-5°

Provincia-Emilia

Frontale a Piazza, un morto, e quattro feriti: bimbo di sei anni in Rianimazione

Frontale a Piazza, un morto, e quattro feriti: bimbo di sei anni in Rianimazione
13

Un gravissimo incidente stradale è avvenuto attorno alle 16 di ieri fra Marano e Piazza, sulla strada provinciale. E' morto un 49enne ucraino residente a Traversetolo. Un bambino di sei anni è invece ricoverato in Rianimazione. Altre tre persone sono rimaste ferite.
A scontrarsi, una Opel Corsa e un suv della Mercedes. Le vetture dopo l'impatto sono finite nel fosso a lato della strada.  Sono intervenute 4 ambulanze, 2 automediche, i vigili del fuoco e la Polizia stradale.
In seguito al violentissimo scontro ha perso la vita V. I., 49enne originario dell'Ucraina che abitava a Traversetolo. L’uomo, che viaggiava assieme alla moglie a bordo della Opel Corsa, non ha avuto scampo dopo che la sua vettura si è scontrata frontalmente con un suv Mercedes guidato da un sessantenne della zona. A bordo del veicolo c'erano anche un bimbo di soli 6 anni (ricoverato al Maggiore in gravi condizioni) e un donna.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sabcarrera

    21 Giugno @ 17.05

    Rispettare i limiti di velocita' ci permette di anticipare gli errori degli altri e di attenuare le conseguenze degli incidenti. Non capisco la necessita' di andare ai cento dove il limite e' 50. Faccio queste strade in bicicletta ed in onesta' non so come si puo' sbandare a 40 che faccio con il mio velocipiede. L'alra cos ada tenere in mente e' che andare a velocita' sostenuta fa poco per mantenere una buona media. Se da Traversetolo a Parma si toccano i 100 alla fine la media e' di 50. Ragionate dietro il volante!!!

    Rispondi

  • kristel

    21 Giugno @ 14.45

    Questo è un tratto di strada nel quale purtroppo sono andate a finire nel canale già molte macchine.L'unico rimedio è stato quello di mettere il guardrail. Stamattina alle otto c'era già un camion ribaltato fuori strada perchè la strada sembra dritta ma non la è e qui nessuno fa i cinquanta molti superano di molto anche i cento. Da un paio di settimane hanno fatto due "rappezzi" alla strada che mi hanno fatto sbandare facendo i quaranta all'ora! Non è sempre solo colpa degli automobilisti.

    Rispondi

  • Luca

    21 Giugno @ 12.24

    Ad onor del vero l'eccesso di velocità è causa dell' 11% c.ca degli incidenti, la maggior parte dei sinistri è dovuta a mancate precedenze, distrazione, non rispetto del semaforo e dello stop, ecc. La guida indecisa o troppo lenta incide in oltre il 15% dei casi. Va anche considerato che l'eccesso di velocità è spesso una concausa quando il guidatore è in stato alterato da droga o alcol. Capito a parte per le patenti, che vengono elargite a tutti come se fosse un diritto, consegnando di fatto un'arma in mano ad incapaci. Bisognerebbe proprio partire da qua per avere strade più sicure.

    Rispondi

  • dispiaciuta

    21 Giugno @ 11.48

    Che uccide è la velocità!!!!! E' come andare contro un muro camminando e andarci correndo!!!! La botta è diversa

    Rispondi

  • Giovanni

    21 Giugno @ 11.42

    Autovelox? A giudicare dalla foto sembra che il Mercedes sia finito sulla carreggiata opposta il che vuol dire che se rispettavano il limite si sono scontrati a 70+70=140km/h, più che sufficiente a fare una strage. A vedere i danni alle auto non facevano neanche quella velocità.

    Rispondi

    • MICHELA

      21 Giugno @ 14.10

      A dire la verità il Mercedes sembra nella sua corsia anzi è nella sua corsia

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto