19°

Provincia-Emilia

«Open bar» all'Arena dei Pini: un'idea che non piace a tutti. E che fa discutere

«Open bar» all'Arena dei Pini: un'idea che non piace a tutti. E che fa discutere
6

Beatrice Minozzi

Sugli inviti dell’«Arena dei Pini» per sabato sera campeggia la scritta: «Paghi 13 euro e bevi a volontà». Sono passate un paio di settimane dal vespaio di polemiche suscitato dalla festa che ha richiamato a Moletolo centinaia di giovani, alcuni dei quali hanno concluso la serata al pronto soccorso per smaltire la «sbornia colossale», che a Tizzano si torna a parlare di «Open Bar». Sono diverse, e tutte dello stesso tenore, le reazioni suscitate dall’iniziativa.
«Qualsiasi iniziativa volta a convogliare i giovani a Tizzano è ben accetta - afferma Matteo Manici, assessore comunale al welfare - a patto che si tenga conto che ogni sorta di abuso può generare enormi pericoli per i giovani. Il mio auspicio è che il free drink riguardi solo bevande analcoliche. Spero che gli organizzatori tengano presente che la normativa prevede la sospensione della somministrazione di bevande alcoliche alle 2 ed invito le forze dell’ordine a vigilare su questo aspetto».
In realtà sull'invito è specificato che l’«open bar» dell’Arena si concluderà intorno all’1, dopodiché i giovani dovranno ricominciare a mettere mano al portafoglio per bere un drink. «Penso sia una operazione commerciale e di propaganda che non va a favore dei giovani e del loro divertimento soprattutto se la serata sarà «senza limiti»».
E' assolutamente contraria all’iniziativa anche Daniela Torri, capogruppo di minoranza del Comune di Tizzano, che aggiunge: «nel 2007, in qualità di assessore alle politiche sociali, avevo posto in essere un progetto condiviso con Provincia, Comitato di Distretto, Azienda Usl e l’allora gestore dell’Arena dei Pini, che prevedeva il Discobus, la collaborazione con operatori Ausl per l’informazione sugli abusi e sulle dipendenze e uno spazio di decompressione all’esterno del locale. Il tutto aveva l’obiettivo non solo di ridurre i pericoli della guida, ma anche di portare ad un cambiamento nelle abitudini e nei comportamenti dei ragazzi, per creare un’idea di divertimento positivo nel rispetto di sé e degli altri. Vorrei invitare i responsabili di questa iniziativa a ridurre i rischi e a rendere più sicuro il divertimento dei giovani somministrando, da un certo orario in poi, bevande analcoliche a base di frutta e di porre un limite alle consumazioni alcoliche».
Sulla questione interviene anche il presidente della Comunità Montana Est, Giordano Bricoli, secondo il quale questa strategia sarebbe «un incentivo ad abusare dell’alcol - spiega -. Certo, se un giovane vuole bere beve comunque, ma se bisogna mettere mano al portafogli prima o poi ci si ferma, non fosse altro che per una mera questione economica. Sarebbe opportuno fare una corretta informazione sugli effetti devastanti dell’alcol, per rendere più consapevoli i giovani che oggi, purtroppo, non si rendono conto del pericolo che l’alcol costituisce per se stessi ma anche per gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    17 Luglio @ 10.14

    "OPEN BAR" ? Basta con le parole inglesi... dobbiamo coniugare localismo e globalizzazione: chiamiamolo "OPEN BASA" !

    Rispondi

  • Marina

    16 Luglio @ 21.57

    Credo che sia vergognoso !!! Speculano sulla vita dei nostri figli e nessuno li ferma, nessuno controlla. Possibile che non ci siano altri modi per divertirsi, per far divertire i nostri ragazzi?? Mi verrà contestato che devo educare mia figlia a non bere e questo l'ho fatto ma sappiamo tutti i risultati di queste feste non solo per chi beve ma anche per l'incolumità degli altri che non hanno fatto la stessa scelta!! Possibile che a nessuno stia a cuore la vita dei nostri ragazzi??? Noi genitori dobbiamo cercare di fermare tutto questo!!!!

    Rispondi

  • parmense doc

    16 Luglio @ 19.47

    spero che l'albanese di moletolo non entri..insieme ai suoi amici

    Rispondi

  • stefano

    16 Luglio @ 17.47

    Sembra che al giorno d'oggi l'unico modo per divertirsi sia bere e ubriacarsi. Oltre questo non dimentichiamoci che l'acol miete ogni anno tantissime vittime sulle strade, e che proprio due anni fa alcuni giovani che andavano all'arena sono morti e chi guidava aveva bevuto un po' troppo. Chi ha preso la decisione dell'open bar si è assunto una responsabilità non indifferente. Speriamo bene, anche se lo "speriamo bene" non dovrebbe neanche essere detto per giovani che vanno a divertirsi al sabato sera. Un assessore del comune ha vietato il ripetersi di open bar dopo quanto accaduto a Moletolo: facciamo però anche una campagna di informazione sugli effetti dell'alcol con i bollettini di guerra che si ripetono ogni venerdi e sabato sera. Forse molti pensano che queste cose accadono so agli altri... ma non è così

    Rispondi

  • gianluca

    16 Luglio @ 17.44

    Ma questi signori che hanno organizzato la manifestazione hanno visto cosa è successo a Moletolo sotto lo slogan "paghi 12 euro e bevi fino.....a stuprare? Una iniziativa da manicomio.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

1commento

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

elezioni

Ecco la nuova squadra di Pizzarotti

Via Volturno

Nuova spaccata in una panetteria

l'agenda

Una domenica tra castelli, Cantamaggio e golosità on the road

Laminam

Incontro tra cittadini e Comitato «L'aria del Borgo»

gazzareporter

Borgo Guazzo, cronache dalla discarica.....

LEGA PRO

Il Parma a Teramo per ripartire

Traversetolo

Il sindaco sposta il comizio del 1°Maggio: il Pd insorge

parma

Primarie del Pd: istruzioni per poter votare

Dalle 8 alle 20

1commento

Lutto

Addio a Corradi, il «biciclettaio» di via D'Azeglio

controlli

Autovelox e autodetector: la "mappa" della settimana

Ragazzola

Un comitato per «proteggere» il ponte sul Po

Personaggio

Il «detective» della scultura del mistero

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

udine

Infermiera fingeva di vaccinare i bimbi: già verificati 60 casi di non "copertura"

tunisia-Italia

Strage di Berlino: la salma di Amri custodita (e rimpatriata?) a spese dell'Italia

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

storie di ex

Ancelotti Re d'Europa: scudetto anche in Germania (col Bayern)

storie di ex

Buffon: "Volevo ritirarmi, Agnelli mi ha fatto ripensare"

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento