-4°

neviano

"Responsabilità anche oltre i cancelli di Villa Matilde"

Indagato il direttore di Villa Matilde
3

"Il comunicato stampa del Comandante dei carabinieri di Parma sui fatti avvenuti presso la Residenza per anziani “Villa Matilde” di Neviano Arduini (PR) che hanno portato all’incriminazione di 11 operatori di quella struttura (sette finiti ai domiciliari) si conclude con queste parole: “ l’indagine ha dato voce ai vulnerabili e indifesi anziani che hanno dovuto subire le condotte vessatorie, umilianti e intimidatorie di chi invece avrebbe dovuto avere il dovere morale e giuridico di assisterli amorevolmente e dignitosamente”. Non poteva esserci modo migliore di esprimere l’indignazione collettiva". A dirlo una nota della lista Tsipras Parma.  

"E tuttavia - continua la nota - leggendo le reazioni degli interlocutori istituzionali alla vicenda, c’è qualche cosa che stride. Stride lo stupore, stridono gli alti lai, gli invocati rigori, stridono le diagnosi parziali e le soluzioni banali di chi prima di tutto dovrebbe interrogarsi sulle proprie responsabilità. Ed è su questo che vale la pena soffermarci. Partendo da una premessa: le residenze assistenziali, le case protette, come tutte le comunità, sono in ultima analisi “istituzioni totali”. Al loro interno si stabilisce un’asimmetria di poteri fra chi si prende cura e chi è assistito, per definizione persona fragile, “non autosufficiente”, malato cronico grave e dove quindi il rischio di comportamenti violenti e umilianti è immanente e permanente. Dunque nell’analizzare il caso di Villa Matilde o di Villa Alba (ma quante Ville Matilde e Alba accadono in regione?), è troppo facile soffermarsi solo sulle responsabilità e sui reati commessi dagli 11 disgraziati operatori che ne risponderanno davanti alla giustizia. Questo non basta. Occorre analizzare tutta la catena di comando a monte di questi atti di violenza. Incominciando ovviamente dalla gerarchia interna alla stessa struttura residenziale, dove non c’è solo la manovalanza, gli “operatori socio assistenziali” (OSS) , ci sono le R.A.A., le coordinatrici assistenziali e sanitarie, i direttori e le direttrici. Costoro non sono responsabili di nulla? La cooperativa KCS Caregiver (un colosso nel campo dell’assistenza agli anziani presente in 15 regioni con 5.600 dipendenti) ci fa sapere che non si era resa conto di quanto accadeva nel reparto, che ha disposto la sospensione dal servizio di tutte le persone coinvolte e che si costituirà parte civile nel processo. Ridicolo! Nella scala gerarchica sono molti i responsabili di quanto avvenuto. Dunque la direzione della cooperativa KCS avrebbe dovuto sospendere non solo gli 11 dipendenti inquisiti ma anche chiunque altro non ha svolto adeguatamente la funzione di supervisione".
"Ma ci sono responsabilità anche oltre i cancelli di Villa Matilde - insiste il comunicato -. Che dire del Sindaco di Neviano Alessandro Garbasi ? Lui considera “incresciosi” (sic) i fatti avvenuti, si preoccupa di far sapere che la struttura coinvolta rappresenta una “eccellenza” e, non avendo controllato mai nulla, tuttavia si felicita per il fatto che dalle sue parti c’è una “precisa cultura del controllo per cui chi si comporta in modo scorretto viene scoperto (dai carabinieri) e punito”. Evviva, un primo cittadino che sa il fatto suo. Nessuna responsabilità?
E la catena delle responsabilità si allunga. Perché Villa Matilde è una struttura residenziale “accreditata” e “convenzionata” con l’Azienda Usl di Parma: 21 posti per anziani non autosufficienti (in parte per ricoveri temporanei ) e 25 posti per anziani psicogeriatrici in carico al dipartimento di salute mentale. Per l’Azienda USL interviene (sulla stampa) il direttore generale Elena Saccenti, anzi addirittura si scomoda in prima persona l’assessore regionale alla sanità, il supermanager prestato momentaneamente alla politica, Sergio Venturi che a Parma è di casa. Dichiara : “nessuno ha mai avuto sentore di nulla, nessuno ha mai sospettato e visto nulla malgrado gli innumerevoli controlli.” La sua indignazione è grande e la sua decisione, per gli anziani psicogeriatrici, è draconiana: sospensione della convenzione e trasferimento in altra struttura dei 25 ospiti. Per concludere con un classico “l’Azienda si riserva di agire a tutela dei propri assistiti e della propria funzione istituzionale”. Amen. Nessuna responsabilità diretta?".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    22 Marzo @ 15.53

    il pesce solitamente puzza ad iniziare dalla testa, attenti alle strutture con retta basse !!! su cosa risparmieranno ? gatta ci cova !

    Rispondi

    • Gio

      08 Aprile @ 10.47

      guardi che la retta per essere ospitati e assistiti al piano superiore di villa matilde era molto alta.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      22 Marzo @ 18.05

      E le strutture con la "retta alta" chi le paga ? Le famiglie che arrivano appena alla fine del mese, se ci arrivano ? Poi , lei cosa intende per "retta alta" o "retta bassa" ? Può dirci quali erano le rette di "Villa Alba" e di "Villa Matilde" ? Quale sarebbe una "retta giusta" , secondo lei ?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta