reggio

2

 

 Comincerà il 27 aprile a Reggio Emilia il processo ai due impresari residenti a Fontevivo che tre anni fa tentarono di organizzare una manifestazione, intitolata 'Cantabimbo per ricordare Tommy', per raccogliere fondi da destinare in beneficenza alla onlus intitolata al bimbo rapito e ucciso il 2 marzo del 2006 a Casalbaroncolo.
Ferruccio Marinello, 74 anni nato a Padova, e Maurizio Luceri, 36 anni nato a Milano, sono accusati di truffa in concorso perchè si sarebbero spacciati per incaricati della famiglia Onofri nella raccolta dei fondi e delle sponsorizzazioni legate alla manifestazione, che poi alla fine non ebbe luogo.
Il 'Cantabimbo per ricordare Tommy' avrebbe infatti dovutosvolgersi in un parco comunale di Sant'Ilario d’Enza (Reggio Emilia), ma gli impiegati del Municipio si erano accorti che idue imputati tentennavano ogni qualvolta gli veniva richiesto dipresentare un documento che attestasse l’incarico ricevuto dalla famiglia del bimbo rapito. Il Comune di Sant'Ilario aveva dato il proprio patrocinio alla manifestazione e concesso gratuitamente l’uso del parco comunale. Successivamente però, insospettiti dall’atteggiamento dei due presunti organizzatori, i funzionari del Comune reggiano avevano segnalato la vicenda aicarabinieri. Si era così scoperto che mai i due erano stati iscritti alla associazione onlus intitolata a Tommaso Onofri e che la famiglia  del bimbo non li conosceva neppure. Paola Pellinghelli, mamma di Tommaso, si costituirà parte offesa in giudizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    24 Aprile @ 16.55

    Infatti i cronista non si permette affatto di dire che sono due truffatori. Fin dal titolo è ben chiaro che stiamo parlando di un processo ancora da celebrare (e la presunzione dìinnocenza, peraltro, vale fino a sentenza definitiva: quindi non potremmo parlare di truffatori mneppure dopo una eventuale condanna i primo o secondo grado). Allo stesso modo nel testo lei trova dei condizionali ("si sarebbero spacciati"), perchè è evidente che per ora questa è solo la ricostruzione ipotizzata dall'accusa. I nomi, in caso di rinvio a giudizio, si possono scrivere: ovviamente, in caso di assoluzione, è auspicabile (per questo come per altri casi) che la stessa cosa venga fatta con identico risalto. Ma escludiamo assolutamente che leggendo il nostro articolo qualcuno possa avere dubbi sul fatto che la vicenda deve ancora essere giudicata. E quindi, per ora, quella della truffa è solo un'ipotesi.

    Rispondi

  • titty

    24 Aprile @ 16.38

    come fa il cronista ha dire che sono dei truffatori senza essere processati? fare nomi e cognomi delle persone interessate e sbatterli sul giornale,senza sapere come si sono svolti i fatti.......e condannarli prima del processo ? io se fossi al loro posto vi farei una querela per DIFFAMAZIONE

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Bertolucci

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

1commento

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

1commento

Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

9commenti

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

DATI

Collecchio, boom di nascite

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto