Provincia-Emilia

I rifugiati soffrono crisi e discriminazioni. Anche in Emilia-Romagna

8

«Nonostante molti di loro siano nel nostro Paese da anni, continuano ad avere una vita caratterizzata da una costante fragilità. Sono sospesi, come sull'orlo di un precipizio». Così Neva Cocchi, di "Ya Basta!" di Bologna ha sintetizzato la condizione dei rifugiati politici in Emilia-Romagna. «Persone che - ha proseguito - più di chiunque altro, stanno pagando a caro prezzo la crisi economica.Sono i primi ad essere sacrificati».
E' una delle conclusioni a cui è arrivata un’inchiesta curata dall’associazione, con il progetto "Emilia-Romagna terra d’asilo" e "Melting Pot Europa", che intervistando 24 persone ha indagato sulla condizione dei rifugiati a Bologna, Modena, Parma e Ravenna. Una piccola rappresentanza di quelli presenti in regione, stimati, a fine 2008, in 4.125 dal progetto regionale.
L'arrivo in Italia, l’accoglienza, il lavoro, la casa, le relazioni interpersponali, la percezione di sé e del proprio futuro. Dialogando con gli stranieri su questi temi, la fotografia è quella di chi «vive in un’incertezza che fa dubitare del presente e del futuro - si legge nello studio - cristallizzando i percorsi di vita in una fase di sospensione, a volte perfino di terrore». In tal senso, la crisi colpisce duramente, ha spiegato Cocchi, «chi è privo di famiglia e garanzie».
I racconti parlano anche di situazioni di «discriminazione messe in atto anche da istituzioni», che indicano «la debolezza e spesso l’inadeguatezza di politiche e interventi sociali nel riuscire a proteggere dal rischio esclusione». Si evidenzia «la necessità di nuove forme di welfare, anche non collegate al lavoro, che specialmente in tempo di crisi, possanofungere da ammortizzatori sociali complementari o alternativi all’indennità di disoccupazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    18 Giugno @ 17.34

    Nessuno di loro mi sembra sia incatenato e costretto a restare quì. A buon intenditor poche parole!

    Rispondi

  • ieia63

    17 Giugno @ 10.03

    Non vedo il problema...........non c'è mica solo l'Italia!!!!!!Possono provare con la Svizzera o la Germania la Francia.........Se qui non si trovano bene......che vadano!!!Non penso siano stati incatenati al suolo italico!!!

    Rispondi

  • tony

    17 Giugno @ 00.31

    Poverini... Vadano a raccontarlo agli operai in cassa integrazione incatenati davanti le fabbriche, agli impiegati in mobilità, ai ricercatori disoccupati... Questo Paese sta diventando sempre più assurdo e paradossale: a forza di aiutare questa gente, tra sussidi, assistenza sanitaria, corsi professionali, borse di studio e persorsi agevolati di lavoro, ci si dimentica delle devastanti macerie sociali che abbiamo dentro casa, sotto il naso. VERGOGNA!!!!!

    Rispondi

  • mauro

    16 Giugno @ 22.35

    rappresentano un pensiero maggioritario? forse si forse no. comunque sono di un cinismo disgustoso, neanche uno straccio di solidarieta', anzi anche solo di pietas cristiana; l'unica regola che conoscono e' la morte tua... d'altra parte perche' solo in pochi a questo mondo devono avere il privelegio di avere molti cui mettere i piedi in testa? un po anche per noi no, povere vittime! ma nadia lo sa che in italia c'e' qualcuno cui bastano venti minuti per arrivare a fine anno?

    Rispondi

  • nadia

    16 Giugno @ 20.09

    I rifugiati soffrono la crisi ? Si mettano in fila ; ce ne sono di italiani che non arrivano a fine mese, che non hanno un lavoro stabile, che non hanno una casa, anziani con pensioni da fame!!!!!!!!!!!!! Se non si trovano bene e si sentono discriminati possono sempre andarsene !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Una scena della "Madama Butterfly" andata in scena ieri alla Scala

La Scala

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

rogo

allarme

Sterpaglie in fiamme, rogo a Ponte Italia

Attorno alle 22

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

4commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie. E arriva la replica dell'Ospedale

4commenti

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

8commenti

Anteprima Gazzetta

Truffe, ecco come difendersi Video

Un'inchiesta di due pagine sulle truffe più frequenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: pari del Pordenone, Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

1commento

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

8commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Alta Velocità

Italo aumenta i collegamenti di Parma con la stazione Mediopadana

3commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

TRASPORTI

Nuovi autobus sulla linea 7. Più grandi e con il wi-fi

I dodici mezzi sono autosnodati, lunghi 18 metri e sono costati circa 3.5 milioni

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

13commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Governo

Renzi si è dimesso

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

SOCIETA'

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video