19°

fidenza

Blitz in casolare fatiscente: espulso clandestino in fuga

Blitz in casolare fatiscente:  espulso clandestino in fuga
3

Dormivano da tempo sul pavimento di un casolare fatiscente, tra escrementi animali, pezzi di vetro e rifiuti. E li hanno trovati così gli agenti della Polizia Municipale dell’Unione Terre Verdiane e due pattuglie del Norm Carabinieri Fidenza, attivati grazie ad una segnalazione raccolta e trasmessa dal sindaco di Fidenza, Andrea Massari.

Il blitz è avvenuto alle 7 del mattino di mercoledì, quando vigili e carabinieri hanno preso posizione nell’edificio segnalato da alcuni cittadini al sindaco. La rete di recinzione che bloccava l’accesso al fabbricato era stata divelta. L’unico ingresso si trovava sul retro, coperto dalla boscaglia. Poco dopo sono stati individuati i quattro extracomunitari segnalati: dormivano sul pavimento in un contesto fatiscente. Trasferiti alla stazione dei Carabinieri, tre sono risultati privi di documenti validi per la loro identificazione e la regolare permanenza sul territorio italiano. Il quarto membro del gruppo, invece, ha esibito il suo permesso di soggiorno.

Gli approfondimenti condotti con la Questura di Parma hanno permesso di accertare che uno dei fermati era un clandestino ricercato dopo la fuga dal centro di accoglienza di Crotone, avvenuta circa una settimana fa. L'uomo è stato accompagnato all’Ufficio espulsioni della Questura per la notifica del provvedimento di espulsione immediata e il conseguente divieto di rientro in Italia per 5 anni. Per gli altri due, la Questura valuterà se accogliere o meno la domanda per la concessione del permesso di soggiorno. In caso di riscontro negativo, verranno espulsi.

Il sindaco Massari ha ringraziato “tutti gli agenti e i militari che sono intervenuti”, spiegando che che “si tratta di un’operazione importante per il risultato e per le modalità con cui si è sviluppata: collaborazione con i cittadini, rapidità d’intervento, ottima partnership tra la nostra Polizia Municipale e i Carabinieri del Capitano Giuseppe Fiore. Proprio questo lavoro in team dobbiamo fare sempre e questo stiamo facendo, senza clamore e con la massima determinazione su tutto il territorio comunale. Operazioni come questa sono lì a dimostrarlo, insieme alla battaglia che abbiamo intrapreso contro chi pensa di venire a Fidenza e infilarsi in un sistema di welfare le cui risorse non vanno sprecate, per destinarle ai nostri cittadini che ne hanno davvero bisogno”.
“Una situazione di grave irregolarità è stata risolta e ancora una volta abbiamo affermato in modo pratico che le regole ci sono e vengono fatte rispettare – spiega l’assessore alla Sicurezza Davide Malvisi –. Anche io desidero ringraziare la nostra Polizia Municipale e i Carabinieri di Fidenza. Unire le forze è la precondizione necessaria per gestire qui come altrove il tema della sicurezza e in particolare il dramma dell’immigrazione di chi scappa dalla guerra e raggiunge le nostre comunità locali. Comprendiamo tutto questo, ma non possiamo tollerare né che il problema sia scaricato dalle Istituzioni superiori sulle spalle dei Comuni senza dare loro un soldo in più o più personale, né chi pur venendo da una situazione drammatica pensa di potersi impiantare a Fidenza in barba a tutto”
Il Comandante Soranno rileva che “abbiamo costruito una buona collaborazione tra Polizia Municipale e Forze dell’Ordine perché prima di tutto c’è intesa tra le persone che fanno parte di queste due Istituzioni. Svolgiamo attività visibili, che tutti i cittadini possono toccare con mano. Al fianco di questo lavoro, ne viene sviluppato un altro, più sotterraneo ma indispensabile per arrivare a risultati concreti, sia dal punto investigativo che di quello più strettamente amministrativo. Tutto questo grazie ad un livello professionale dei nostri operatori che ci permette di offrire alla Comunità un servizio articolato e di qualità”.
L’Ispettore Capo Monica Rossi evidenzia che “nelle settimane scorse varie segnalazioni al Comando dalla stessa zona del casolare. Siamo sempre intervenuti tempestivamente, identificando chi bivaccava all’interno del parco. Tutti i soggetti avevano comunque un regolare permesso di soggiorno. In seguito al maltempo, le persone si erano allontanate. Dopo la segnalazione raccolta e trasmessaci dal Sindaco è partita questa ultima operazione e siamo giunti al blitz nel casolare. Un fatto che conferma una volta di più l’importanza che possono avere i cittadini nel segnalare gli episodi sospetti. Per questo ricordo il nostro numero verde: 800.451.451”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    23 Settembre @ 13.54

    Il divieto di rientro in Italia per 5 anni avrebbe un senso se nel momento dello sbarco dei clandestini avvenisse un riconoscimento. Purtroppo il PD ha dato ordine di lasciarli andare senza nessun controllo.

    Rispondi

    • 23 Settembre @ 14.05

      I migranti, stando ai dati diffusi dal Viminale vengono censiti al loro sbarco con percentuali superiori al 90%. Gli hotspot servono a quello.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        23 Settembre @ 19.16

        Quindi il problema è della DESTRA del Ministro degli Interni Alfano.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

1commento

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

TAXI

A Parma niente sciopero: attività regolare

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

Al via MecSpe, cuore del salone l'Industria 4.0

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

13commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

tg parma

Formaggio contraffatto: 27 indagati, l'inchiesta coinvolge Tizzano e Torrile Video

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

Anversa

Belgio: auto tenta di schiantarsi sulla folla

2commenti

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano