-3°

Dopo Cedogno

Ecco come aiutare chi rischia di annegare

A Parma sono 24 i vigili abilitati

Soccorsi in acqua, a Parma sono 24 i vigili abilitati
0
 

Quali sono gli strumenti a disposizione di Parma nel campo del soccorso acquatico e quali i comportamenti ideali e le precauzioni richieste a chi decide di trascorrere le giornate estive sul bordo dei fiumi? I drammatici episodi della settimana scorsa, in cui nel giro di soli tre giorni ha perso la vita una ragazza e hanno rischiato di annegare quattro giovani nel medesimo punto del torrente Enza, presso il ponte di Cedogno, hanno messo in luce come mai prima d’ora la necessità di conoscere e prevenire quanto più possibile i rischi legati al bagno in fiume e torrenti.

La stazione dei Vigili del fuoco di Parma dispone di unità appositamente addestrate nel soccorso in acqua, fluviale o marina: «E’ dello scorso gennaio – spiega Giorgio Gardini, funzionario ispettore antincendi del Comando di Parma – la nota circolare numero 12 del ministero in cui viene regolato l’operato dei Vigili per quanto riguarda il settore acquatico. Le specializzazioni si dividono in Sfa, Soccorso fluviale alluvionale e il più completo Settore Acquatico Sa. La provincia di Parma rientra, per la sua presenza di corsi d’acqua, nella fascia di rischio più bassa: attualmente disponiamo a Parma di 24 vigili abilitati e formati nel Soccorso Fluviale Alluvionale, di cui 5 specializzati in Soccorso Acquatico».

Dei diversi rischi individuati in caso di acqua corrente e quindi fluviale (infortunio dei bagnanti, trascinamento, incastro in pietre del fondale) il più pericoloso, individuato come mortale, è la formazione di rulli di corrente: proprio come sotto al ponte di Cedogno, dove dopo una breve cascata il torrente Enza crea un fondone con acqua in costante movimento, resa pericolosa dalla forza costante che tende a trascinare verso il basso i bagnanti e dalla consistenza schiumosa dell’acqua, in cui è impossibile fare presa per nuotare a riva.

Come si agisce, secondo regolamento, in caso di persona in pericolo in un rullo? «Ricorrendo a funi gettate in acqua verso la persona in difficoltà – risponde Gardini -: l’ultima spiaggia è quella di mandare un soccorritore in acqua, assicurato a riva tramite fune». Il principio è lo stesso della «catena umana» formata dai bagnanti che, domenica scorsa, ha permesso di salvare i quattro ragazzi a rischio nell’Enza al ponte di Cedogno. Come comportarsi, in caso di rischio di annegamento, in attesa dei soccorsi? «Nei casi più gravi, con perdita di coscienza e assenza di respiro – spiega Alex Uccelli, presidente e soccorritore dell’Assistenza pubblica Croce Azzurra di Traversetolo – l’unica manovra da fare è il massaggio cardiaco a oltranza, fino all’arrivo dei soccorritori: se si trova, nei locali vicini alla zona, un defibrillatore Dae si raccomanda di recuperarlo. Se la persona è invece cosciente o semi incosciente, è importante posizionarla su un fianco, non sottovalutando il rischio che l’acqua possa finire nei polmoni. Inoltre, in linea generale è meglio ricordare che nei fiumi l’acqua è più fredda rispetto al mare e che è sempre consigliabile mettersi in acqua in orari lontano dai pasti».

La raccomandazione più importante, però, rimane quella di evitare i posti che non si conoscono bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Libri e dischi, non si sbaglia mai: la cultura è sotto l’albero

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Lealtrenotizie

Ladri scatenati in città: un ponte di furti

allarme

Ladri scatenati in città: un ponte di furti

1commento

Torrile

Abusava della cuginetta di 9 anni e della nipote di 13: condannato

5commenti

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

5commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

3commenti

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

STRAJE'

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

SERIE A

Roma, accolto il ricorso: tolta la qualifica a Strootman

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

in pillole

Ford Kuga:
il facelift