-5°

Provincia-Emilia

Tratta delle nigeriane: 26 arresti in tutta Italia, uno anche a Reggio Emilia

Tratta delle nigeriane: 26 arresti in tutta Italia, uno anche a Reggio Emilia
3

Tratta delle nigeriane: in un'ampia operazione dei carabinieri sono finiti in manette 26 persone, di cui 20 nigeriani e 6 italiani. Tra questi due abruzzesi, che avevano il compito di “autisti”. L'operazione è denominata «Sahel» ed è  stata coordinata alla Procura Distrettuale Antimafia dell’Aquila, che ha interessato le province di Teramo, Reggio Emilia, Foggia, Bari e Ascoli Piceno.
A Reggio Emilia è stata arrestata la nigeriana Queen Odigie, 37enne, residente in via Terracchini nel capoluogo.

L'inchiesta è scattata da un’indagine partita per la denuncia di una 25enne nigeriana, vittima di sfruttamento sessuale da parte di tre successivamente fermati. Alla contestazione agli indagati del reato di associazione per delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù ed allo sfruttamento sessuale, il procedimento è stato trasferito per competenza alla Procura Distrettuale Antimafia dell’Aquila. Le attività di indagine hanno interessato anche la collaborazione del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia e di Europol.

DONNE RECLUTATE CON IL WOODOO. Reclutavano giovani donne in Nigeria e dopo averle sottoposte ad un rito magico del tipo Woodoo, con il quale le sottomettevano psicologicamente, e averle indotte a firmare un contratto, venivano trasferite in Italia per essere costrette alla prostituzione subendo ogni tipo di ricatto e violenza, compreso l'aborto indotto con farmaci. 
Con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sfruttamento della prostituzione, riciclaggio ed interruzione abusiva di gravidanza, i carabinieri del Ros hanno sgominato una banda nigeriana, articolata in cellule strutturate su base famigliare e dislocate in Italia e all’estero, che gestiva l’intera filiera criminale: dal reclutamento delle vittime in madrepatria, al loro trasferimento in Europa e, infine, allo sfruttamento sessuale nei luoghi di destinazione finale.
In Austria, dove è stato localizzato un indagato, verrà eseguito un mandato di arresto europeo.

SEQUESTRATI NUMEROSI BENI. I carabinieri hanno anche sequestrato preventivamente di beni, tra cui immobili, autovetture, licenze ed esercizi commerciali, per un valore complessivo di circa un milione di euro. I particolari dell’operazione sono stati illustrati in una conferenza stampa tenuta all’Aquila dal sostituto procuratore della direzione distrettuale antimafia dell’Aquila David Mancini e dal generale Mario Parente, vice comandante nazionale dei Ros.
Le indagini continuano, perché come ha sottolineato il magistrato Mancini il clan di nigeriano era ramificato in Europa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    25 Giugno @ 15.34

    Chiaramente il mio commento era ironico visto che qualcuno su questo spazio ha scritto di avere la certezza (le loro confessioni) che non sono sfruttate ma perfettamente consapevoli e molto ricche.....

    Rispondi

  • massimo

    25 Giugno @ 10.44

    esiste eccome, ma purtroppo non frega niente a nessuno, in primis ai media.

    Rispondi

  • Geronimo

    24 Giugno @ 19.22

    Allora non sono così stupido a dire che esiste questa cosa....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery