12°

Provincia-Emilia

"Deve pagare una tassa arretrata". La data? Il 1915

"Deve pagare una tassa arretrata". La data? Il 1915
3

di Andrea Violi

Quando ha ricevuto il sollecito di pagamento di tasse arretrate, Alberto Magnani di Sala Baganza si è chiesto di cosa si trattasse. Quando ha visto quali tributi gli venivano richiesti, è rimasto di stucco, ma subito dopo l'ha presa con ironia: stando al documento, l'Ufficio entrate di Guastalla gli chiedeva di pagare un'imposta del 1915. Poche righe più sotto, c'era una multa che Magnani avrebbe preso ad Ancona. «Solo che io non c'entro con Guastalla e non sono andato ad Ancona - spiega Alberto -. Sono nato nel 1948 e non posso certo aver evaso una tassa nel 1915! Comunque tutto è finito lì».
Alberto Magnani ha 62 anni ed è un ex autista di bus. Pensionato, vive con la moglie a Sala Baganza. E' un “pramzan dal sas” nato a Parma, in Oltretorrente. La «cartella pazza» è datata 3 ottobre 2008. Ci sono la lettera della sede di Reggio di Equitalia Emilia Nord Spa e i dettagli sui tributi richiesti. «Quando ho visto la data, il 1915, ho capito che qualcosa non andava», spiega il destinatario della cartella. Sul documento si legge che l'ente creditore sarebbe «Ufficio entrate Guastalla» per un tributo di 95 anni fa e un importo di 221,70 euro. Senza interessi di mora e con un diritto di notifica di 1,55 euro.
È possibile che si tratti di un errore di trascrizione, magari per indicare il 1995? Possibile, anche se Alberto spiega che nella sua vita ha abitato in diverse località del Parmense ma non nella Bassa reggiana e non sa la ragione di un'imposta («Registro») contenuta in quella «diffida di pagamento di tributi iscritti a ruolo».
Poche righe più sotto, poi, Alberto Magnani trova una multa per un'infrazione al Codice della strada che avrebbe commesso ad Ancona 11 anni fa, nel 1999. Un debito di 85,93 euro più interessi di mora e altre voci, per un totale di 141,28 euro. «Non sono stato ad Ancona, magari hanno fatto confusione con un'altra macchina», dice Alberto.
Com'è finita? «Non ho chiesto altre delucidazioni - spiega il salese -. È talmente assurda, come data, che non ci ho dato peso. Non ci sono stati problemi: non mi hanno più chiesto niente». Ma quando ha letto l'articolo “La Rai chiede il canone a un morto” sul nostro sito, Alberto ha notato analogie con la sua “cartella pazza”.

Stando ad Equitalia Emilia Nord, una diffida di pagamento con una data così “strana” è un caso più unico che raro. In passato però “cartelle pazze” ne sono arrivate: sia richieste di pagamento di cifre esageratamente alte (come raccontano le cronache del 2009), sia multe “fantasma” arrivate da altre regioni a casa di ignari automobilisti. In generale, cosa bisogna fare, quindi, in casi come quello del signor Magnani? Questi i consigli di Equitalia Emilia Nord, che abbiamo interpellato. Prima di tutto è bene contattare l'ente creditore per chiedere spiegazioni: in questo modo si va alla fonte del problema. «Equitalia non riscuote crediti propri ma di vari enti impositori, secondo le modalità che essi ci indicano», spiega la società di riscossione.
Se con il primo tentativo non si ottengono risultati, si può contattare Equitalia andando allo sportello o consultando il sito www.equitaliaemilianord.it.
Da un mese, inoltre, Equitalia ha varato la sua “direttiva anti-burocrazia”. I contribuenti che ritengono di aver ricevuto una cartella di pagamento per tributi già pagati o interessati da un provvedimento di sgravio o sospensione, non dovranno più fare la spola tra gli uffici pubblici: basterà compilare un’autodichiarazione per interrompere le procedure di riscossione.
Questa autocertificazione si può fare, ad esempio, se un ente chiede di pagare due volte una multa o una tassa che in realtà abbiamo già pagato. Un altro caso si ha con i ricorsi: se il giudice dà ragione al cittadino, Equitalia non può fermare la procedura di riscossione (che può arrivare fino al pignoramento) fino alla notifica della sentenza. Ora, presentando un modulo si accorciano i tempi della sospensione. Tutti i dettagli sono sul sito di Equitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CLAUDIO

    05 Giugno @ 23.55

    perche' meravigliarci? Stiamo pagando tasse con la benzina della guerra in Abissinia,alluvione di Firenze ecc...

    Rispondi

  • marco

    05 Giugno @ 18.01

    Consoliamoci che rispetto a secoli fa è cambiata la forma. Ai tempi, i bravi del signore di turno ti bastonavano pure. La sostanza no, quella non cambia. Non collaboriamo alla vita economica dello stato dello stato e al suo sviluppo come dovrebbe essere: manteniamo sanguisughe che ci trattano pure a calci nel cu.....

    Rispondi

  • MARCO

    05 Giugno @ 10.58

    L'atteggiamento di equitalia è il normale atteggiamento di chi ribalta il problema addosso ad altri "io faccio solo la riscossione per terzi" e quello che fanno non mi interessa. Pensate ad anziani, persone che non sono in grado di capire cosa c'è scritto in queste cartelle di riscossione che sono fatte ad arte per evitare che la gente possa capire cosa sta succedendo preferendo lasciar perdere e pagare; il tempo che si perde per giustificare che c'è un errore chi lo ripaga. Perchè se si vuole ragionare con assoluto menefreghismo come fanno i burocrati che sbagliano, il tempo che ci metto per trovare i giustificativi, la benzina, il telefono e lo stress prodotto me li paghi. Se noi cittadini sbagliamo ci viene chiesto di pagare, ma se sbagliano tutti questi enti (banche, aziende telefoniche, comune, equitalia, ecc.) perchè non pagano? Anzi li devi pagare anche se sbagliano e poi attivare le procedure di rimborso altrimenti ti pignorano tutto. Fate tutto quanto è possibile per farvi pagare sempre (anche a torto) e rimborsare mai (o solo attraverso lunghe e tortuose strade e avvocati) BRAVI!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Chiede i soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

5commenti

Bassa

Furti a Mezzano Superiore: nel mirino anche l'asilo e il circolo Anspi Video

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

parma calcio

Parma, lotta di nervi col Venezia. Lucarelli: "Attenzione alla Feralpi" Video

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

20commenti

tg parma

Pesticidi nel Po: dati preoccupanti, trovate anche sostanze proibite

Pubblicato un dossier Ispra

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

Ginevra, 126 anteprime La guida